Articoli

CIVG: a Tiramani il titolo, a Crugnola la gara

E’ Christian Tiramani, su Planet Kart Cross K3 della Griusrallysport, il nuovo campione italiano Velocità su Ghiaccio nella categoria kart-cross. Il pilota romagnolo ha guidato con grande esperienza e ha concretizzato il risultato che si era posto come obiettivo prima del round finale a Pragelato.

“Sono davvero felice – ha commentato – sapevo di avere un buon vantaggio, ma assolutamente non è stato facile. La nebbia prima di tutto ha reso la sfida impegnativa oltre ogni limite, Andrea è andato fortissimo e mi sono davvero divertito. Il primo pensiero quando ho tagliato il traguardo è stato proprio di sapere quale fosse stato il suo tempo, mi dispiace non aver vinto la gara, ma finalmente abbiamo messo in saccoccia il campionato, una grande soddisfazione”.

La sfida ha tenuto tutti con il fiato sospeso ed ha visto un epico confronto a tre che ha coinvolto anche il campione uscente Simone Firenze (Semog Bravo Sport/Griusrallysport) e Andrea Crugnola (Planet Kart Cross K3/Movisport).

Proprio il varesino, campione italiano rally in carica per la prima volta alla guida di queste vetture, ha sbancato il botteghino e si è involato verso la prima vittoria assoluta sul ghiaccio, regolando sul traguardo di Pragelato proprio Tiramani, secondo in gara, e Simone Firenze, terzo.

Grazie a questo importante risultato, che avvalora le sue doti velocistiche ancora una volta, Crugnola ha chiuso il campionato al secondo posto con 152 punti, precedendo proprio Simone Firenze a quota 142.

In gara, da segnalare anche la bella prestazione di Matteo Brizio, quarto al termine con il Casmat e Luca Maspoli, quinto al volante del suo Demon Car (Griusrallysport). Apprezzata e applaudita la partecipazione di Paolo Lunardi, patron di Planet Kart Cross Italia che ha voluto così festeggiare la chiusura di una stagione da record.

Nei side-by-side successo di Riccardo Gonella che ha saputo gestire molto bene la pressione di una categoria con numeri in crescita. Al secondo posto Duilio Lonardi (Kanam X3), nonostante un problema che ha inficiato il suo incedere nella seconda manche. Terzo posto per Claudio Esposto, che ha saputo trarre il meglio dal suo mezzo senza lesinare sullo spettacolo.

Grandioso spettacolo tra le Legend Cars. Assente il leader Maurizio Rossi, la battaglia ha contrapposto i due Borghi, Simone e Gianluca, contro Michele Mottura. Il confronto è stato appassionante: Simone Borghi ha purtroppo commesso un errore in apertura danneggiando un pneumatico che gli ha impedito di giocarsela come avrebbe voluto fino alla fine. Nella scaramuccia decisiva tra Borghi Sr. e Mottura, l’ha spuntata il primo, che ha così festeggiato la conquista del primo Trofeo Legend Cars su ghiaccio della storia.

Entrambi i contendenti hanno però dovuto arrendersi ad un super Simone La Manna, che ha conquistato la vittoria di giornata con una grande progressione completamente priva di errori.

“Che grande divertimento – ha ammesso alla fine il neo campione Gianluca Borghi, portabandiera dell’iniziativa – abbiamo iniziato questa avventura quasi per gioco, ma è stato appassionante. Dal punto di vista sportivo dovevamo sperare di vincere la terza manche con un terzo posto di Mottura e così è stato. Un grazie a BMG Motor Events e a Castelletto di Branduzzo che hanno permesso questo primo Trofeo Legend Cars su ghiaccio”.

Ghiaccio: Firenze più veloce di Tiramani e Crugnola

“El Diablo” non perdona e conquista la vittoria tra i kart-cross nel terzo round di The Ice Challenge, Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2021 organizzato da BMG Motor Events. Al volante del suo Semog Bravo (Griusrallysport), Firenze è riuscito a raddrizzare quando non era andato nel verso giusto a Livigno, dove aveva sofferto in maniera importante la concorrenza.

Sull’anello di Pragelato, tirato a lucido da patron Adriano Priotti per questa strepitosa due giorni, il pilota piemontese ha saputo interpretare al meglio il tracciato, conquistando una bella vittoria davanti Christian Tiramani ed ad un super Andrea Crugnola. “Sono davvero contento – ha detto Firenze, – siamo tornati! A Livigno ho preso una sonora bastonata, sapevo non poteva essere così e insieme alla mia squadra abbiamo lavorato sodo per capire, in quindici giorni, come migliorare le prestazioni del Semog che, sulla neve, non aveva mai corso. Bene così, non abbasseremo la guardia e ci giocheremo tutte le chances nella finale fra quindici giorni”.

Leader della serie dopo Livigno, Tiramani (Planet Kart Cross K3/Griusrallysport) è partito forte registrando il miglior tempo nelle qualifiche e nella prima manche, dimostrando di avere le carte in regola per giocarsi il campionato. Plauso da tutto l’ambiente per Andrea Crugnola. Il varesino, Campione Italiano Rally in carica, ha migliorato moltissimo il suo approccio sul Planet Kart Cross K3 (Movisport) ed ha chiuso al terzo posto assoluto.

