Articoli

Yoann Rossel escluso: vittoria WRC3 a Kajetan Kajetanowicz

L’Acropolis Greece WRC si conclude in maniera clamorosa per Yoann Rossel, leader del WRC3. Il pilota francese ha vinto sul campo la gara anche sulle difficilissime strade elleniche, ma nella tarda serata è caduta sulla sua testa e su quella team Saintleoc la squalifica per aver montato alcuni parte non conformi al regolamento.

Durante le verifiche tecniche finali, svolte al termine dell’evento gli steward si sono accorti che il telaio ausiliario anteriore era più pesante di quanto il regolamento prevedesse. Alla prova del peso, il pezzo incriminato pesava 12.920 gr. contro il peso massimo tollerato di 12.857,25 grammi. Quindi il telaio era sovrappeso di 93 grammi.

Convocati dagli steward il sig. Ducher (team manager di Saintéloc Racing), il sig. Breton (capo ingegnere) e il sig. Arbonnier (rappresentante di Citroën Racing) hanno riscontrato che le verifiche della pesatura della parte incriminata si sono svolte regolarmente e che effettivamente il telaio ausiliario anteriore della Citroen C3 Rally2 era sovrappeso.

Ducher ha precisato che questo pezzo era stato già utilizzato al Rally Italia Sardegna, dove aveva superato un doppio controllo (12.707 alla prima pesa e 12.708 alla seconda), quindi lo stesso team manager non si spiega il perché di questa anomalia di peso. Leggerezza non da poco quella commessa dal team Saintleoc è stato non pesare la componentistica incriminata prima della gara, in quanto si è fatto pieno affidamento al peso verificato a giugno a Olbia.

C’è da ricordare però un dettaglio molto importante, durante il RIS il team Citroen Racing era stato multato pesantemente proprio lo stesso motivo con una multa di 15.000 euro per 97 grammi di differenza. Inoltre la FIA aveva già avvertito il team che in caso di ripetersi dell’infrazione sarebbe arrivata la squalifica e una multa ancora più pesante è così è stato.

Inoltre per non farsi mancare niente Citroën Racing è stata multata di 30.000 euro dopo che le ventole di raffreddamento del freno posteriore dell’auto di Rossel sono state ritenute non conformi al modulo di omologazione. Essendo la prima infrazione di questo genere, 25.000 euro della sanzione sono stati sospesi salvo ulteriore violazione di analoga natura entro 12 mesi. Citroën Racing e Yohan Rossel hanno già annunciato la volontà di intenzione di ricorrere in appello e il caso sarà ora discusso nelle prossime settimane.

DECISIONE 3 DEGLI STEWARD – 12 SETTEMBRE 2021 – DOWNLOAD
DECISIONE DEGLI STEWARD 4 – 12 SETTEMBRE 2021 – DOWNLOAD

Yoann Rossel si prepara all’Acropoli: ”Siamo sulla buona strada”

Obbiettivo centrato per Yoann Rossel. Il pilota francese, impegnato nel WRC3 vince anche a Ypres e allunga sulla concorrenza, mettendo una seria ipoteca sul titolo. Entusiasta per il risultato ottenuto a fine gara, il francese ha parlato dell’evento appena concluso e ha annunciato la sua presenza in Grecia.

“Quella appena conclusa è stata una settimana fantastica, ringrazio tutte le persone che mi hanno supportato e aiutato, vincere su queste strade è semplicemente bellissimo. Ypres è un rally molto difficile, fin dalle ricognizioni ci si siamo accorti delle difficoltà del tracciato e dei tanti cambi di grip dell’asfalto. Vincere qui, mi ha reso felice. La vettura è stata perfetta, non ho avuto il ben che minimo problema, certo mi spiace per la foratura che ha avuto domenica mattina Sébastien Bedoret, stavamo dando vita ad una bella lotta. Il mio obbiettivo era quello di vincere per tenere lontano Kajto con cui mi confronterò sulle difficilissimi strade dell’Acropolis in Grecia”.

Con quattro eventi da disputare (Grecia, Finlandia, Spagna e Giappone) la situazione in classifica vede Rossel guidare la classifica con 45 punti di vantaggio su Kajto. Il francese ha dalla sua un solo evento in cui segnare punti contro i due del polacco, motivo per cui l’Acropolis sarà più che mai decisivo.

“Siamo sulla buona strada per portare a casa il titolo, Citroen, Saintléoc e la FFSA sono stati fin qui perfetti. Sia nella preparazione della vettura, sia nella scelta delle gare da disputare. Vincere questa gara è stato fantastico e molto importante perché ci ha permesso di allungare il divario tra noi e Kajto. Adesso andremmo in Grecia è sappiamo che sarà molto difficile”. Simpatico il post di Kajto con cui si congratula per la vittoria con Rossel.

