,

Latvala non era all’Acropolis: correva in Giappone sulla Rally2

Latvala, Hokkaido Rally 2023

Una volta indossato il casco, Latvala ha dominato con successo una competizione in cui ha ottenuto la prima vittoria con la Rally2 numero 1 creata dalla Toyota, il tutto sotto l’occhio vigile di Akio Toyoda, il principale sostenitore del programma agonistico della casa giapponese.

Jari-Matti Latvala e Juho Hänninen erano in Giappone per partecipare all’Hokkaido Rally, uno degli eventi più importanti del Campionato Rally Giapponese. Il duo finlandese ha corso con la Toyota GR Yaris Rally2 Concept, vettura che è in fase di test nel campionato dagli occhi a mandorla prima di lanciarla a livello internazionale.

L’ex pilota del WRC e attuale team manager della Toyota Gazoo Racing WRT, infatti, era assente all’Acropolis Rally in Grecia, proprio perché stava testando “in loco” l’attuale livello raggiunto dalla vettura che inizierà ad essere commercializzata tra poche settimane. La loro presenza a questo evento ha assunto un significato speciale poiché il rally si è svolto sulle montagne che circondano il quartier generale Toyota.

Una volta indossato il casco, Latvala ha dominato con successo una competizione in cui ha ottenuto la prima vittoria con la Rally2 numero 1 creata dalla Toyota, il tutto sotto l’occhio vigile di Akio Toyoda, il principale sostenitore del programma agonistico della casa giapponese. In questo test, non solo Latvala-Hanninen hanno ottenuto la vittoria, ma hanno anche aggiunto una soddisfacente doppietta poiché Norihiko Katsuta, il padre di Takamoto Katsuta, ha concluso al secondo posto con la seconda GR Yaris Rally2.

Riguardo alla sua esperienza in Giappone al volante della nuova Toyota GR Yaris Rally2, Jari-Matti Latvala ha detto che si ritiene soddisfatto del lavoro svolto dai suoi uomini e che si è divertito molto a guidare quella vettura su quelle strade: “Abbiamo avuto un fantastico fine settimana qui in Giappone. La GR Yaris Rally2 si è comportata molto bene e sono super soddisfatto della vettura. Non solo ha funzionato molto bene, ma è anche molto facile da guidare”.