Elfyn Evans

Elfyn Evans ammette: ”Non sempre ho dato il massimo”

Nonostante la matematica lo tenga ancora in gioco per il titolo, Elfyn Evans pensa che l’inseguimento al capoclassifica Ogier sia in salita. E a ben vedere ha perfettamente ragione. Rispetto allo scorso anno, dove stupì tutti per rendimento e risultati, in questo 2021 il gallese ha forse sentito la grande pressione di partire con il ruolo di papabile per il titolo.

A quattro (tre?) gare dal termine Evans occupa la seconda posizione in classifica generale in coabitazione con Neuville, con un distacco di 38 punti dal leader Sébastien Ogier. Un vantaggio importante che carte alla mano appare difficilmente recuperabile, visto e considerato che Ogier è un pilota costante anche nelle giornate che possono apparire negative come ad esempio ad Ypres.

“Le mie aspirazioni si basano sul fatto che devo ancora lavorare tanto e migliorare. Penso che se vuoi ottenere buoni risultati, devi avere questo approccio. Se vuoi essere competitivo ai massimi livelli, questa è l’unica strada percorribile. Certo sappiamo che al momento il campionato non è ancora deciso, ma bisogna comunque essere realisti. Nonostante questo la mia mentalità e il mio approccio alle gare non cambierà. L’inizio di stagione è stato più che positivo con alcuni buoni risultati, poi c’è stato un calo. Potrebbe aver influito la questione dell’ordine di partenza, che ovviamente non ha aiutato in alcuni rally? Non è stato quello. In alcune gare non sono riuscito a dare il massimo con la vettura, dobbiamo cercare di migliorare per tornare a lottare per la vittoria”.