,

Rally2 Plus: “Al meeting Fia può succedere di tutto”

jari matti latvala

Latvala sottolinea ulteriormente la necessità di garantire che tutti i produttori di automobili attuali rimangano coinvolti, o idealmente che il numero di produttori aumenti. Questa prospettiva, ammette, presenta una sfida formidabile.

Il panorama dei rally potrebbe subire significative trasformazioni mentre la Fédération Internationale de l’Automobile (FIA) contempla decisioni cruciali per il futuro dello sport. Dopo aver discusso con numerosi portatori di interesse e persino condotto un sondaggio tra gli appassionati, la FIA si trova a un bivio, ponderando l’inclusione dei veicoli Rally2 nella categoria principale a partire dalla prossima stagione, o la creazione di una categoria “Rally2+” distintiva.

Jari-Matti Latvala, team principal della Toyota Gazoo Racing, afferma la sua prontezza per tali cambiamenti. “Sono mentalmente preparato per la possibilità di cambiamenti rapidi. Queste modifiche potrebbero entrare in vigore già nel 2025. Dobbiamo prepararci, anche se nulla è certo ancora”, dichiara Latvala.

Latvala sottolinea ulteriormente la necessità di garantire che tutti i produttori di automobili attuali rimangano coinvolti, o idealmente che il numero di produttori aumenti. Questa prospettiva, ammette, presenta una sfida formidabile.

“Naturalmente, la questione deve essere esaminata da tutte le prospettive. I tifosi sono una parte cruciale di questo sport. Senza di loro, non ci sarebbero potenziali acquirenti di auto, e senza di loro, non ci sarebbero appassionati di questo sport. Perciò, non è affatto una cattiva idea chiedere la loro opinione”, Latvala elabora in una dichiarazione al media finlandese Rallit.

Latvala sottolinea la necessità di un approccio completo per affrontare la questione da molteplici angolazioni: il punto di vista dei produttori di automobili, dei tifosi e delle considerazioni regolamentari. “Dobbiamo elaborare una sintesi in modo tale che la questione venga esaminata da varie prospettive. Dobbiamo trarre una formula per raggiungere un consenso su tutti i fronti,” enfatizza.

L’eventuale integrazione dei veicoli Rally2 nella categoria principale segna un momento significativo per i rally. Non solo significa un potenziale cambiamento nel panorama competitivo, ma sottolinea anche l’adattabilità dello sport nell’accogliere l’innovazione pur preservando il suo ethos fondamentale.

Mentre la FIA valuta le sue opzioni, gli stakeholder attendono con impazienza l’esito, consapevoli delle implicazioni di vasta portata che queste decisioni comportano per il futuro dei rally. Che i Rally2 trovino il loro posto nell’apice dello sport o diano origine a una nuova categoria, l’essenza dei rally rimane radicata nella sua capacità di catturare gli appassionati di tutto il mondo con la sua combinazione di velocità, abilità e spettacolo.