Articoli

Ott Tanak festeggia il successo al Rally Sweden 2019

Toyota Gazoo Racing World Rally guida il Mondiale Costruttori

Il team Toyota Gazoo Racing World Rally festeggia la sua prima vittoria della stagione 2019 nel ​​World Rally Championship, dopo che Ott Tänak ha conquistato una vittoria schiacciante nella seconda prova stagionale, il Rally Svezia. È la seconda vittoria in tre anni per la Toyota Yaris WRC in questo evento. Tänak ha vinto anche la power stage e ottenuto il punteggio massimo.

I piloti hanno affrontato condizioni difficili durante il fine settimana, poiché le temperature calde hanno fatto sciogliere il ghiaccio e la neve. Tänak ha saputo capitalizzare la migliore posizione sabato, arrivando ad avere un vantaggio di quasi un minuto rispetto alla concorrenza. Domenica, si è occupato delle due fasi iniziali e poi è stato il più veloce nella power stage per 3″5: il giusto per prendersi i cinque punti bonus disponibili. Con Martin Järveoja, Tänak guida ora la classifica del Campionato del Mondo Rally Piloti per la prima volta nella sua carriera.

Kris Meeke ha conquistato la sesta posizione nel suo secondo rally con la squadra dopo aver aumentato il margine sul suo rivale più vicino durante l’ultimo giorno: i suoi punti hanno aiutato la squadra giapponese a rivendicare un vantaggio di un punto nel Campionato del Mondo Rally Costruttori. Jari-Matti Latvala ha vinto ma poteva fare di più. Non è stato particolarmente fortunato. Marcus Grönholm ha completato il suo rally in rimonta con la Yaris WRC a partecipazione privata.

Jari-Matti Latvala con la Toyota Yaris WRC Plus

WRC 2019: Jari-Matti Latvala al comando del Rally Svezia dopo la PS5

Il Rally Svezia si conferma una gara velocissima, in cui gli equipaggi si scambiano posizioni continuamente. Dopo il dominio iniziale di Ott Tanak, è Jari Matti Latvala a balzare al comando della gara. In pratica, la PS5 Hof-Finnskog viene vinta da Evans, ma Latvala è secondo a 3”7 dal vincitore e stacca di 1”9 Suninen, che si fa sempre più pericoloso. Tanak è solo sesto e al vertice della classifica generale, con Suninen vicinissimo si installa Latvala.

“C’era molto grip in alcuni punti ed era fangoso in altri. Non è stato il massimo dell’attacco, ma ho fatto una gara pulita“, ha detto Latvala. Suninen è stato il terzo più veloce con la Ford Fiesta, riuscendo a mantenere il secondo posto, mentre il leader Ott Tänak è sceso al terzo posto (sesto in prova), ma a soli 3,7 secondi da Latvala.

Le condizioni erano molto diverse dal passaggio di apertura di questa mattina. La forte base di ghiaccio aveva lasciato il posto a una superficie più morbida con molta ghiaia, e qualcuno ha faticato mentre “puliva” la fanghiglia dalla strada per lasciare una linea più veloce per quelli dietro.

Il primo a partire è stato Sébastien Ogier, che ha perso quasi 30 secondi per scendere dal quinto al settimo posto con la Citroën C3, mentre Thierry Neuville è andato peggio. Il belga, secondo nell’ordine di partenza, si è girato due volte con la Hyundai i20 ed è passato dal quarto al sesto posto in classifica.

Andreas Mikkelsen, alla guida dell’altra i20, e il pilota della Yaris, Kris Meeke, hanno approfittato della condizione favorevole e hanno scalato fino al quarto e al quinto posto della generale. Anche Elfyn Evans ha beneficiato dei vantaggi di una posizione di partenza arretrata. Il gallese è stato il più veloce con la Ford Fiesta ed è salito di due posizioni fino all’ottavo della classifica generale, aiutato da una divagazione di Esapekka Lappi. “Sono stato sorpreso da una breve curva a destra in quinta piena”, ha spiegato il driver della C3.

