Articoli

Confronti fraterni a Radio Rally: Gabriele Michi vs Daniele Michi

Un’intervista fuori dal comune, dove i limiti dell’ordinario sono messi a dura prova. Risate e goliardia fanno da cornice alla chiacchierata più impegnativa, quella che ti pone davanti a tuo fratello. Reduce dal Rally MonteCarlo, affrontato sette volte, Daniele Michi racconta senza filtri – incalzato impietosamente dal cronista – l’ennesimo impegno al fianco di Manuel Villa. Una puntata esilarante, dove i risultati e le esperienze vissute in prova speciale fanno soltanto da contorno.

Le prospettive nel WRC2, i ricordi legati all’esperienza vissuta per due edizioni consecutive al Rally dei Faraoni, il Campionato Italiano Rally vissuto al fianco di Leopoldo Maestrini ed il lavoro, quello che lo ha portato a vivere in Piemonte, a Monforte d’Alba, nelle Langhe. Le strade, il vino, i rally. Elementi ricorrenti che lasciano spazio a “colpi di scena” e sfottò, improvvisazioni e richieste di “tagli” caduti nel vuoto. Perché se c’è un elemento sul quale si è risparmiato, è la censura.

Dieci anni fa, il secondo posto tra le due ruote motrici dell’Intercontinental Rally Challenge. Un’esperienza vissuta ancora con Manuel Villa, dove le immagini della Punto S1600 si sposano con paesaggi mozzafiato. Ricordi dal quel emerge la recriminazione di aver compromesso il risultato proprio nell’appuntamento di casa, il Rallye Sanremo ma anche la consapevolezza di aver vissuto un’esperienza formativa con il pilota ligure. Una puntata da non perdere, un “Michi vs Michi”. Tutt’altro che scontato.

Manuel Villa e Daniele Michi stanno testando al Rally MonteCarlo

Sessione di test positiva per Manuel Villa e Daniele Michi che, nel weekend, stanno testando le soluzioni migliori con cui settare la Skoda Fabia R5 in vista dell’ormai imminente Rally Monte-Carlo. Come avevamo anticipato, forte delle sue sei volte sulle strade monegasche, il pilota ingauno si giocherà le carte al volante della Skoda Fabia R5. Alla sua destra, Daniele Michi, copilota che – con sette partecipazioni all’attivo – vanta un curriculum da podio, in quanto a presenze fatte registrare da navigatori italiani, sulle strade che ogni rallysta sogna da una vita.

Insieme, nel 2009, hanno sfiorato la vittoria nella categoria 2WD dell’Intercontinental Rally Challenge, portando in seconda posizione finale la Fiat Punto S1600 e tenendo vive le ambizioni fino all’ultima gara contro quelle logiche che – fin dal pronti via – avevano indicato gli ufficiali francesi di Peugeot come vincitori. Dopo dieci anni torneranno ad affrontare un campionato fuori dai confini nazionali, partendo da quel Rallye di Montecarlo che appena dodici mesi fa li aveva visti concludere in sedicesima posizione assoluta, sui sedili della Ford Fiesta WRC del team Tamauto.

Manuel Villa e Daniele Michi: oltre al Rallye Montecarlo c’è il WRC2

Sulla sua partecipazione al Rallye Montecarlo, erano in molti a voler scommettere. Ma che dall’ufficio di Manuel Villa fosse partita anche l’iscrizione all’intero campionato WRC 2, nessuno poteva immaginarselo. Forte delle sue sei volte sulle strade monegasche, il pilota ingauno si giocherà le carte al volante della Skoda Fabia R5. Alla sua destra, Daniele Michi, copilota che – con sette partecipazioni all’attivo – vanta un curriculum da podio, in quanto a presenze fatte registrare da navigatori italiani, sulle strade che ogni rallysta sogna da una vita.

Insieme, nel 2009, hanno sfiorato la vittoria nella categoria 2WD dell’Intercontinental Rally Challenge, portando in seconda posizione finale la Fiat Punto S1600 e tenendo vive le ambizioni fino all’ultima gara contro quelle logiche che – fin dal pronti via – avevano indicato gli ufficiali francesi di Peugeot come vincitori. Dopo dieci anni torneranno ad affrontare un campionato fuori dai confini nazionali, partendo da quel Rallye di Montecarlo che appena dodici mesi fa li aveva visti concludere in sedicesima posizione assoluta, sui sedili della Ford Fiesta WRC del team Tamauto.

Al momento non è stata definita la struttura che assisterà l’equipaggio nell’appuntamento inaugurale del WRC, contesto che – vista l’iscrizione al campionato – Manuel Villa e Daniele Michi affronteranno con un’ottica decisamente diversa da quella che ha contraddistinto le loro precedenti partecipazioni.