WRC: guida alle prove speciali del Rally Italia Sardegna

Tutto pronto in Sardegna per l’edizione numero diciotto del Rally Italia Sardegna, valido come quinta prova del Mondiale WRC. La gara dopo diverse edizioni torna ad Olbia, coinvolgendo quindi nuovi territori, oltre alla conferma di vecchi cavalli di battaglia del RIS. Scopriamo assieme, in questa piccola guida, alcune informazioni sul percorso e sulle località coinvolte dall’edizione 2021.

Giovedì 3 giugno

LOIRI PORTO SAN PAOLO (Km 2.89)

Prima novità di questo RIS 2021 è sicuramente lo Shakedown nel territorio comunale di Loiri Porto San Paolo, a circa 20 km dal service park di Olbia. Lo start è posto nei pressi del piccolo borgo di Grianatoggiu, facilmente raggiungibile da Olbia dalla SS131 DCN. Lungo quasi 3 chilometri (2,89 per l’esattezza) è ricavato su un tracciato molto veloce con alcuni passaggi terra-asfalto-terra molto spettacolari. Nel finale è presente un avvallamento con probabile salto per le vetture. Partenza prima vettura alle 09.01 del 03 giugno, lo stesso tracciato sarà utilizzato anche dai piloti del CIRT e del CIR Junior nel pomeriggio.

Venerdì 4 giugno

PS1 FILIGOSU – SA CONCHEDDA (Km 22.29)

Altra parziale novità di questa edizione, visto che la prova si percorrerà in senso inverso rispetto alle precedenti edizioni. Spettacolare, subito dopo la partenza, l’attraversamento del guado di “Su Filigosu”, da lì in poi la prova sale attraversando i cantieri forestali di “Monte Lerno” e “Sa Conchedda”, terminando nei pressi del nuraghe Ruju, nel territorio comunale di Buddusò. Uno dei tratti più interessanti è situato a metà prova con il passaggio vicino ad alcuni laghetti (attorno al km 16) e sul parco eolico di Sa Conchedda (Km 17.5). Inediti i tratti cronometrati che vanno dal km 10.08 al km 12.17 e dal km 15.04 a fine prova. Prova medio-veloce in salita, questo tratto cronometrato sarà utilizzato anche dai piloti della gara CIRT/CIR Junior.

PS2/4 TERRANOVA (Km 14.36)

Torna a disputarsi dopo alcuni anni di assenza (2017). La prova speciale è un mix di quelle corse nelle passate edizioni del RIS, si presenta molto insidiosa con un mix di tratti lenti e veloci, intervallati da uno spettacolare innesto terra-asfalto-terra situato a metà prova con passaggio tra due cancelli. Questo tratto cronometrato sarà utilizzato dalla gara CIRT/CIR Junior.

PS5/7 TEMPIO PAUSANIA (Km 12.08)

Identica alla versione 2020, la prova di Tempio Pausania è una delle prove più lente dell’intera gara con una media che difficilmente supererà i 75 km/h. La partenza è nella periferia della città gallurese, più precisamente a Rinaggiu. La prova ha una careggiata stretta che non permette, come detto precedentemente, medie elevate. Molto interessante, anche se difficile da raggiungere (fuoristrada), il tratto di San Giorgio con un mix di tornantini spettacolari immersi nella campagna gallurese. Altro punto interessante a tre quarti di prova è il passaggio vicino alla chiesetta di San Bachisio, successivamente tratto finale molto guidato e lento, dove si sfiorano le rocce che affiorano dalla vegetazione gallurese (interessante per i fotografi).

PS6/8 ERULA – TULA (Km 14.97)

Altra prova che ha subito un lifting rispetto al 2020, si presenta più corta, ma molto più veloce rispetto alla conformazione 2020. La PS si può dividere in tre parti, i primi 3 chilometri circa molto guidati ma comunque veloci, da lì in poi la strada diventa più veloce, favorita dal passaggio nel parco eolico di “Sa Turrina Manna” (sicuramente il punto più spettacolare e veloce della prova con una serie di salti lunghi molto interessanti). Nel tratto finale, gli ultimi 3 km, la prova entra nel cantiere forestale “Coghinas” con strada che diventa molto lenta e nel sottobosco, in caso di pioggia è possibile anche la presenza di uno o due piccoli guadi con fondo che tende a diventare simile al “Wales”.

