Thierry Neuville

Neuville sfida Ogier: ”È lui l’uomo da battere”

Quando pensiamo ai protagonisti del Mondiale Rally degli ultimi anni, uno dei nomi che ritorna ricorrente nella mente degli appassionati è sicuramente quello di Thierry Neuville. Il pilota di Sankt Vith, 33 anni da compiere il prossimo giugno, ha esordito nella serie iridata nel 2012, prendendo parte all’intera stagione a bordo di una DS3 WRC del Citroën Junior Team.

Dopo la breve parantesi del 2013 con M-Sport, dal 2014 è in forza al team Hyundai Motorsport con il quale ha conquistato ben 13 vittorie e 24 podi iridati. Di certo rimarranno impresse nella storia di questo sport i due strabilianti successi ottenuti in Argentina nel 2017 e in Sardegna nel 2018, arrivati al fotofinish dopo una splendida battaglia con Elfyn Evans e Sebastién Ogier.

Purtroppo, in questi anni al pilota belga è sfuggita la vittoria del titolo iridato, terminando in ben cinque occasioni al secondo posto in Campionato. Un sogno solo accarezzato che, forse con pizzico di fortuna in più e con qualche errorino di meno, avrebbe potuto far suo. Ma come si dice: con i se e con i ma non si va da nessuna parte. E invece Neuville è uno che di strada ne ha fatta tanta, diventando in assoluto il punto di riferimento di tutti i piloti Hyundai nel WRC. Colui che tiene unita la squadra e che si sacrifica per la “ragion di Stato”.  

Bisogna dire pure che al pilota della Hyundai comincia ad andare un po’ stretta l’etichetta di “eterno secondo” ed anche per questa stagione ha lanciato il guanto di sfida a Sébastien Ogier per la lotta al titolo iridato. “Lo inseguo da un paio di anni. So di poter contare sulla squadra e la macchina giusta, quindi ora tocca a noi”. Ha dichiarato Thierry Neuville. “Voglio ancora vincere il titolo con Sébastien Ogier ancora in attività perché è molto importante per noi lottare contro i migliori. Se Ogier si ritira, vuol dire che uno dei migliori è andato via. Ovviamente ci sono altri ottimi piloti nel Campionato, ma per piacere personale sarebbe prezioso vincere il titolo quando c’è Sébastien. Questo è il motivo per cui vogliamo tenerlo con noi: tutti vogliono riuscire a battere il migliore del Campionato”.

Guardando al futuro, il belga è davvero contento del vedere il suo Paese entrare a far parte del calendario iridato, grazie al Renties Ypres Rally Belgium (13-15 agosto) valido come nono appuntamento della stagione 2021. “Anche quest’anno il calendario è entusiasmante ed avremo alcuni nuovi eventi. Nuove località, nuove sfide davanti a noi, e non vedo l’ora di affrontare tutto questo”.