La lode di Citroen Racing alla C3 Rally2

C’è molta soddisfazione in casa Citroen Racing, per i risultati positivi ottenuti dopo la prima metà di stagione. I vertici della casa transalpina sono molto contenti per quanto fatto sia in campo internazionale che nazionale dalle vetture Rally2 della casa del Double Chevron, che ricordiamo essersi ritirato dal Mondiale Rally in forma ufficiale dopo i gravi problemi irrisolvibili della C3 WRC Plus e ora rimasto solo come “noleggiatore”.

Nel WRC2 il campione del mondo in carica Mads Ostberg è attualmente in corsa per vincere il titolo iridato, mentre nel WRC3 domina la C3 Rally2 di Yoann Rossel, autore di una prima parte di stagione di altissimo livello. Ottimi i risultati anche nel FIA ERC dove Alexey Lukyanuk con C3 Rally2 preparata da Saintléoc guida la classifica generale con un punto di vantaggio su Mikkelsen. Anche nei campionati nazionali sono arrivate tante soddisfazioni, in primis da Yoan Bonato e Eric Camilli che in Francia dominano in lungo e largo le gare su fondo catramato.

“La C3 Rally2 ha iniziato molto bene la stagione, grazie alle prestazioni dei suoi piloti. – dichiara Didier Clément, responsabile della Citroën Racing Customer Competition -. La vettura è altamente competitiva in ogni condizione di strada e ambientale. Conta molti podi e vittorie sia in campo internazionale (WRC e ERC) sia in campo nazionale, questo conferma l’alta affidabilità e le prestazioni di alto livello della vettura. I recenti test effettuati dai nostri tecnici mirano a rendere la vettura ancora più competitiva, limando ulteriormente i dettagli per permettere ai nostri piloti di vincere quante più gare possibili”.

Il 5 agosto in edicola. attualità, storie e storia

Copertina RS e oltre agosto 2021

15.000 euro di multa a Citroen Racing per 97 grammi in più

15.000 euro di multa per 97 grammi: 154,63 euro al grammo. Non è poco. Ma una premessa è doverosa: le regole possono essere anche cervellotiche e spesso incomprensibili, ma se decidiamo di giocare accettiamo le accettiamo, esplicitamente ed implicitamente. Altrimenti ci tiriamo fuori. Però, è inevitabile imbattersi in norme che – per 100 grammi circa – fanno scoppiare il caso. E non per polemica, ma perché palesemente ingiuste. Quanta differenza fanno su 300 chilometri 97 grammi?

Sta di fatto che dopo la multa a Mads, a seguito dei rilievi fatti nei confronti delle gomme Pirelli, il team Citroën Racing ne ha ricevuto una seconda riguardante un problema di omologazione sulla C3 Rally2 iscritta con Yohan Rossel. Sono stati inflitti 15.000 euro per la culla fissata alla parte anteriore del telaio, che pesava circa cento grammi in più.

Questo elemento, secondo le normative, deve pesare 12.245 grammi con una tolleranza compresa tra il +5% e il -2% o un peso massimo di 12.857,25 grammi. Invece la C3 Rally2 di Rossel, quando è stata pesata, aveva un peso superiore che è quantificato in 12.954 grammi. La FIA ha fatto sapere alla squadra francese che se una cosa del genere dovesse ripetersi la multa verrà raddoppiata. E nessuno ha bestemmiato…

WRC3: Yohan Rossel domina e vince in Sardegna

Yohan Rossel domina e vince nel WRC3. Il francese ha preso il comando della gara al termine della giornata di venerdì approfittando dell’uscita di strada del polacco Kajto. Grazie a questa vittoria allunga in classifica è porta il suo vantaggio a 34 punti, proprio sul driver polacco. “Risultato perfetto in ottica campionato, – dichiara Rossel – abbiamo corso su prove speciali nuove, che sono risultate essere molto belle e tecniche. Sono molto contento del grande lavoro che ha svolto il mio team”.

Le restanti due posizioni del podio sono andate ai due piloti iberici in gara, Pepé Lopez su Skoda Fabia Rally2 e Jan Solans su Citroen C3 Rally2. Per entrambi i piloti si tratta del primo podio in carriera nel WRC, quarta posizione per il giovane sud-americano Fabrizio Zaldivar, seguito in quinta piazza dal cileno Emilio Fernandez. Solo sesta piazza per Nicolas Ciamin, autore di un week-end sottotono, settima posizione per Armin Kremen, seguito dal polacco Kajto tornato in gara con la formula del super-rally. Completano la top ten i nostri Mauro Miele e Luca Beltrame in nona posizione e Pablo Biolghini con Stefano Pudda in decima, quest’ultimo diventa il primo navigatore sardo nella storia ha prendere punti in una gara del Mondiale.

WRC, Yoan Rossel: ”Super soddisfatto, ora Portogallo e Sardegna”

C’è tanta soddisfazione, unita ad un pizzico di amarezza nelle parole di Yoan Rossel al termine del Croatia Rally. Il pilota transalpino con al suo fianco Alexandre Coria, domina per oltre metà gara il WRC3, salvo poi doversi accontentare della terza, causa un’uscita di strada nella mattinata del sabato.