La classifica del Rally Svezia dopo la PS5

1. 10 FINJ. LATVALA 43:28.6
2. 3 FINT. SUNINEN 43:30.4 +1.8 +1.8
3. 8 ESTO. TÄNAK 43:32.3 +1.9 +3.7
4. 89 NORA. MIKKELSEN 43:50.5 +18.2 +21.9
5. 5 GBRK. MEEKE 44:00.4 +9.9 +31.8
6. 11 BELT. NEUVILLE 44:01.9 +1.5 +33.3
7. 1 FRAS. OGIER 44:02.2 +0.3 +33.6
8. 33 GBRE. EVANS 44:04.4 +2.2 +35.8
9. 4 FINE. LAPPI 44:10.0 +5.6 +41.4
10. 19 FRAS. LOEB 44:17.4 +7.4 +48.8
11. 7 SWEP. TIDEMAND 44:35.1 +17.7 +1:06.5
12. 42 NORO. VEIBY 45:21.9 +46.8 +1:53.3
13. 47 SWEJ. KRISTOFFERSSON 45:48.1 +26.2 +2:19.5
14. 21 NORM. OSTBERG 45:50.5 +2.4 +2:21.9
15. 48 FINE. LINDHOLM 45:55.8 +5.3 +2:27.2
16. 45 SWEE. BERGKVIST 46:01.5 +5.7 +2:32.9
17. 46 FINJ. HUTTUNEN 46:06.2 +4.7 +2:37.6
18. 93 NORE. BRYNILDSEN 46:12.2 +6.0 +2:43.6
19. 92 FINJ. TUOHINO 46:17.5 +5.3 +2:48.9
20. 44 RUSN. GRYAZIN 46:22.1 +4.6 +2:53.5
21. 41 JPNT. KATSUTA 46:28.6 +6.5 +3:00.0
22. 43 NORH. SOLBERG 46:43.0 +14.4 +3:14.4
23. 50 SWEP. FLODIN 47:25.0 +42.0 +3:56.4
24. 51 SWEM. MONELIUS 47:44.5 +19.5 +4:15.9
25. 25 FINK. ROVANPERÄ 47:55.8 +11.3 +4:27.2
26. 55 GBRR. YATES 47:58.5 +2.7 +4:29.9
27. 37 ITAL. BERTELLI 48:01.4 +2.9 +4:32.8
28. 34 GBRG. GREENSMITH 48:06.8 +5.4 +4:38.2
29. 94 SWEJ. JANSSON 48:12.6 +5.8 +4:44.0
30. 99 SWEA. KARLSSON 48:56.6 +44.0 +5:28.0
Thierry Neuville grintono al Rally Sweden

WRC 2019, Rally Sweden: Thierry Neuville rileva il comando

Freddo, tanto. Da poterlo esportare. Ma non basta a gelare le emozioni che questo avvio della seconda prova del WRC 2019, il Rally Sweden, riesce a regalare agli spettatori, molti dei quali letteralmente immuni alle temperature (per loro) casalinghe che hanno allietato lo shakedown e la prima PS della prima giornata di gara. Un antipasto, quello servito dal Rally Svezia, che ci ha fatto vedere Thierry Neuville grintoso e velocissimo nel test di velocità Skalla, cioè lo shakedown, per 2”2 secondi sulla Toyota Yaris di Ott Tänak.

Sébastien Ogier, vincitore della gara di apertura del WRC, il Rally MonteCarlo, non è andato oltre la decima posizione assoluta, dietro la Citroën C3. Neuville ha mostrato i chiodi ai suoi rivali, più che gli artigli, sul tratto di 6,66 chilometri innevati e ghiacciati vicino a Torsby. “Alla fine ho avuto un buon feeling in macchina. Ho faticato un po’ nel primo passaggio e ho adattato il set-up per la seconda manche e tutto poi mi è sembrato perfetto. Le condizioni della strada sono cambiate molto e man mano si poteva andare sempre più veloci, come sempre qui in Svezia”, ha spiegato Neuville.

