La Francia guarda al WRC 2023 con Antibes-Côte d'Azur

La Francia guarda al WRC 2023 con Antibes-Côte d’Azur

La Francia torna nel WRC? Presto a dirsi, ma per nulla impossibile. Quel che è certo è che si lavora in quella direzione. A lanciare la notizia è stata la testata locale Nicemattin, che in un’articolo annunciava la possibile candidatura di Antibes, il tutto correlato da diverse interviste a Remi Tosello (Presidente dell’ASA Grasse nonché delegato della FFSA) e Gilbert Giraud che è l’organizzatore del Rally di Antibes.

Il presidente conferma la volontà di portare il Mondiale WRC ad Antibes nel 2023, spiegando che il territorio ha tutte le caratteristiche giuste per ospitare un’evento di tale importanza e portata: “Riportare il WRC in Francia è una nostra volontà. Proveremmo a portare il circus del WRC ad Antibes nel 2023, abbiamo tutto quello che serve per ospitare al meglio la Coppa del Mondo di rally. L’organizzatore della gara (Gilbert Giraud, ndr) ha ora i mezzi, le strutture e soprattutto i tempi necessari per presentare alla FFSA un dossier. Questo dossier naturalmente per essere esecutivo, deve ricevere poi il via libera da parte della Federazione”.

Il progetto è assolutamente reale, tanto che quest’anno saranno presenti degli osservatori FIA, al 56° Rally Antibes-Cote Azur, in programma dal 12 al 15 maggio. Antibes è una delle gare più famose e popolari in Francia e in Europa, basti pensare che nel suo albo d’oro compaiono come vincitori Sébastien Loeb, Renato Travaglia, Luca Rossetti, Didier Auriol, Giandomenico Basso e Philippe Bulgaski.

La gara si sviluppa su alcune prove che hanno scritto la storia del Mondiale WRC con il Monte-Carlo, una su tutte La Bollene – Col de Turini – Piere Cava.

Foto copertina: Jo Lillini