M-Sport Puma Rally1, Rally Portugal 2022

M-Sport si prepara a dare l’assalto al Rally del Portogallo

L’attesissimo evento segna le celebrazioni del 50° anniversario del FIA World Rally Championship. Il Rally del Portogallo è stato protagonista della stagione inaugurale del WRC ed è l’evento che quest’anno celebrerà mezzo secolo di storia, con auto storiche e personaggi che faranno la loro comparsa nel corso del fine settimana. In tandem con le celebrazioni per l’anniversario a Porto, M-Sport Ford continua ad arricchire i libri di storia con la prima volta di cinque vetture nell’era della nuova ibrida Rally1 del WRC.

Nonostante la reputazione del Portogallo di essere particolarmente duro e fisicamente impegnativo sia per gli equipaggi che per le auto, il team M-Sport ha fornito ottime prestazioni nell’evento nel corso degli anni con una vittoria assoluta nel 2017 e una doppietta podio l’anno successivo.

Il ritorno di Loeb nel team porta con sé l’esperienza nel rally portoghese, comprese due vittorie assolute e altri due podi dalla sua prima uscita nell’evento nel 2007. Il francese sarà affiancato dalla copilota Isabelle Galmiche, che ha accompagnato Loeb all’80° vittoria da record al Rally di Monte-Carlo a gennaio. L’evento ospita alcune delle PS più famose del rally, tra cui l’iconica prova speciale Lousada del venerdì e la PS di Fafe di domenica, che presenta uno dei salti più spettacolari del WRC all’interno della PS finale di 11 km.

Sebastian Loeb

“Il primo contatto con la Puma sulla terra durante i nostri test è stato abbastanza buono, sono stato contento del feeling che ho avuto mentre lavoravamo sulle sospensioni e sul setup del differenziale. Un solo giorno di test non è molto quando è la prima volta che guidi una macchina su terra, ma alla fine sono stato contento delle sensazioni che ho avuto. Il mio obiettivo sarà quello di trovare un ritmo il più velocemente possibile, spero di essere in forma per lottare al vertice, se potessi essere non lontano dal podio sarebbe una buona prestazione. La pulizia delle strade è sempre una sfida in questo tipo di rally se è asciutto. Non so davvero cosa aspettarmi”.

Craig Breen

“Non vedo l’ora che arrivi il Portogallo, è un rally che non corro da diversi anni, penso sia stato il 2018 l’ultima volta che l’ho fatto. Abbiamo fatto un buon test, mi sentivo bene in macchina e abbiamo fatto un buon lavoro. Non vedo l’ora di scoprire il rally, ci sono molte nuove prove e alcuni cambiamenti dall’ultima volta che ci sono stato, quindi sarà interessante. Mi piacerebbe avere un po’ più di velocità rispetto a quella che abbiamo mostrato in Croazia, quindi lavoreremo il più duramente possibile perché sia così”.

Gus Greensmith

“Non vedo l’ora che arrivi il Portogallo, è senza dubbio il mio rally preferito e il primo rally che ho fatto all’estero. Ho molti bei ricordi di questo rally, sarà la mia settima volta, quindi ho esperienza qui. Mi sento come se fossi nel posto giusto al momento giusto con la macchina, il copilota e tutto il resto giusto. Non c’è pressione questo fine settimana perché non porto alcun punto al Costruttore, quindi sono qui solo per divertirmi e, di solito, quando mi diverto le cose vanno bene”.

Adrien Fourmaux

“Questa sarà la mia seconda volta in Portogallo e l’anno scorso ho avuto un buon feeling con la WRC. Non vedo l’ora di uscire con la Puma e vedere come va. È davvero un bell’evento, gli spettatori sono fantastici ed è un’atmosfera splendida. Non vediamo l’ora che arrivino tutti gli eventi terra, quindi siamo davvero entusiasti di andare in Portogallo e sperare in un buon risultato per la squadra”.

Pierre-Louis Loubet

“Il Portogallo è sempre stato il mio rally preferito in passato, è lì che ho ottenuto alcuni dei miei migliori risultati. È stato il mio primo evento WRC in assoluto, quando avevo solo 18 anni, quindi non vedo l’ora che sia un ottimo secondo evento per noi in questa stagione. Siamo stati contenti del nostro ritmo in Croazia e speriamo che con lo stesso ritmo e senza forature vada tutto bene. Speriamo in un buon risultato”.

Richard Millener, Team Principal

“Il Portogallo è sempre un rally difficile e poiché è il nostro primo vero rally su terra con la nuova vettura, sarà probabilmente una grande sfida. Con una formazione di cinque auto, il team ha lavorato in circostanze eccezionali sin dalla Croazia ed è un momento di orgoglio per tutti noi essere i primi Costruttori a schierare cinque vetture Hybrid Rally1 in un solo rally. Dal nostro programma di test e sviluppo dell’anno scorso e dal feedback del nostro test pre-evento, penso che la Puma Hybrid si comporterà molto bene sulla terra poiché i nostri piloti si sentono a proprio agio e sicuri della vettura. Un grande entusiasmo all’interno della squadra è il ritorno di Seb e Isabelle. È particolarmente significativo avere con noi un’icona di questo sport nello stesso fine settimana in cui celebriamo i 50 anni del WRC. Un tempismo perfetto”.