,

Rally Motul Costa Brava: omaggio al passato

72 rally motul costa brava ndp2 1

L’Audi Quattro e la Lancia Stratos, due icone degli anni ’80, saranno al centro dell’attenzione con una partecipazione straordinaria di diverse unità di entrambi i modelli. Un evento speciale è previsto alla vigilia della prima tappa, giovedì 14 marzo, per dare il giusto risalto a questi veicoli leggendari, un fatto senza precedenti nell’ambito dei rally storici.

Il conto alla rovescia è iniziato per il 72° Rally Motul Costa Brava, un evento epocale nel mondo dei rally storici che si terrà a Girona, dal 14 al 16 marzo. Organizzato da RallyClassics, l’evento si avvicina con grande attesa e promette di essere un’edizione indimenticabile, ricca di storia, emozioni e competizione accesa.

Con meno di un mese rimanente, i preparativi sono in pieno svolgimento per rendere omaggio alla ricca eredità sportiva del rally più antico di Spagna. Quest’anno, la 72° edizione si distinguerà per la celebrazione di due leggende dell’automobilismo: l’Audi Quattro e la Lancia Stratos.

L’Audi Quattro e la Lancia Stratos, due icone degli anni ’80, saranno al centro dell’attenzione con una partecipazione straordinaria di diverse unità di entrambi i modelli. Un evento speciale è previsto alla vigilia della prima tappa, giovedì 14 marzo, per dare il giusto risalto a questi veicoli leggendari, un fatto senza precedenti nell’ambito dei rally storici.

Il 72° Rally Motul Costa Brava non solo attira l’attenzione per la sua storia e la sua eredità, ma anche per il livello di competizione che offre. Con una capienza massima di 240 iscritti, l’evento ha superato le aspettative con oltre 300 squadre che si contenderanno la vittoria sia nel FIA European Historic Rally Championship che nel campionato spagnolo.

Tra i partecipanti illustri spiccano nomi come Michele Cinotto ed Emilio Radaelli, vincitori del Rally Costa Brava del 1984 con un’Audi Quattro A2. Il ritorno di Cinotto al Rally Motul Costa Brava, insieme al suo copilota originale Radaelli, promette emozioni e ricordi di una vittoria storica. Non solo loro, ma una dozzina di Audi Quattro, inclusa la famigerata Sport Quattro, si uniranno alla competizione, mantenendo viva la tradizione e lo spirito di questa iconica vettura.

Non da meno, la presenza della Lancia Stratos, regina indiscussa dei rally negli anni ’70, aggiunge ulteriore fascino alla competizione. Con quattro unità previste per la gara, tra cui la partecipazione di piloti del calibro di Seb Pérez e Tony Fassina, il 72° Rally Motul Costa Brava offre uno spettacolo senza eguali per gli appassionati di automobilismo.

Oltre alle due leggende, la gara vede la partecipazione di numerosi altri piloti di fama internazionale e nazionale, ognuno con la propria storia e successi sulle strade del rally. Maurizio Verini, “Lucky” accompagnato da Fabrizia Pons, Simon Jean-Joseph, Ruben Zeltner, e molti altri daranno vita a una competizione avvincente e emozionante.

Ma il Rally Motul Costa Brava non è solo una questione di gare e competizione. Le categorie Regolarità e Regolarità Sport vedranno la partecipazione dei migliori specialisti nazionali e internazionali, aggiungendo un ulteriore livello di eccellenza e divertimento alla manifestazione.

Infine, il team SEAT Históricos si unirà alla festa con sei vetture per celebrare i quarant’anni della Seat Ibiza. Le due Ibiza Kit Car, vincitrici del Campionato del Mondo 2 Litri per tre anni consecutivi, saranno un punto di riferimento per gli appassionati della marca.

In conclusione, il 72° Rally Motul Costa Brava promette di essere un’edizione memorabile, forse la migliore della sua storia moderna. Con la sua combinazione di storia, competizione di alto livello e spettacolo senza eguali, è un evento da non perdere per gli amanti dell’automobilismo storico. Le due tappe, venerdì 15 e sabato 16 marzo, saranno il culmine di un fine settimana di emozioni e adrenalina, con l’omaggio all’Audi Quattro e alla Lancia Stratos che anticipa una gara epica.