WRC: Toyota pronta alla prima della stagione su terra

Reduce da una splendida doppietta ottenuta nell’ultimo appuntamento iridato in Croazia, il team Toyota Gazoo Racing WRT arriva in Portogallo con molte certezze e con la voglia di far bene. Dopo i primi tre round Toyota guida la classifica riservata ai costruttori e la classifica piloti, dove Sébastien Ogier detiene il primo posto dopo due vittorie nei primi tre rally della stagioneElfyn Evans è terzo, a 10 punti dal suo compagno di squadra, e Kalle Rovanperä quinto, a 22 punti dal pilota di Gap. Positivo anche l’avvio di stagione di Takamoto Katsuta, sulla quarta Yaris WRC in gara, reduce dall’ottimo sesto assoluto in Croazia.

Traspare tanta positività dalle parole dei protagonisti, in primis da Jari-Matti Latvala, che ricopre il ruolo di team principal della casa nipponica: Il nostro obiettivo è quello di confermare le ottime performance mostrate in Croazia. Generalmente, in Portogallo la superficie sabbiosa delle prove rende complicata la vita a chi parte per primo, mentre nel pomeriggio il grip è più alto, ma la strada tende facilmente a rovinarsi, quindi sarà fondamentale gestire bene le gomme Di lettura complicata il day1 con Séb potrebbe avere delle difficoltà in quanto primo a passare sulle prove, mentre la situazione di Elfyn potrebbe essere leggermente migliore in quanto terzo a passare sulle prove. Chi potrebbe trovare una situazione molto positiva è Kalle, in quanto parte per quinto.

Dopo il team principal spazio alle parole dei piloti. Cominciamo dal leader del Campionato Sébastien Ogier: “Tornare in Portogallo è fantastico, è una delle gare che amo di più. Qui ho vinto il primo rally nel 2010 e successivamente ho avuto la fortuna di rivincerlo per altre quattro volte. Il supporto del pubblico da queste parti è fantastico, il calore dei tifosi si sente e ti fa capire quanto i rally siano importanti da queste parti. Sarà una gara difficilissima con condizioni molto dure, specie per noi che partiamo per primi, speriamo che la pioggia ci faccia un regalo, considerato che abbiamo testato proprio in condizioni di bagnato. In caso di fondo asciutto sarà una prima volta per me con i nuovi pneumatici Pirelli terra, non ho avuto ancora occasione di poterli utilizzare”.

Gli fa eco Elfyn Evans, felice anche lui di tornare in terra lusitana dopo una stagione d’assenza: “Il Portogallo è sempre un bellissimo evento non vedo l’ora di tornarci. In più quest’anno sarà anche la prima gara su fondo sterrato della stagione. Abbiamo affrontato quattro eventi completamente diversi tra loro in questo inizio di stagione, quindi dovremmo lavorare da subito al meglio per riuscire ad adattarci ai nuovi pneumatici Pirelli su sterrato. I test svolti un paio di settimane fa, sono stati molto positivi è ci fanno ben sperare per la gara. Sarà fondamentale la strategia sulla gestione dei pneumatici, in quanto non avremmo tante gomme morbide da usare questo week-end, contrariamente alle passate edizioni, quindi la scelta sarà decisiva. Non corriamo su sterrato dallo scorso ottobre in Sardegna, ma sono certo che riusciremmo comunque a dire la nostra fin dal primo chilometro di prova”.

Chiusura di dichiarazioni con Kalle Rovanpera, che cerca riscatto dopo il ritiro in Croazia: “Tornare in auto per i test in preparazione del Portogallo a pochi giorni dalla nostra uscita di strada in Croazia è stato importantissimo. I test sono andati bene, all’inizio è stata dura, visto che non correvamo su sterrato dallo scorso ottobre in Sardegna… Ma nonostante questo i test – come detto – sono andati bene, i feed-back in vista della gara sono stati positivi così come l’impatto con i nuovi pneumatici da sterrato forniti da Pirelli. Sono entusiasta di tornare in Portogallo, nel 2019 ho vinto la mia classe, quindi posso dire che è un rally che mi piace. Avrò un approccio più prudente e ragionato, rispetto a quello avuto in Croazia, voglio essere della lotta per la vittoria finale del rally”.