Articoli

Tobia Cavallini lancia la sfida al Rally Valdinievole

Stessa gara, stessa vettura, stesso copilota. E stessa voglia di agonismo ed anche di vittoria. Sono questi, gli ingredienti buoni per Tobia Cavallini in questo fine settimana, in cui parteciperà al Rally della Valdinievole, al volante della Skoda Fabia R5 di PA Racing gommata Pirelli e con al fianco Giuliano Manfredi a leggergli le note. Tutto uguale allo scorso anno, dunque, nella gara di Larciano (Pistoia), che lo scorso anno il pilota di Cerreto Guidi vinse per la prima volta, la molla ideale di ricordi per cercare di nuovo il successo.

Sarà come al solito una competizione avvincente, quella organizzata dalla Laserprom 015, per il portacolori della Jolly Racing Team, fermo da sette mesi, da quel “Trofeo Maremma” concluso al terzo posto in ottobre dell’anno passato ed in prima battuta ci sarà da ritrovare gli equilibri mentali, fisici e tecnici per affrontare al meglio la sfida con la vettura boema, trovandosi a duellare con avversari qualificati.

“Correre in casa è sempre molto bello – commenta Cavallini – e quando mi è stata presentata questa opportunità ho cercato di coglierla. Tornerò in gara dopo sette mesi di pausa che non sono pochi, soprattutto se poi torni al volante di una vettura estremamente professionale come una R5. Se poi ci si mette anche il fatto che troveremo avversari forti ed agguerriti, ecco che all’orizzonte vediamo una gara non certo facile. Noi cercheremo di dare il meglio ed onorare la nostra presenza, puntando a fare bene ed a divertirci. Se da una parte ci sarà un poco di  . . . “ruggine”, dall’altra so che posso contare su un pacchetto macchina-gomme-squadra che darà la possibilità a me ed al mio copilota Manfredi di puntare in alto. Ci siamo e ci proviamo!”.

Fabio Pinelli è il campione toscano rally

Lo avevamo scritto a più riprese e non ci eravamo sbagliati. La lotta per il Campionato Toscano Rally sarebbe stata dura e si sarebbe consumata a colpi di temponi e di scongiuri. Come da pronostico, Fabio Pinelli non sarebbe stato della partita. Avrebbe sofferto da casa, in un valzer di “refresh” sul sito dei crono, facendo i debiti scongiuri e riponendo le proprie ambizioni di vittoria del campionato regionale su Tobia Cavallini ed uno qualsiasi tra i piloti della classe R5. Tutti, escluso naturalmente il diretto avversario Luca Pierotti che – per vincere il titolo – non aveva altra possibilità che quella di mettere il posteriore della sua Peugeot 208 davanti a tutti. Tredici, le vetture della classe regina annunciate alla partenza.

Uno schieramento che avrebbe visto partire con il numero uno sulle fiancate Leopoldo Maestrini, al “via” su quella Skoda Fabia verso la quale riproponevano ambizioni anche Roberto Tucci, Alessio Santini, Egisto Vanni, Luciano D’Arcio e, appunto, Tobia Cavallini. Con la Peugeot 208 ci avrebbero provato, invece, Luca Cecchettini (con la vettura mai utilizzata su asfalto), Emanuel Forieri, Roberto Vellani e Luca Pierotti. Valter Pierangioli era invece chiamato al debutto sulla Hyundai i20 ma, soprattutto, ad archiviare quel “momento no” che gli ha negato la pedana d’arrivo nei recenti appuntamenti storici di Alpi Orientali ed Isola d’Elba. Il Trofeo Maremma del 21 ottobre scorso hanno definito la classifica del Campionato Toscano, assegnando la vittoria, con due garte di anticipo, a Fabio Pinelli. Il pilota si aggiudica il titolo grazie ai risultati conquistati ai Rally Il Ciocco, Valdinievole, Reggello, Lucca e Abeti. Completano il podio Luca Pierotti-Manuela Milli e Tobia Cavallini.