Articoli

15.000 euro di multa a Citroen Racing per 97 grammi in più

15.000 euro di multa per 97 grammi: 154,63 euro al grammo. Non è poco. Ma una premessa è doverosa: le regole possono essere anche cervellotiche e spesso incomprensibili, ma se decidiamo di giocare accettiamo le accettiamo, esplicitamente ed implicitamente. Altrimenti ci tiriamo fuori. Però, è inevitabile imbattersi in norme che – per 100 grammi circa – fanno scoppiare il caso. E non per polemica, ma perché palesemente ingiuste. Quanta differenza fanno su 300 chilometri 97 grammi?

Sta di fatto che dopo la multa a Mads, a seguito dei rilievi fatti nei confronti delle gomme Pirelli, il team Citroën Racing ne ha ricevuto una seconda riguardante un problema di omologazione sulla C3 Rally2 iscritta con Yohan Rossel. Sono stati inflitti 15.000 euro per la culla fissata alla parte anteriore del telaio, che pesava circa cento grammi in più.

Questo elemento, secondo le normative, deve pesare 12.245 grammi con una tolleranza compresa tra il +5% e il -2% o un peso massimo di 12.857,25 grammi. Invece la C3 Rally2 di Rossel, quando è stata pesata, aveva un peso superiore che è quantificato in 12.954 grammi. La FIA ha fatto sapere alla squadra francese che se una cosa del genere dovesse ripetersi la multa verrà raddoppiata. E nessuno ha bestemmiato…

WRC3: Yohan Rossel domina e vince in Sardegna

Yohan Rossel domina e vince nel WRC3. Il francese ha preso il comando della gara al termine della giornata di venerdì approfittando dell’uscita di strada del polacco Kajto. Grazie a questa vittoria allunga in classifica è porta il suo vantaggio a 34 punti, proprio sul driver polacco. “Risultato perfetto in ottica campionato, – dichiara Rossel – abbiamo corso su prove speciali nuove, che sono risultate essere molto belle e tecniche. Sono molto contento del grande lavoro che ha svolto il mio team”.

Le restanti due posizioni del podio sono andate ai due piloti iberici in gara, Pepé Lopez su Skoda Fabia Rally2 e Jan Solans su Citroen C3 Rally2. Per entrambi i piloti si tratta del primo podio in carriera nel WRC, quarta posizione per il giovane sud-americano Fabrizio Zaldivar, seguito in quinta piazza dal cileno Emilio Fernandez. Solo sesta piazza per Nicolas Ciamin, autore di un week-end sottotono, settima posizione per Armin Kremen, seguito dal polacco Kajto tornato in gara con la formula del super-rally. Completano la top ten i nostri Mauro Miele e Luca Beltrame in nona posizione e Pablo Biolghini con Stefano Pudda in decima, quest’ultimo diventa il primo navigatore sardo nella storia ha prendere punti in una gara del Mondiale.

WRC, Yoan Rossel: ”Super soddisfatto, ora Portogallo e Sardegna”

C’è tanta soddisfazione, unita ad un pizzico di amarezza nelle parole di Yoan Rossel al termine del Croatia Rally. Il pilota transalpino con al suo fianco Alexandre Coria, domina per oltre metà gara il WRC3, salvo poi doversi accontentare della terza, causa un’uscita di strada nella mattinata del sabato.

“Siamo partiti subito molto bene, prendendo il comando della gara già dalla prima speciale del venerdì. Il ritmo era molto buono, nonostante le condizioni delle strade fossero molto impegnative, alla fine della giornata eravamo quasi in linea con i tempi dei ragazzi del WRC 2, basti pensare che sulle PS4 e PS5 giravamo 0.2 s/km più lenti di loro”.

“Il day2 siamo partiti molto bene, abbiamo commesso un’errore. Siamo arrivati troppo veloci su un rettilineo molto veloce è abbiamo capottato per due volte. Fortunatamente riusciamo a ripartire, ma avevamo dei danni al triangolo e una “ruota matta” per il resto del primo giro di prove. Questo mio errore ci è costato oltre 3′ minuti di ritardo”.

