Articoli

Sequestrate auto e case a Latvala per presunta evasione

Le autorità fiscali finlandesi hanno sequestrato tutte le proprietà di Jari-Matti Latvala a garanzia di un pagamento che pretendono, ritenendolo colpevole di evasione (nessuno è colpevole fino alla condanna definitiva, quindi si tratta di presunta evasione fiscale). Se il pilota pagherà l’importo richiesto in tempo, potrà recuperare le sue proprietà. “È successo davvero”, ha confermato Latvala attraverso Ilta-Sanomat.

Incredibile ma vero. Al limite del surreale. Ma il periodo è quello che è. “Mi sono stati confiscati tutti i beni immobili e alcune macchine. È stata una sorpresa spiacevole per me e sono confuso da una tale decisione. Tuttavia, è una decisione di routine in una situazione del genere”, ha spiegato Latvala

Secondo le autorità finlandesi, per pagare meno tasse, Latvala si sarebbe trasferito a Monaco nel 2009. Per Latvala, però, Monaco è la sua città, quella in cui ha la casa principale. Ma, il fisco finlandese non la pensa così e, secondo i funzionari, Latvala trascorre più tempo in Finlandia che a Monaco e deve quindi pagare l’imposta per intero al Paese di nascita.

“Come ho già detto in precedenza, l’ufficio delle imposte ha calcolato le tasse per diversi anni e ha preso la propria decisione”, ha detto Latvala, aggiungendo che ha presentato ricorso. Secondo Ilta-Sanomat , la controversia riguarda il periodo 2014-2015 e l’importo richiesto dal Tax Board può raggiungere 5-6 milioni di euro. Secondo Latvala, di questa cifra ne è stata già pagata una parte significativa.

“Anche se la controversia è ancora in corso, ho fatto del mio meglio e ho pagato le tasse finora per dimostrare la mia disponibilità a collaborare. Ecco perché la mossa dell’ufficio delle imposte è stata una tale sorpresa per me.”

Parola di Jari-Matti Latvala: il più grande di sempre? Sebastien Loeb

“Il più grande di sempre? Sebastien Loeb”. A dirlo è Jari-Matti Latvala. Ma andiamo con ordine. Sulla pagina Instagram del WRC (World Rally Championship), è stato fatto un sondaggio tra i tifosi per votare il miglior pilota di rally della storia. Il migliore in assoluto.

Purtroppo, essendo stato organizzato da persone non eccelse nella storia dei rally, in questo sondaggio non erano presenti Sandro Munari o Henri Toivonen, tanto per citarne due su tutti. La situazione paradossale ha voluto, comunque, che in finale ci arrivassero due pezzi da 90: Sebastien Loeb e Carlos Sainz.

Tra Sebastien Loeb e Carlos Sainz ha vinto lo spagnolo, ma non tutti sono d’accordo su questa scelta. Uno dei tanti che ha voluto dire la sua c’è il pilota finlandese Jari-Matti Latvala, autore non solo di quattro secondi posti, ma anche testimone dell’ascesa di Sebastien Loeb, dai duelli con Solberg fino al dominio dei giorni nostri. Ascesa, quella del francese, che ha “segato” sia lui che Mikko Hirvonen.

Jari-Matti Latvala ha precisato: “Se parliamo del più grande di sempre, è scontato dire Sebastien Loeb. Ha vinto nove mondiali con lo stesso Costruttore, nella maniera più straordinaria possibile. Ha fatto pochissimi errori, e quando cadeva si rialzava sempre senza problemi. Ed è anche un’ottima persona, molto umile e onesto”.

Jari-Matti Latvala parte dalla Svezia, poi altre due gare

Jari-Matti Latvala parteciperà ad alcune gare del Campionato del Mondo Rally nel 2020, come da lui stesso anticipato. Il pilota finlandese inizierà il suo programma iridato a partire dal Rally di Svezia e inizierà con una grande novità. Al suo fianco ci sarà Juho Hanninen.

Jari-Matti Latvala dovrebbe partecipare, come da sue previsioni, anche a due ulteriori gare quest’anno. E sempre senza Miikka Anttila, che invece sarà alla destra di un altro driver finlandese, Eerik Pietarinen. In Svezia, insieme a Sebastien Ogier, Elfyn Evans e Kalle Rovanpera ci saranno, dunque, anche Latvala e Takamoto Katsuta.