Yves Matton chiede le Rally1 ibride nei campionati nazionali

Yves Matton chiede le Rally1 ibride nei campionati nazionali

La FIA sta lavorando per far sì che la nuova generazione di auto da rally ibride, Rally1, possa correre in tutto il mondo anche nei campionati nazionali. L’arrivo della WRC Plus nel 2017 ha portato un’evoluzione importantissima nei rally. Con l’avvicinarsi del 2022 e, quindi, della nuova generazione di vetture top nei rally, il Yves Matton ha chiarito che “per quando riguarda i campionati nazionali, sono le federazione di ciascun Paese a decidere se possono essere utilizzate questa tipologia di vetture, oppure no. La FIA non vieta la vendita o l’utilizzo di auto da rally attuali per i campionati nazionali. Ora stiamo provando a vedere se possiamo facilitare l’immissione delle Raly1 ibride nei rally nazionali”.

“Quando parlo dei campionati nazionali, non pretendo che le Rally1 debbano lottare per il titolo assoluto o per la vittoria assoluta della gara. Non è necessario che questa vettura sia in lotta contro vetture molto meno efficienti in termini di prestazioni. Ma ci sono piloti interessati a guidarle in alcuni rally. Sono piloti che vogliono divertirsi e questo tipo di auto è certamente la più sicura di tutte quelle che corrono nelle prove speciali dei vari Stati del mondo”.

Parole importanti e piene di buon senso quelle pronunciate da Yves Matton. Infatti, mentre la stragrande maggioranza attendeva con impazienza l’arrivo delle auto da rally più veloci di sempre, appassionati e addetti a lavori erano molto più preoccupati della combinazione tra potenza e deportanza. E pensavano agli alberi. Però, alla fine, l’evoluzione del 2017 si è dimostrata sicura più di qualsiasi altra auto del WRC.