Neuville il più veloce nel crono d’apertura a Olbia

Il Rally Italia Sardegna 2022 si apre con l’inedito crono disputato dentro Olbia. Una speciale show veloce (visto che la media a sfiorato gli 80 km/h) disegnata tra il lungomare cittadino e il quartiere Tilibbas che ha raccolto una bella cornice di pubblico desideroso di ammirare i piloti del WRC.

A siglare il miglior tempo è stato Thierry Neuville, il belga al volante della Hyundai i20 rally1 ha fermato i cronometri sul 2’26”8 (media 79.2), mettendosi dietro un poker di vetture Toyota. “Ho fatto una buona speciale. Siamo di fronte ad un rally difficile e insidioso, sarà interessante vedere la scelta per gli pneumatici per la giornata di domani. Alle spalle del belga chiude Takamoto Katsuta, il pilota nipponico ha concluso la prova con un ritardo di appena cinque decimi da Neuville, è anche lui focalizza il suo discorso sulle difficoltà che lo attendono nella temutissima giornata di domani: “La prova è andata bene, nonostante fosse più scivolosa di quello che mi aspettavo. Sarà un fine settimana molto difficile, devo guidare in modo intelligente evitando errori”.

Terzo tempo per Elfyn Evans, seguito da Esapekka Lappi e dal leader del campionato Kalle Rovanpera che impattano in un ex-aequo. Sesta e settima piazza per le altre due i20 Rally1 in gara, quelle di Ott Tanak e Dani Sordo. Per trovare la prima delle Puma Rally1 dobbiamo scendere in ottava posizione con Adrien Fourmaux, il francese si toglie il “lusso” di precedere i compagni squadra Craig Breen, Gus Greensmith e Pierre-Louis Loubet, che chiudono in nona, decima e undicesima posizione.

Nel WRC2 Open miglior tempo per il boliviano Marquito Bulacia (Skoda Fabia rally2), seguito dal polacco Mikolaj Marczky (Skoda Fabia rally2) e dall’estone Georg Linnamae (Volkswagen Polo GTi R5), che occupano anche il podio provvisorio del WRC2 Junior. Nel Masters scratch per Freddy Loix, il belga alla sua prima partecipazione al Sardegna precede il nostro Mauro Miele e il greco Jourdan Serderidis, anche lui deb in Sardegna. Nel WRC3 miglior crono per il ceco Jan Cerny, terzo tempo per Enrico Brazzoli.