Sabato 5 giugno

PS9/11 COILUNA – LOELLE (Km 15)

Prova quasi identica alla versione 2020. Partenza dal laghetto del cantiere forestale “Coiluna” da lì la prova si butta a capofitto verso il famoso salto di Crastazza per poi scendere verso la zona di Punta Pianedda e far rotta verso il circuito “Buddusò Arena”, attenti qua a possibili importanti novità per gli appassionati delle foto da copertina. Il finale è il classico tornante di Loelle con fine prova davanti al nuraghe. Si annuncia come una delle prove più veloci dell’intera gara.

PS10/12 LERNO – MONTI DI ALA’ (Km 22.08)

Altra prova rimasta identica rispetto alla scorsa edizione, altra prova che si annuncia molto veloce con medie che potrebbero superare i 100 km/h. La prova è famosa per presentare al suo interno il mitico salto “Michy’s Jump”, reso celebre dai vari filmati trasmessi in tutto il mondo da WRC All live. Altri posti molto interessanti sono il passaggio vicino al laghetto Lerno (Km 4.92) e i vari passaggi tra le pale eoliche da metà prova in poi, tratti velocissimi da pelle d’oca.

PS13/15 BORTIGIADAS – AGGIUS – VIDDALBA (Km 14.7)

Prova inedita per il RIS. La prova parte appena fuori dall’abitato di Bortigiadas per salire verso il territorio comunale di Aggius, su un tratto di strada che porta alla mente degli appassionati di rally, tante belle immagini del Rally Costa Smeralda che ha fatto la storia del rally nel mondo. Stupendo il finale di PS per i panorami mozzafiato (dalla parte di più alta si domina fino alla Corsica), sia sotto il punto di vista della guida, con pezzi velocissimi e con ampia visibilità.

PS14/16 SEDINI – CASTELSARDO (Km 13.03)

Prova identica a quella della scorsa edizione ma accorciata di 1,7 chilometri sul finale di prova. PS più o meno lenta (media di 80 km/h), presenta dentro essa tratti molto veloci ma insidiosi visto che si corre tra stretti muretti a secco. Nel tratto centrale si ha la presenza di un tratto su asfalto, più precisamente nei pressi della frazione di San Giovanni (Roccia dell’Elefante), una volta tornati su terra la prova diventa più lenta e guidata con la strada che sale verso Monte Ossoni. Spettacolare il passaggio con Castelsardo sullo sfondo della prova, foto che ormai è diventata simbolo della gara dopo una splendida intuizione dell’organizzazione.

Domenica 6 giugno

PS17/19 ARZACHENA – BRANIATOGGHIU (Km 15.25)

Prova che riprende in gran parte la conformazione della prova usata nel 2009. Poco prima della famosa cava di “Marche” ci potrebbe essere qualche salto di traverso. Questa PS potrebbe essere una delle più veloci del rally, specialmente nella seconda e terza parte. Cercheremo di capire come si comporteranno i campioni del WRC nel tratto inedito che costeggia il fiume Liscia, poco prima del fine PS.

PS18/20 AGLIENTU – SANTA TERESA (Km 7.79)

Altra novità del RIS 2021 è la nuovissima power-stage che sarà svolta nel bellissimo scenario di Rena Majore. Prova completamente diversa dall’Argentiera, quindi non paragonabile alla PS della Nurra, hanno caratteristiche totalmente differenti. Il fondo è molto compatto e veloce, soprattutto da metà PS in poi, che in passato veniva spesso utilizzato dal Rally Costa Smeralda (famosa la foto di Verini con il 131 e nello sfondo la bellissima spiaggia di Rena Majori. All’interno della prova sono presenti un “jump”, un piccolo guado e un’innesto terra-asfalto-terra. Mozzafiato sarà il podio della Powerstage che sarà installato nella spiaggia di Rena Majori.

Dal 5 giugno 2021 in edicola. Non lo trovi? Prenotalo tramite il tuo edicolante di fiducia!

Copertina RS e oltre giugno 2021