Jari-Matti Latvala ha segnato il ritmo, prima che Teemu Suninen salisse in vetta alla classifica con la Ford Fiesta dopo il secondo passaggio. Neuville si è ripreso nella sua terza e ultima manche e, nonostante diversi piloti abbiano completato un quarto passaggio, nessuno è stato più veloce di lui. Kris Meeke è arrivato quarto, staccando Ogier di 0”2 secondi nel suo passaggio finale. Nel passaggio precedente, il britannico è stato aiutato dagli spettatori a tornare in strada. Era finito letteralmente sotto un cumulo di neve in una curva a destra. I compagni di squadra della M-Sport Ford Elfyn Evans e Suninen hanno completato la prima sestina assoluta. Le due della Fiesta erano separate da un solo decimo.

La prima prova di questa giornata è la super speciale Karlstadt: 1,9 chilometri. Che a chiamarla super viene da ridere… Il più veloce è di nuovo Neuville, che sigla un 1’34″9 e riesce a mantenere dietro, ad appena 0″8, Sebastien Ogier. Terzo tempo per Andreas Mikkelsen con 1’36″0, a 0″3 da Ogier e a 1″1 dal compagno di squadra Neuville. A ridosso del podio si inserisce Ott Tanak con 1’36″8, ad appena 1″9 da Neuville. La Toyota fa sempre più paura, ma anche Citroen avanza. Jari-Matti Latvala, con l’altra Toyota, è subito dietro Tanak a 0″1 e a 2″0 netti dal vertice della gara. Dunque, cinque equipaggi racchiudi in un fazzoletto di due secondi. Pazzesco.

A 0″7 da Latvala si piazza Suninen. Molto bravo, con la Fiesta riesce a strappare un tempone di 1’37″6. Lotta serrata nelle ultime quattro posizioni della classifica assoluta che vedono Esapekka Lappi respingere gli attacchi di Marcus Gronholm che si avvicina a 1″1. Dietro, Erik Pietarinen e Kris Meeke impattano in uno splendido ex-aequo (1’39″3), che contribuisce ancor di più a rendere splendido questo inizio della seconda prova del WRC 2019. Tamara Molinaro è ventottesima assoluta (1’45″8), mentre Lorenzo Bertelli è trentesimo (1’46″0).

