Andrea Adamo sogna e provoca: il Tricolore e Craig Breen

Il team principal Hyundai Motorsport, Andrea Adamo, nel corso di un’intervista rilasciata a DirtFish, ha dichiarato che vorrebbe che Craig Breen si potesse giocare al meglio le sue carte per portarsi a casa il titolo Italiano. Il sito riferisce questo e non mettiamo in dubbio il fatto che Adamo e DirtFish si siano parlati e capiti. La dichiarazione apparirebbe paradossale, se non fosse evidentemente provocatoria.

Da inizio 2021, sentiamo dire in tutte le lingue che l’armata Hyundai nel CIR Sparco è “solo” di supporto ad Andrea Crugnola. Supporto che ha l’obiettivo di assicurare il titolo Costruttori a Hyundai e quello Piloti al pilota Hyundai Rally Team Italia. Mentre l’impegno principale per Breen è il part-time nel WRC. Provocazione, ma non troppo. Perché, intanto, è avvenuta una cosa paradossale: se per Crugnola il Ciocco è stato una presa di contatto, a Sanremo galeotto fu l’annullamento tardivo del CO8A e al Targa Florio a tradirlo è stata la i20 R5, Breen occupa la seconda posizione della classifica piloti del CIR, ad una manciata di punti dal leader Giandomenico Basso.

“Sì, vorrei che Craig provasse a vincere il titolo di Campione Italiano in questa stagione. Questa serie è supportata da Hyundai Italia e sarebbe un bene per loro se riuscissimo a gestirla. Farò correre a Craig tutte le gare che sarà possibile fargli disputare”. Così riferisce Adamo a DirtFish.

Il prossimo rally del CIR Sparco sarà il San Marino Rally in programma a fine mese. E sempre su DirtFish, Craig Breen ribatte mettendo al primo posto il suo impegno WRC, ma al contempo non disdegnerebbe la possibilità di giocarsi fino alla fine il titolo nel CIR Sparco. CHissà se ne avrà la possibilità…

“Onestamente non ho mai pensato a vincere il titolo Italiano. Per me è stato importantissimo disputare il Sanremo in ottica Croazia e ringrazierò per tutta la vita Andrea per avermi permesso di tornare in Sicilia per disputare la Targa Florio. Se riusciamo ad unire le due cose, CIR Sparco e WRC, va più che bene, ma credo che dobbiamo ancora lavorare duramente per migliorare per raggiungere il nostro pieno potenziale nel WRC. Questo è il mio obiettivo in questo 2021 e una volta che abbiamo fatto questo, penso che ci metteremo in una posizione ottimale per poter disputare l’intera stagione WRC nel 2022”.