Tra i side-by-side/buggy gran confronto tra Vittorio Gonella e Claudio Esposto, che si sono dati battaglia di manche in manche senza risparmiare lo spettacolo. Alla fine la classifica ha dato ragione a Gonella, ma va riconosciuto ad Esposto di aver guidato molto bene e in continua progressione.

Davvero entusiasmante la sfida del Trofeo Legend Cars, che dopo il debutto a Livigno ha visto i suoi protagonisti destreggiarsi con crescente maestria sul ghiaccio, in due manches da 12 giri ciascuna. Gianluca Borghi ha vinto la prima manche, approfittando dell’innevamento del figlio Simone nelle fasi iniziali.

Nonostante questo Maurizio Rossi ha avuto il guizzo vincente, e dopo il secondo posto di prima manche ha assestato il fendente decisivo nella seconda, assicurandosi una bella vittoria che ora rende la situazione di campionato incerta e quantomai croccante prima della sfida decisiva. A completare il podio Michele Mottura, che ha migliorato di giro in giro senza mai commettere errori e assicurandosi il terzo posto.

Pinzano e Tiramani agguantano la seconda prova su ghiaccio

E’ bastato girare la pista con un inedito e tecnico tracciato al Ghiacciodromo di Livigno e il round 2 di The Ice Challenge, Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio 2021 organizzato da BMG Motor Events, ha scritto una storia diversa, altrettanto appassionante e spettacolare che ha suggellato un weekend indimenticabile.

A firmare la seconda gara dell’anno è stato Corrado Pinzano su Skoda Fabia R5 (New Driver’s Team), debuttante proprio a Livigno nella serie ghiacciata tricolore, che si è tolto la soddisfazione di centrare il massimo obiettivo alla seconda uscita ufficiale dopo l’ottavo posto ottenuto al sabato. “Sono estremamente soddisfatto – ha commentato, – riuscire a stare davanti alla seconda gara a piloti che corrono sul ghiaccio da molto tempo è una grande soddisfazione per me che ho sempre corso solo su asfalto. Mi sono divertito”. Pinzano ha conquistato la Classe 3.

A completare il podio è stato Andrea Bormolini, su Skoda Fabia R5 (B.B. Racing), che dopo la vittoria nella giornata di apertura ha tentato la zampata per bissare il successo, ma ha trovato avversari ostici e agguerriti, su di un tracciato che, ridisegnato nella notte, si è fatto più sinuoso e tecnico, per certi versi più rallystico. Alle spalle di Bormolini, che ha chiuso secondo e primo di Classe 6, un altro acuto di Alberto Battistolli (Skoda Fabia R5/Scuderia Palladio), salito nuovamente sul podio al termine di un weekend per lui molto positivo con la terza piazza.

Grande spettacolo anche nei kart-cross, dove il successo è andato meritatamente a Christian Tiramani sul Planet Kart Cross K3 battente bandiera Griusurallysport A.S.D., efficace e veloce dalle qualifiche fino all’ultima manche di gara. Simone Firenze, seppure ancora non del tutto soddisfatto del comportamento sul ghiaccio del suo Semog Bravo Sport (Griusrallysport A.S.D.) ha chiuso secondo, davanti ad un grande Andrea Crugnola che alla seconda giornata sui tubolari con motore motociclistico (anche lui su Planet Kart Cross K3) si è tolto la soddisfazione del podio.

Tra i side-by-side buggy vittoria bis annunciata di Craig Breen, superstar del weekend arrivato a Livigno per divertirsi prima dell’inizio della sua stagione nel Campionato del Mondo WRC con Hyundai Motorsport. Grazie alla collaborazione con OMP gli organizzatori gli hanno consegnato anche un premio speciale. Il podio ha replicato quello del round 1, con Riccardo Gonella secondo e Claudio Esposto terzo.

Grande show offerto dalle Legend Cars, che sono scese in pista in due manches loro riservate con tutti i concorrenti in pista. Tra testacoda, sorpassi e sovrasterzi di potenza, la vittoria è andata a Simone Borghi, davanti a Michele Mottura e Alan Simoni (Scuderia AB Motor S). Premio speciale, una borsa offerta da Bell Helmets, per Rita Sammartino, giovanissima sedicenne all’esordio assoluto proprio con le divertenti hot rod. Identico riconoscimento anche per Jean Claude Vallino (Opel Astra/Meteco Corse) già protagonista al Rally Italia Talent e grande debuttante sul ghiaccio.

Premi speciali aggiuntivi, grazie alla sinergia con OMP e Bell Helmets, per le quattro ragazze che hanno battagliato in pista impreziosendo con un tocco rosa la serie ghiacciata: Roberta Gamper, Tamara Molinaro, Gabriella Pedroni e Rachele Somaschini.

Il Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio tornerà in pista domenica 24 gennaio sul tracciato di Pragelato.