Articoli

Armindo Araujo, il Serras de Fafe e l’incidente di Dani Sordo

Armindo Araujo e Luis Ramalho (Skoda Fabia R5 Evo) hanno vinto il Rally Serras de Fafe e Felgueiras, la prima gara del Campionato Portoghese Rally. La coppia del team The Racing Factory ha chiuso la gara con un vantaggio di 1’26″0 su Bruno Magalhaes e Carlos Magalhaes (Hyundai i20 R5).

Il duo del Team Hyundai Portugal è riuscito a superare Ricardo Teodosio e José Teixeira (Skoda Fabia R5), dopo aver vinto l’ultima speciale del rally. Ricardo Teodosio e José Teixeira (Skoda Fabia R5 Evo) iniziano con un podio per difendere il titolo di campioni del Portogallo. Erano 4″5 dal duo Magalhaes della Hyundai i20 R5.

In gara, durante una frenata, l’alettone della Hyundai i20 WRC (che stava testando proprio il nuovo kit aerodinamico posteriore) di Dani Sordo e Carlos Del Barrio ha toccato il braccio di uno spettatore, che è caduto a terra, e si è infortunato alla testa. Niente di grave, solo un grande spavento e la certezza che quando sbirci devi stare attento.

Al quarto posto c’erano José Pedro Fontes e Ines Ponte (Citroen C3 R5), che non sono riusciti a raggiungere il podio, finendo a 1’51″5 dalla terza posizione, ma con un vantaggio di 2’36″2 sul quinto del Campionato Portoghese Rally.

In termini generali, la coppia Citroen Vodafone Team occupa la quinta posizione finale, con Pedro Heller e Marti Marc (Volkswagen Polo GTI R5) nella quarta posizione finale. Ovviamente, dalla graduatoria finale della gara portoghese, sono stati tenuti fuori i tempi delle WRC Plus.

Armindo Araujo potrebbe lasciare la Hyundai per la Skoda

Voci ben informate del team Hyundai Portugal sostengono già da un po’, circa un mese, che Armindo Araujo, campione portoghese rally 2018, cambierà la Hyundai i20 R5 con una Skoda Fabia R5 Evo e si trasferirà di conseguenza in un altro team, sempre portoghese. 

Più Armindo Araujo sta in silenzio e più le voci si fanno insistenti. Quindi, dopo giorni di telefonate ricevute da giornalisti di mezzo mondo, e in particolare portoghesi e spagnoli, il pilota portoghese ha deciso di aprire bocca per mettere fine (forse) a tutto questo vociare.

“Non confermiamo o neghiamo ciò che viene detto. Stiamo lavorando al progetto 2020 e non appena ci saranno novità verrà comunicato”, ha laconicamente detto il driver. Ovviamente, questa risposta ha amplificato quello che sembrava essere solo un pettegolezzo.