,

Trofeo A112 Abarth: Dall’Avo profeta in patria

trofeo a112 vallate aretine 2024

Al Rally delle Vallate Aretine vince il pilota di casa in coppia con Manuel Piras. Regolano Zanielli-Zanni, primi leader della gara, e Dallari-Montecchi

Il 14° Rally delle Vallate Aretine ha visto il primo appuntamento stagionale del Trofeo Autobianchi A112 Abarth. Dopo le verifiche superate dai nove equipaggi iscritti, venerdì 1° marzo l’attenzione si è focalizzata sul doppio passaggio sulla “Rosina”, dove Fabrizio Zanelli e Claudio Zanni si sono subito messi in luce. Con due scratch consecutivi, hanno chiuso la prima frazione con un vantaggio di una dozzina di secondi su Marcogino Dall’Avo e Manuel Piras, e mezzo minuto su Marco Gentile e Jenny Maddalozzo.

Tuttavia, la situazione è cambiata dopo la prima prova del sabato sulla “Portole”. Zanelli ha accusato un ritardo di 36”5 dal duo di casa, scivolando così alla seconda posizione. Nonostante la vittoria nei tre passaggi sulla “Rassinata”, Dall’Avo ha risposto firmando altrettanti successi a Portole. Il traguardo di Arezzo ha visto quindi Dall’Avo-Piras festeggiare la loro prima e da tempo inseguita vittoria nel Trofeo, ancor più significativa essendo ottenuta nel rally di casa.

Alle loro spalle, la scuderia Motoracing ha ottenuto una doppietta grazie a Zanelli-Zanni, staccati di 19”5, seguiti da Eugenio Dallari e Andrea Montecchi al terzo posto. La quarta posizione nella classifica finale è stata occupata da Gentile-Maddalozzo, che sono stati rallentati dalla rottura del leveraggio del cambio. Al quinto posto, Nicolò De Rosa ed Isabel Forgiarini. De Rosa si è aggiudicato anche la classifica “under 28” mentre Dall’Avo ha trionfato nella categoria “over 60”.

La lista dei classificati si completa con Giuseppe Cazziolato e Stefano Piazza, sesti nella generale. Nella seconda parte della gara, si sono verificati i ritiri dell’esordiente Alberto Siviero in coppia con Andrea Marcon, di Nicola Tonetti con Massimo Salvucci, e a due prove dalla fine anche quello di Francesco Grassi e Monica Moiso