“Il pomeriggio abbiamo attaccato, riuscendo a sopravanzare Chris dopo una bella battaglia. La domenica l’obbiettivo era quello di portare a casa più punti possibili nella power-stage ed in parte ci siamo riusciti. Alla fine sono contento della prestazione, abbiamo dimostrato di essere tra i più veloci del WRC3 e abbiamo chiuso davanti a diversi piloti del WRC2, vediamo il bicchiere mezzo pieno”.

“La nostra stagione proseguirà in Portogallo e Sardegna, poi si vedrà perché trovare il budget non è mai facile. Purtroppo l’uscita di strada in Croazia, ci è costata 20.000 euro di danni e prima di impegnarmi in altre gare oltre quelle citate, va saldato il danno. Per un rally mondiale, compresa una giornata di test pre-gara devi mettere in conto di spendere almeno 70.000 €, io ad esempio senza il supporto di FFSA e Citroen non potrei mai riuscirci”.

“Penso di poter essere competitivo sia su asfalto sia su fondo sterrato. Lunedì faremmo un test su sterrato e spero di poterne fare un altro prima di andare in Portogallo, una giornata di test in Francia costa 10.000 euro”.

WRC3: Rossel mette le cose in chiaro con Bonato

Il francese Yohan Rossel evita di scivolare sulle prove ghiacciate del sabato per prendere le misure del resto della compagine WRC3 e poi attaccare. Il francese ha inizialmente perso il vantaggio nella tappa di apertura La Bréole-Selonnet, dopo che il rivale Yoann Bonato fa segnare un tempo incredibilmente veloce.

Tuttavia, il rally di Bonato si svolge nella prova successiva, quando una gomma a terra sulla sua C3 gli costa oltre 2’. Rossel è il più veloce della coppia durante l’ultima tappa e guida la categoria di 2’00”2 a fine della giornata.

Nicolas Ciamin è un altro a perdere tempo nella tappa del sabato di questo Rally MonteCarlo 2021. Come Bonato, anche lui fora una gomma sulla sua Citroën durante la prova speciale di Saint Clément-Freissinières e lì perde poco meno di 3’.

Impressionante il recupero successivo: Ciamin vince l’ultima prova della giornata e a fine tappa si ritrova a 1’40”1 da Bonato, al terzo posto. Il pilota austriaco Hermann Neubauer è a 4’28”9 di distanza dalla vetta con la Ford Fiesta Rally2, mentre Cédric De Cecco completa i primi cinque assoluti a 2’45”2.

Davy Vanneste è sesto con la C3. Con solo quattro prove speciali rimaste da completare domenica, il belga segue i leader di 16’47”8.

La Rossel Competition assalta la 208 Rally Cup francese

I campioni francesi rally junior 2019, Yohan Rossel e Mathieu Biasion, con oltre 20 anni di esperienza nei rally, hanno deciso di unire le forze e creare il team Rossel Competition. La squadra ha acquistato tre nuove Peugeot 208 Rally4. Particolarmente interessante è la possibilità di disputare la 208 Rally Cup in Francia (4 gare su asfalto e tre su terra) la quale, oltre a montepremi di gara e finali, prevede per il vincitore della classifica Under 28 la partecipazione, nel 2021, ad un programma PSA Motorsport con lo status di pilota ufficiale.

Per il vincitore della classifica Under 23 è prevista la partecipazione alla 208 Rally Cup 2021, mentre per il primo della classifica Gentlemen (Over 28) dopo il Critérium des Cévennes sarà prevista la partecipazione al Rallye du Var su una Peugeot 208 Rally 4 con lo status di Pilota Ufficiale Peugeot Sport.

Calendario 208 Rally Cup Francia 2020

8-10 Maggio Castine – Terre d’Occitanie Terra
12-14 Giugno Vosges Grand Est Asfalto
24-26 Luglio Langres Terra
3-5 Settembre Mont-Blanc Asfalto
9-11 Ottobre Cardabelles Terra
30 Ottobre-1 Novembre Critérium des Cévennes Asfalto
27-29 Novembre Var Asfalto