Alexey Lukyanuk: ''Dopo il secondo titolo ERC voglio il WRC''

Alexey Lukyanuk: ”Dopo il secondo titolo ERC voglio il WRC”

Alexey Lukyanuk ha vinto due titoli ERC in tre anni, al Rally delle Canarie, ora punta al WRC. Ci riuscirà? Dopo aver condotto un’altra stagione con la Citroën C3 R5 gommata Pirelli del Saintéloc Junior Team, questo è ciò che ci ha detto il 39enne residente a San Pietroburgo dopo il suo ultimo successo al fianco del suo storico copilota Alexey Arnautov.

Cosa significa per te un secondo titolo ERC?

“Naturalmente, è un risultato molto prezioso. Sarebbe stato bello ovviamente lottare per questo risultato sulle PS, ma sapevamo di non aver bisogno di stare davanti a Oliver Solberg, dovevamo stare dietro e questo sarebbe stato sufficiente”.

Quanto hai dovuto lavorare per questo secondo titolo?

“C’era così tanto lavoro prima, ora è storia. Certo, è stata una stagione lunga e difficile con tutte le cose che stanno succedendo nel mondo, ma sono davvero contento di un finale di successo dei rally e della mia stagione”.

Ti sei sentito sotto pressione in questo fine settimana?

“In realtà, nessuna grande pressione su di me, ero più teso e preoccupato prima dell’Ungheria, a dire il vero, perché quel rally è difficile e imprevedibile anche se qui abbiamo affrontato la pioggia”.

Alexey Arnautov è tornato al tuo fianco per il finale di stagione. Quanto è stato importante?

“Abbiamo vinto qui tre volte ed è davvero bello tornare con Alexey. Mi piacciono molto i nostri rapporti, l’atmosfera all’interno dell’auto. Non si tratta solo di leggere le note, è un mio amico e sono felice che sia tornato”.

Hai ottenuto vittorie straordinarie al Rally di Roma Capitale e al Rally Fafe Montelongo. È stato questo il meglio della tua stagione?

“Sono contento della mia guida in generale, forse non al Rally delle Canarie, ma tutta la stagione è costellata da prestazioni solide e affidabili. Siamo migliorati ma non è stato facile combattere con risorse limitate anche se finora ha funzionato. Sarà sempre più difficile in futuro, quindi dovremo adattarci”.

A chi attribuisci il merito del tuo ultimo Campionato Europeo?

“Questo titolo non sarebbe stato possibile senza il supporto di Citroën, Total, Saintéloc e Pirelli. Per Citroën questo è il primo ERC nella classe Rally2 e anche per Pirelli è importante essere al top. Ma ci sono molti sponsor e partner personali che dobbiamo ringraziare, perché non è facile competere in questi tempi difficili. Dobbiamo ringraziare i nostri fan e le nostre famiglie per tutto il loro supporto”.

Qual è il prossimo?

“Il Campionato del Mondo Rally è, ovviamente, qualcosa che abbiamo sempre voluto, ma non abbiamo mai avuto le risorse economiche. Le condizioni nel mondo non sono facili e non possiamo prevedere cosa succederà. Quindi, ad essere onesto, non ho davvero idea di come andrà. Dobbiamo solo continuare a fare il nostro lavoro e sperare di riuscire a disputare una stagione nel WRC”.

Recenti campioni ERC

2020: Alexey Lukyanuk (Russia)
2019: Chris Ingram (Gran Bretagna)
2018: Alexey Lukyanuk (Russia)
2017: Kajetan Kajetanowicz (Polonia)
2016: Kajetan Kajetanowicz (Polonia)
2015: Kajetan Kajetanowicz (Polonia)
2014: Esapekka Lappi (Finlandia)
2013: Jan Kopecký (Repubblica Ceca)
2012: Juho Hänninen (Finlandia)
2011: Luca Rossetti (Italia)