La classifica del Rally Sweden dopo la PS1

1. 11 BELT. NEUVILLE 1:34.9
2. 1 FRAS. OGIER 1:35.7 +0.8 +0.8
3. 89 NORA. MIKKELSEN 1:36.0 +0.3 +1.1
4. 8 ESTO. TÄNAK 1:36.8 +0.8 +1.9
5. 10 FINJ. LATVALA 1:36.9 +0.1 +2.0
6. 3 FINT. SUNINEN 1:37.6 +0.7 +2.7
7. 4 FINE. LAPPI 1:37.9 +0.3 +3.0
8. 68 FINM. GRÖNHOLM 1:39.0 +1.1 +4.1
9. 26 FINE. PIETARINEN 1:39.3 +0.3 +4.4
10. 5 GBRK. MEEKE 1:39.3 +4.4
11. 46 FINJ. HUTTUNEN 1:39.3 +4.4
12. 33 GBRE. EVANS 1:39.7 +0.4 +4.8
13. 7 SWEP. TIDEMAND 1:39.7 +4.8
14. 21 NORM. OSTBERG 1:39.9 +0.2 +5.0
15. 25 FINK. ROVANPERÄ 1:40.3 +0.4 +5.4
16. 19 FRAS. LOEB 1:40.9 +0.6 +6.0
17. 49 SWEM. BERGLUND 1:41.0 +0.1 +6.1
18. 47 SWEJ. KRISTOFFERSSON 1:41.5 +0.5 +6.6
19. 43 NORH. SOLBERG 1:41.7 +0.2 +6.8
20. 93 NORE. BRYNILDSEN 1:42.8 +1.1 +7.9
21. 55 GBRR. YATES 1:42.8 +7.9
22. 94 SWEJ. JANSSON 1:43.0 +0.2 +8.1
23. 95 SWEJ. JONASSON 1:43.1 +0.1 +8.2
24. 34 GBRG. GREENSMITH 1:43.7 +0.6 +8.8
25. 35 POLL. PIENIAZEK 1:43.8 +0.1 +8.9
26. 92 FINJ. TUOHINO 1:44.2 +0.4 +9.3
27. 57 TURY. TIMUR 1:45.2 +1.0 +10.3
28. 48 FINE. LINDHOLM 1:45.3 +0.1 +10.4
29. 56 ITAT. MOLINARO 1:45.8 +0.5 +10.9
30. 53 SWEL. STUGEMO 1:45.8 +10.9
31. 37 ITAL. BERTELLI 1:46.0 +0.2 +11.1
32. 41 JPNT. KATSUTA 1:46.3 +0.3 +11.4
33. 42 NORO. VEIBY 1:46.8 +0.5 +11.9
34. 45 SWEE. BERGKVIST 1:48.6 +1.8 +13.7
35. 99 SWEA. KARLSSON 1:49.2 +0.6 +14.3
36. 44 RUSN. GRYAZIN 1:49.3 +0.1 +14.4
37. 50 SWEP. FLODIN 1:49.9 +0.6 +15.0
38. 71 SWED. RADSTROM 1:50.9 +1.0 +16.0
39. 76 LVAM. SESKS 1:51.0 +0.1 +16.1
40. 74 SWET. KRISTENSSON 1:51.3 +0.3 +16.4
41. 72 ESTK. TORN 1:51.5 +0.2 +16.6
42. 54 SWEJ. ROMAN 1:52.2 +0.7 +17.3
43. 73 DEUJ. TANNERT 1:52.8 +0.6 +17.9
44. 51 SWEM. MONELIUS 1:52.9 +0.1 +18.0
45. 79 ROUR. BADIU 1:53.1 +0.2 +18.2
46. 104 FRAA. FOURMAUX 1:56.1 +3.0 +21.2
47. 77 GBRT. WILLIAMS 1:57.6 +1.5 +22.7
48. 81 ITAE. OLDRATI 1:57.9 +0.3 +23.0
49. 75 ESTR. POOM 1:57.9 +23.0
50. 80 DEUN. KNACKER 1:59.0 +1.1 +24.1
51. 82 PRYF. ZALDIVAR 1:59.1 +0.1 +24.2
52. 52 SWEA. ERIKSSON 1:59.2 +0.1 +24.3
53. 83 USAS. JOHNSTON 2:00.2 +1.0 +25.3
54. 78 ESPJ. SOLANS BALDO 2:00.5 +0.3 +25.6
Jari-Matti Latvala sta testando la Yaris in Svezia

WRC Rally Sweden, Jari-Matti Latvala: ‘Voglio stabilire il record’

In Toyota sono pronti ad affrontare con la Yaris WRC il Rally Sweden, palco che li ha visti segnare la loro prima vittoria, oltre che seconda prova della stagione ​​World Rally Championship 2019. I piloti Ott Tanak, Jari-Matti Latvala e Kris Meeke cercano di partire al meglio e si ripromettono di migliorare la prestazione del Rally MonteCarlo. Insomma, se tutto va male ne vedremo delle belle anche in questo appuntamento. Pensate se tutto va bene… Anche perché Citroen e Hyundai in particolare, ma anche M-Sport, non stanno a guardare e stanno preparando le dovute contromisure.

Un aspetto molto importante da considerare è che al Rally Svezia, i chiodi negli pneumatici forniscono un grip notevole, contribuendo a renderlo uno degli eventi più veloci della stagione. I piloti e copiloti possono “appoggiare” le auto sui bordi innevati e ghiacciati della strada per non perdere velocità. In condizioni climatiche più calde non si potrebbe ottenere questo mix perfetto tra settaggi e prestazioni.

Il rally ha sede a Torsby, vicino al confine con la Norvegia, dove si svolge gran parte dell’azione del venerdì. La super speciale inaugurale è prevista a Karlstad, giovedì. Con un percorso in gran parte invariato rispetto al 2018, i classici palcoscenici svedesi Hagfors e Vargåsen sono in programma sabato con il ritorno della Rämmen. Il rally si conclude domenica con la power stage che termina al parco di servizio Torsby, dopo due giri sul test di Likenäs.

