Luca Rossetti, Rally di Alba 2021

CIWRC: la sfida tra Fontana e Rox va al friulano

Gara complicata quella di Alba. Dura. Faticosa. Calda. E da quelle strade infuocate, su cui si è corso domenica 13 giugno con 39 gradi nell’aria e oltre 50-60 gradi negli abitacoli, esce il leader indiscusso della gara: Luca Rossetti con la Hyundai i20 R5 vince con un esiguo vantaggio di 4″6. Esattamente così, il Campionato Italiano WRC che di World Rally Car ne ha appena due, viene vinto da una R5. Bravo Rox, non c’è dubbio, ma i dubbi a questo punto assalgono l’utilità (o l’inutilità) di questa serie.

Per fortuna Alba vive del suo e sarebbe una grande attrazione anche fuori da questa serie, con l’augurio dei tifosi che ormai da oltre due anni già la sognano nel CIR. Pedersoli, con la DS3 WRC ha vinto le PS1 e PS3. Si diceva che dava spettacolo. Fatto sta che si è ritirato prima di che partisse la PS7. Rossetti ha vinto la PS2 e la PS4. Da lì in poi, Fontana ha ingranato la quinta e ha vinto la PS5, la PS6 e la PS7.

A due prove dal termine, erano solo 3″6. Rox attacca e vince per 1″9. Il vantaggio nella generale del driver friulano diventa ad una speciale dalla fine della gara di 5″5. Fontana vede sfuggire un successo accarezzato e di cui certamente aveva bisogno per la fiducia e per l’umore. Se il secondo giro di prove era risultato sporco per via degli eccessivi tagli, come ben sanno gli equipaggi ufficiali Hyundai, le due WRC Plus hanno forato entrambe, il terzo giro era ancora peggio. Ma Rox probabilmente lo immaginava e per questo ha costruito il suo vantaggio sin dall’inizio.

Terzo è il nuovo pupillo dell’ingegnere di Cuneo, Josh McErlean, davanti a Andrea Carella e a Elwis Chentre. Se l’Irlandese è stato bravo, altrettanto lo è stato il pilota emiliano e anche quello valdostano. Sesto è Giuseppe Testa. Per quanto riguarda il Clio Trophy Italia, con una condotta di gara pulita e regolare Davide Nicelli, navigato da Tiziano Pieri con la Clio preparata dalla HK Racing, è riuscito a centrare una vittoria che lo lancia al comando del trofeo Renault.

Infine, al Rally Alba arriva la prima vittoria nella Suzuki Rally Cup per Igor Iani e Nicola Puliani. Il quarto round del monomarca organizzato da Suzuki Italia e riservato alle Suzuki Swift è andato, con merito, tra le mani del giovanissimo ossolano, uno dei piloti emergenti del trofeo. È sua la migliore R1 giapponese, nella versione Hybrid, tra le 16 partenti nell’evento affiancato stavolta al Campionato Italiano WRC. Iani infatti si è fatto trovare pronto già dalle prime prove speciali, quando il secondo crono della gara si è rivelato subito decisivo.

Video di William Niati

RS e oltre di giugno 2021:condividiamo passione

Copertina RS e oltre giugno 2021