Valtiberina Rally Gravel Test: due giorni su terra a fine giugno

I rally su terra in cerca di conferme tra novità e ritorni

Il 2021, numeri alla mano, ha confermato che in Italia il fondo sterrato tira ancora, con gare combattute e con elenchi iscritti di altissimo livello in termini qualitativi e di numeri. Dimostrazione sono i numeri fatti segnare da gare come Adriatico, Liburna e più recentemente dal Prealpi Master Show.

La nuova riforma voluta dai vertici ACI Sport per la stagione 2022 ha tagliato fuori le due gare rimaste su sterrato nel Campionato Italiano Rally per sostituirle con una su fondo catramato, dando così luce ad un Campionato simile al modello francese con la differenza che in Francia esiste un unico Campionato, mentre da noi qui è stato confermato anche il CIRA, che sembra tanto simile al CIAR, tranne che per il calendario e il chilometraggio.

Ma torniamo alla terra, il 2022 porterà in dote gradite novità con nuove gare e graditissimi ritorni in calendario dopo assenze pluridecennali. Le novità assolute sono il Rally Città di Foligno e il Rally del Brunello. Dopo diversi anni anche l’Umbria torna ad abbracciare lo spettacolo dei rally e lo farà con una gara che avrà validità Raceday e avrà come suo epicentro la città di Foligno. Altra novità sarà il Rally del Brunello, che dopo una prima edizione riservata solamente alle vetture storiche, nel 2022 si sdoppierà proponendo una gara anche alle vetture moderne che si potranno sfidare sugli splendidi sterrati di Montalcino.

Due i graditi ritorni in calendario dopo diversi anni di assenza, il Rally Conca d’Oro e il Rally Internazionale Golfo dell’Asinara. La gara siciliana torna in calendario dopo un’assenza che durava nove anni, mentre più lunga era l’assenza della gara sarda che mancava dai radar da diciassette anni. Su queste strade hanno corso e iscritto il loro nome all’albo d’oro delle due gare piloti del calibro di Tommi Makinen, Maurizio Verini, Andreas Mikkelsen, Giuseppe “Pucci” Grossi, Fabrizio Tabaton, Piero Longhi, Andrea Navarra, Gianfranco Cunico e i fratelli Deila. La calendarizzazione di questi due eventi è stata accolta con entusiasmo dagli appassionati e dagli amanti del fondo sterrato che sperano che le due gare possano far pare della serie tricolore terra nel 2023.

Confermatissimo anche il calendario del Campionato Italiano Rally Terra, rispetto al 2021 c’è una sola novità che riguarda l’ingresso del Rally Val D’Orcia al posto del Rally Italia Sardegna. Confermate le altre gare con Adriatico, Arezzo-Valtiberina, Liburna, San Marino e dei Nuraghi e del Vermentino che comporranno un calendario strutturato su sei eventi. Completiamo l’elenco con le gare della serie Raceday con il Rally Valli del Tevere che si fregia della validità TER, il Rally delle Marche e il Prealpi Master Show.

Chiusura d’obbligo per l’evento su sterrato più importante del nostro Paese, il Rally Italia Sardegna. La gara Tricolore è ormai uno dei perni portanti del Mondiale WRC ed è diventato uno degli eventi più apprezzati dai piloti stranieri che ogni anno affollano la gara, superando di gran lunga i piloti italiani al via. Insomma, la terra non è morta e non è neppure in crisi, certo servirebbe una maggior lungimiranza sia con l’istituzione di importanti premi in denaro (pari o quasi al CIAR) sia con un aiuto maggiore agli organizzatori delle gare, dando a loro maggior libertà organizzativa facendo saltare la rigidità di format pre costituiti e poco apprezzati.

Calendario rally su terra 2022

  • 26-27 febbraio: Rally Valli del Tevere (Raceday + TER)
  • 19-20 marzo: Rally Val D’Orcia (CIRT)
  • 09-10 aprile: Rally Città di Foligno (Raceday)
  • 14-15 maggio: Rally Adriatico (CIRT + CRZ)
  • 02-05 giugno: Rally Italia Sardegna (WRC)
  • 09-10 luglio: San Marino Rally (CIRT + CRZ)
  • 17-18 settembre: Rally dei Nuraghi e del Vermentino (CIRT + CRZ)
  • 15-16 ottobre: Rally Città di Arezzo – Valtiberina (CIRT)
  • 22-23 ottobre: Rally Conca D’Oro (Nazionale)
  • 29-30 ottobre: Rally Internazionale Golfo dell’Asinara (Nazionale)
  • 12-13 novembre: Liburna Rally (CIRT coefficiente 1.5)
  • 26-27 novembre: Rally delle Marche (Raceday)
  • 17-18 dicembre: Prealpi Master Show (Raceday)