Mads Ostberg nel WRC 2 con la Citroen C3 R5

Ostberg: ”A Sanremo, proverò a rendere la vita difficile a Craig”

Il WRC 2022 si sta dimostrando altamente competitivo, specialmente il nuovo WRC2 che ha unito i “vecchi” WRC2 e WRC3 e al ritorno di alcuni pezzi da 90, come Hayden Paddon. Ma all’appello, un po’ a sorpresa manca Mads Ostberg, vincitore del titolo nella serie cadetta nel 2020. Il 2022 del norvegese è al momento un work in progress, con unica certezza la partecipazione al Campionato Ungherese a bordo di una Citroen C3 Rally2.

Il resto è tutto in divenire, con partecipazioni ad eventi last minute come il Rally delle Nazioni in Messico e come sarà il Rallye Sanremo, gara valida per il Campionato Italiano Assoluto Rally che il norvegese affronterà al volante di una C3 Rally2 della DMAX. Proprio la gara matuziana sarà un’altra grande occasione per l’ex pilota M-Sport e Citroen di dimostrare a tutti, se mai ce ne fosse veramente bisogno, la sua classe e le sue doti al volante.

Intervistato da DirtFish, il norvegese ha così commentato la vittoria in Messico e la sua prossima partecipazione al Sanremo: “Abbiamo avuto la meglio su Adrien in Messico in quasi tutte le prove speciali, distanziandolo di un secondo al chilometro. Per me era importante dimostrare il mio valore contro piloti del WRC, lo abbiamo fatto dimostrando a tutti che possiamo giocarci la vittoria contro piloti che corrono nel Campionato del Mondo. Spero di aver dimostrato che anche noi meritiamo di correre nel WRC.

Questo fine settimana Ostberg, sfiderà sulle insidiose strade matuziane un altro pilota M-Sport, Craig Breen che giungerà a Sanremo forte della vittoria dello scorso anno. Oltre a Breen, l’asso norvegese dovrà vedersela contro i forti piloti italiani, che ben conoscono le mille insidie della gara ligure da Andrea Crugnola, passando per Giandomenico Basso, Stefano Albertini e Damiano De Tommaso solo per citarne alcuni.

“Per me sarà il debutto assoluto sulle strade del Sanremo – commenta Ostberg – dove Craig ha già corso in tre occasioni. Cercherò comunque di rendergli la vita difficile, queste gare one-off sono molto importanti perché possono permetterti di mettere in mostra la tua guida e le tue reali prestazioni al volante. Se riesco a inserirmi nella lotta per la vittoria, contro piloti molto forti e competitivi, vuol dire che ho ancora qualcosa da dare anche in termini iridati. Al momento il mio 2022 prevede la partecipazione al Campionato Ungherese, abbinato ad alcune gare spot. Forse potrà esserci qualche partecipazione a gare del Campionato Europeo oppure ad un evento del WRC, ma al momento su questo non abbiamo certezze”.