“Siamo partiti subito molto bene, prendendo il comando della gara già dalla prima speciale del venerdì. Il ritmo era molto buono, nonostante le condizioni delle strade fossero molto impegnative, alla fine della giornata eravamo quasi in linea con i tempi dei ragazzi del WRC 2, basti pensare che sulle PS4 e PS5 giravamo 0.2 s/km più lenti di loro”.

“Il day2 siamo partiti molto bene, abbiamo commesso un’errore. Siamo arrivati troppo veloci su un rettilineo molto veloce è abbiamo capottato per due volte. Fortunatamente riusciamo a ripartire, ma avevamo dei danni al triangolo e una “ruota matta” per il resto del primo giro di prove. Questo mio errore ci è costato oltre 3′ minuti di ritardo”.

“Il pomeriggio abbiamo attaccato, riuscendo a sopravanzare Chris dopo una bella battaglia. La domenica l’obbiettivo era quello di portare a casa più punti possibili nella power-stage ed in parte ci siamo riusciti. Alla fine sono contento della prestazione, abbiamo dimostrato di essere tra i più veloci del WRC3 e abbiamo chiuso davanti a diversi piloti del WRC2, vediamo il bicchiere mezzo pieno”.

“La nostra stagione proseguirà in Portogallo e Sardegna, poi si vedrà perché trovare il budget non è mai facile. Purtroppo l’uscita di strada in Croazia, ci è costata 20.000 euro di danni e prima di impegnarmi in altre gare oltre quelle citate, va saldato il danno. Per un rally mondiale, compresa una giornata di test pre-gara devi mettere in conto di spendere almeno 70.000 €, io ad esempio senza il supporto di FFSA e Citroen non potrei mai riuscirci”.

“Penso di poter essere competitivo sia su asfalto sia su fondo sterrato. Lunedì faremmo un test su sterrato e spero di poterne fare un altro prima di andare in Portogallo, una giornata di test in Francia costa 10.000 euro”.

WRC3: Rossel mette le cose in chiaro con Bonato

Il francese Yohan Rossel evita di scivolare sulle prove ghiacciate del sabato per prendere le misure del resto della compagine WRC3 e poi attaccare. Il francese ha inizialmente perso il vantaggio nella tappa di apertura La Bréole-Selonnet, dopo che il rivale Yoann Bonato fa segnare un tempo incredibilmente veloce.

Tuttavia, il rally di Bonato si svolge nella prova successiva, quando una gomma a terra sulla sua C3 gli costa oltre 2’. Rossel è il più veloce della coppia durante l’ultima tappa e guida la categoria di 2’00”2 a fine della giornata.

Nicolas Ciamin è un altro a perdere tempo nella tappa del sabato di questo Rally MonteCarlo 2021. Come Bonato, anche lui fora una gomma sulla sua Citroën durante la prova speciale di Saint Clément-Freissinières e lì perde poco meno di 3’.

Impressionante il recupero successivo: Ciamin vince l’ultima prova della giornata e a fine tappa si ritrova a 1’40”1 da Bonato, al terzo posto. Il pilota austriaco Hermann Neubauer è a 4’28”9 di distanza dalla vetta con la Ford Fiesta Rally2, mentre Cédric De Cecco completa i primi cinque assoluti a 2’45”2.

Davy Vanneste è sesto con la C3. Con solo quattro prove speciali rimaste da completare domenica, il belga segue i leader di 16’47”8.

La Rossel Competition assalta la 208 Rally Cup francese

I campioni francesi rally junior 2019, Yohan Rossel e Mathieu Biasion, con oltre 20 anni di esperienza nei rally, hanno deciso di unire le forze e creare il team Rossel Competition. La squadra ha acquistato tre nuove Peugeot 208 Rally4. Particolarmente interessante è la possibilità di disputare la 208 Rally Cup in Francia (4 gare su asfalto e tre su terra) la quale, oltre a montepremi di gara e finali, prevede per il vincitore della classifica Under 28 la partecipazione, nel 2021, ad un programma PSA Motorsport con lo status di pilota ufficiale.

Per il vincitore della classifica Under 23 è prevista la partecipazione alla 208 Rally Cup 2021, mentre per il primo della classifica Gentlemen (Over 28) dopo il Critérium des Cévennes sarà prevista la partecipazione al Rallye du Var su una Peugeot 208 Rally 4 con lo status di Pilota Ufficiale Peugeot Sport.

Calendario 208 Rally Cup Francia 2020

8-10 Maggio Castine – Terre d’Occitanie Terra
12-14 Giugno Vosges Grand Est Asfalto
24-26 Luglio Langres Terra
3-5 Settembre Mont-Blanc Asfalto
9-11 Ottobre Cardabelles Terra
30 Ottobre-1 Novembre Critérium des Cévennes Asfalto
27-29 Novembre Var Asfalto