La Grande Corsa

La Grande Corsa è pronta ad accendere i motori

Da giovedì 27 ottobre a mercoledì 16 novembre sarà possibile inviare le iscrizioni all’ultimo round del T.R.Z. Prima Zona, Memory Fornaca, Trofeo A112 Abarth Yokohama e Michelin Rally Cup. In lizza anche gli sfidanti delle regolarità a media Tricolore e della sport decisiva per la North West Regularity Cup

Sta per entrare nella fase decisiva l’edizione 2022 de La Grande Corsa, manifestazione organizzata dall’associazione Amici di Nino in collaborazione col Club della Ruggine in programma a Riva di Chieri venerdì 25 e sabato 26 novembre prossimi.

Riproposta nella tipologia del rally storico con abbinate regolarità sport e a media, anche in quest’edizione apre le porte ad un’ampia rosa di concorrenti viste le numerose validità assegnate, e mantenute valide dopo quella dello scorso anno. A fare la parte del leone è il rally che sarà l’ultimo dei quattro valevoli per il T.R.Z. della Prima Zona, oltre ad esser decisivo per completare il podio del Trofeo A112 Abarth Yokohama e per assegnare i titoli del Memory Fornaca e della Michelin Historic Rally Cup. Non che le due gare di regolarità passino inosservate viste le loro, di titolazioni: la “sport” risponde col sigillo della North West Regularity Cup affiancandosi a quella tricolore assegnata alla gara a media che per il terzo anno consecutivo assegnerà i titoli della disciplina,

Il programma della triplice gara prevede le verifiche sportive e tecniche venerdì 25 novembre a Riva di Chieri, con le sportive dalle 11 alle 18.30 presso il Ristorante San Martino e le tecniche ospitate dall’Autosalone Gil Car sito in zona industriale in via Quintino Sella dalle 11.30 alle 19.

Alle 8 di sabato 26 novembre la partenza della prima vettura che andrà ad affrontare sette prove speciali per 67,340 chilometri inframmezzate da due riordini e altrettanti parchi assistenza; l’arrivo è previsto alle 16,30 in centro a Riva presso Chieri nella Piazza della Parrocchia dove è sito il bellissimo Palazzo Grosso risalente al XVII secolo.

Sarà invece il Ristorante San Martino ad ospitare – oltre alle verifiche sportive – segreteria, direzione gara e sala stampa; il tutto per una nuova ambientazione che, oltre ad agevolare la logistica, porterà una nuova immagine ed una ventata di ottimismo alla manifestazione giunta all’ottava edizione.