Assalto italiano alla Dakar Rally 2022

Numeri record per la Dakar 2022, che prenderà il via il 2 gennaio dall’Arabia Saudita. Numeri importantissimi anche per gli equipaggi italiani, che balzano dalla dozzina dello scorso anno ai quasi quaranta di questo 2022. Andiamo a scoprire i nomi degli equipaggi Italiani, impegnati alla Dakar 2022.

Motociclette

Sono 15 gli iscritti italiani al via della Dakar con le bike. Una pattuglia importanti capeggiata da Franco Picco, giunto alla sua ventottesima Dakar. Il sessantaseienne vicentino ha un curriculum impressionante con dieci speciali vinte alla Dakar (negli anni in cui si correva in Africa), due secondi posti ottenuti nelle stagioni 1988 e 1989, oppure le vittorie 1986 e 1990 nel Rally dei Faraoni. Gli occhi di tutti, saranno puntati anche su Danilo “Petrux” Petrucci alla sua prima Dakar. Questi i magnifici quindici che proveranno a tenere alto il tricolore in Arabia Saudita: Paolo Lucci, Cesare Zacchetti, Franco Picco, Francesco Catanese, Leonardo Tonelli, Tiziano Interno, Giovanni Stigliano, Danilo Petrucci, Lorenzo Piolini, Giovanni Gritti, Domenico Cipollone, Lorenzo Maria Fanottoli, Elio Aglioni, Andrea Giuseppe Fili Winkler, Aldo Winkler.

Automobili

Anche tra le auto l’Italia sarà rappresentata da due equipaggi e un co-driver, andiamo a conoscerli partendo dagli equipaggi. Silvio e Tito Totani sono due fratelli che vivono quotidianamente il fuoristrada sin da quando sono giovani, entrambi vantano già esperienza alla Dakar, Silvio nel 2009 e Tito nel 2011 però sui camion. Poi nel 2012 riescono ad allestire un Mitsubishi Pajero Rally Art con il quale corrono la Dakar 2012, arrivando 65° assoluti. a macchina che utilizzeranno nel 2022 è un Nissan Patrol 4.8 benzina del 2007, alla quale è stato rifatto il motore per aumentare la potenza da 285 CV a 420 CV, anche se poi per effetto del regolamento FIA saranno limitati dalla flangia a poco meno di 300. Il cambio è un Sadev a innesti frontali a cinque rapporti e il reparto sospensioni è affidato a otto ammortizzatori Ohlins a triplo effetto, montati sui ponti rigidi originali. Terzo gettone alla Dakar per Andrea Schiumarini e Stefano Sinibaldi, il duo porterà in gara una Mitsubishi Pajero WRC Plus. Vettura nata dalla base della T2 derivata dalla serie, alla quale è stata successivamente allargata la carreggiata. La macchina originale è un passo lungo, scelta per la maggiore stabilità, alla quale è stato rimosso rimuovere lo sbalzo posteriore per guadagnare un migliore angolo di uscita dalle dune. A livello motore è stata migliorata la turbina, è stato installato un cambio Sadev sequenziale a sei marce ed è stato aggiunto un radiatore posteriore per migliorare il raffreddamento. A questi si aggiunge sia il navigatore Maurizio Gerini, che affiancherà la spagnola Laia Saiz. Entrambi arrivano dalle moto e sarà una prima per entrambi, l’aspirante “Regina del deserto” vorrà ben figurare al volante della Mini ALL4 Racing.

Prototipi leggeri

Un solo rappresentante per il nostro Paese, ma di assoluto rilievo in termini di palmares e storia. Stiamo parlando di “Pink Panther”, al secolo Camelia Liparoti. La Liparoti è stata la promotrice della prima squadra al 100% femminile ha disputato la Dakar, in carriera ha disputato per dodici volte la Dakar e ha ottenuto uno storico secondo posto assoluto nella categoria T3 Light Weight Prototypes nel 2021. Come se non bastasse, ha vinto anche sei titoli di Campione del Mondo nella categoria femminile della FIM Rally campestre in quad.

SSV

Al via nella categoria SSV, troviamo Michele Cinotto. Il driver piemontese ha iniziato la sua carriera nel trofeo Abarth a112, la cui vittoria gli ha dato la possibilità di poter correre da ufficiale con Audi prima e successivamente con Lancia. Al suo fianco avrà un veterano della Dakar come Maurizio Dominichella, giunto alla trentunesima presenza alla Dakar. Il duo si presenta in gara con un Polaris PRO XP. Altra presenza rallista è quella di Pietro Cinotto, figlio di Michele che sarà navigato da Alberto Bertoldi su un Polaris RZR PRO XP. Altro equipaggio, quello formato da Dario e Aldo De Lorenzo due gemelli omozigoti che condividono la stessa passione per le corse e dei rally-raid, i due saranno al via su un SSV Polaris aspirato in categoria T4, classe 2.

Truck

Ci sarà un po’ di Italia anche tra i Truck, al via troviamo, infatti l’equipaggio formato da Claudio Bellina (pilota), Bruno Gotti (navigatore) e Giulio Minelli (meccanico). Il trio sarà presente alla rally-raid saudita con una Truck Iveco Powerstar.

Classic

Il Tricolore sarà rappresentato in grandissimo numero anche nella sezione riservata alle vetture “Classic”. Al via troviamo la Porsche 911 di Agostino Rizzardi e Alberto Vassallo. Disporranno di una Mitsubishi Pajero MPR51, Stefano Calzi e Umberto Fiori. Le quote rosa (numerosissime alla Dakar 2022) saranno tenute alte da Rebecca Busi, che sarà navigata dall’esperto Roberto Musi, i due porteranno in gara un Range Rover 3.9 del 1992. Torna alla Dakar, anche Luciano Carcheri affiancato da Giulia Maroni su Nissan Terrano1, il duo proverà a migliore l’ottimo risultato ottenuto lo scorso anno, quando conquisto una settima piazza assoluta nella categoria classic. Debutto alla Dakar per Tommaso Castellazzi e Stafano Dalla Valle, presenti con una Land-Rover Defender 90, altro debuttante sarà Gian Paolo Tobia Cavagna affiancato da Gianni Pelizzola presenti con un Nissan Patrol GR Y61. Equipaggio rookie sarà anche quello formato da Guido Dallarosa e Luigi Capitani, i due si alterneranno alla guida del loro Nissan Patrol preparato da Motortecnica. Secondo gettone alla Dakar per Alberto Morganti dopo la presenza alla durissima Dakar 2012 in Sud-America. Il cinquantaduenne sarà affiancato dall’amico Gianluca Ianni e affronteranno la gara a bordo di un Mitsubishi L200. Con la piccola Suzuki Vitara troviamo il duo formato da Elio Moro e Elena Giaveri, mentre Matteo Radicioni e Marco Arnoletti affronteranno la gara al volante di una Mitsubishi Pajero Evolution, stessa vettura che porteranno in gara Antonio Ricciari e Marco Giannecchini. Equipaggio tutto rosa quello formato da Valentina Casella e Monica Buonamano, le due lady saranno al via con una Nissan Pathfinder R50.