Latvala è il pilota quattro volte vincitore al Rally Svezia (una vittoria, la prima, con la Yaris WRC due anni fa). Per la prima volta, anche una quarta Yaris WRC sarà in azione per l’evento, guidata dal ritorno del due volte campione del mondo Marcus Grönholm e iscritto come pilota indipendentemente dal proprio team GRX.

“Il rally di quest’anno di quest’anno sarà molto speciale per me. Qui sono diventato il più giovane vincitore di una gara del WRC, e ora sono pronto a diventare il pilota WRC più esperto, nello stesso evento, cercando di stabilire il record solo undici anni dopo. Al momento abbiamo una buona quantità di neve qui in Finlandia e mi aspetto che le condizioni siano simili in Svezia, quindi dovremmo disputare un bel rally invernale. Speriamo di poter lottare per un altro grande risultato come in Svezia 2017 con la prima vittoria della Yaris WRC. Devo solo avere la giusta sensazione di guida, che mancava a MonteCarlo”.

Ott Tanak corre velocissimo verso il podio del Rally MonteCarlo

Riflessioni post Rally MonteCarlo di Toyota Gazoo Racing

Il giorno dopo il Rally MonteCarlo 2019 le reazioni sono varie. E se Seb Ogier festeggia il suo settimo successo al Monte e Citroen Racing la sua centesima vittoria nel WRC, proprio nell’anno del centenario della nascita, Toyota Gazoo Racing festeggia il miracolo compiuto da Ott Tanak, che con una rimonta disumana ha rimesso i piedi sul podio e ha regalato alla Casa giapponese un bellissimo terzo posto.

“È stato un ottimo risultato per tutti noi. Un risultato molto positivo, abbiamo ottenuto alcuni punti per il campionato, siamo stati i più veloci su nove delle quindici prove, a dimostrazione delle ottime prestazioni della nostra vettura. Anche Meeke è stato particolarmente impressionante nel suo primo rally con noi, penso che abbia mandato un avvertimento a tutti gli altri per il resto della stagione e credo che tutti lo terranno d’occhio”, spiega il team principal Tommi Mäkinen.

“Sono molto contento di questo podio, dopo venerdì non avevo grandi speranze, sono stupito di essere riuscito a recuperare tutto questo tempo sull’asfalto in condizioni relativamente asciutte. Nell’ultima giornata siamo andati benissimo e questo ci ha permesso di recuperare una buona posizione alla fine. Sono contento della squadra, della mia squadra, e della macchina, abbiamo fatto un lavoro perfetto sabato e domenica e dovremmo sentirci tutti orgogliosi di noi stessi”, ha detto Ott Tanak.

Anche Jari-Matti Latvala riconosce che “è stata una lotta serrata per tutto il weekend, ma non ero al mio meglio, devo dire. Sono deluso dal fatto che mi è sfuggito il quarto posto, ma ora mi rendo conto di aver fatto un errore nel nostro test e di aver sviluppato il tipo sbagliato di setup per il rally: per questo motivo, la mia auto andava sempre in sottosterzo. Abbiamo avuto un weekend pulito senza errori e abbiamo segnato alcuni punti importanti. Aiuta a iniziare la stagione: sappiamo che l’auto è in grado di vincere”.

“Vincere la Power Stage è stato incredibile: abbiamo fatto un solo miglior tempo in questo weekend, ma lo abbiamo fatto quando era importante farlo, altri piloti stavano ancora lottando per le loro posizioni fino alla fine, quindi mettersi in gioco e andare via con i cinque punti è grandioso. Abbiamo avuto problemi tecnici questo fine settimana che hanno condizionato il nostro risultato, il quarto sarebbe stato possibile. Il feeling con la macchina è buono. Dobbiamo rimanere concentrati e guardare avanti, alla Svezia”, conclude Kris Meeke.