Marcus Gronholm

Marcus Grönholm: storia di un predestinato

Finlandese di Kauniainen, Marcus Grönholm lancia il primo vagito in un freddissimo 5 febbraio. Era il 1968 e nessuno avrebbe mai pensato che in quell’urlo alla vita, il pargolo stesse dicendo “rally”. Ma guardando al futuro che sarebbe arrivato, e neppure tanto tardi, Grönholm era un predestinato: campione del mondo rally 2000 e 2002 con la Peugeot 206 WRC.

Ha debuttato nei rally nel 1987, e nel Mondiale nel 1989, al Rally di Finlandia con una Lancia Delta HF Integrale. Nonostante il notevole talento, la vera opportunità di correre per una scuderia ufficiale arriva solo nel 2000, quando disputa la sua prima intera stagione con la Peugeot 206 WRC, surclassando il compagno di squadra François Delecour.

Nel 2000, al Rally di Svezia ha colto la prima vittoria nel Campionato Mondiale Rally ed ha conquistato il suo primo titolo. Nel 2002 è arrivato il suo secondo Mondiale, sempre con la Peugeot 206 WRC. Nel 2004 e nel 2005 gareggia a bordo della nuova Peugeot 307 WRC e si aggiudica, nei due anni, due volte il Rally di Finlandia ed una volta il Rally di Giappone. Il suo navigatore ufficiale nel WRC è il finnico Timo Rautiainen che tra l’altro è suo cognato.

Marcus Grönholm

Nel 2006 gareggia per il team BP Ford World Rally Team a bordo delle loro Ford Focus WRC con le quali vince la gara d’esordio a Monte Carlo, grazie anche ad un errore di guida del Campione del Mondo in carica Sébastien Loeb, e la seconda gara della stagione svoltasi in Svezia. Altre vittorie vengono ottenute in Grecia, Finlandia, Turchia, Nuova Zelanda e Galles. Finirà secondo in classifica.

A fine stagione, grazie ai suoi piazzamenti ed a quelli di una proficua spalla quale Mikko Hirvonen, Marcus Gronholm regala alla Ford il Campionato del Mondo Rally Costruttori. Nel 2007 corre ancora per il team M-Sport di Malcolm Wilson che gestisce i programmi rally Ford nel WRC. Ottimo è stato l’avvio di stagione per il pilota finnico con 3 vittorie, Svezia, Sardegna e Acropoli (Grecia) e grazie a 3 secondi posti gli valgono il primo posto provvisorio nel mondiale.

Dopo esser stato primo per gran parte della stagione 2007, vincendo anche in Finlandia e in Nuova Zelanda, dove batté Loeb per soli tre decimi, Gronholm ha perso il titolo all’ultima gara contro Sebastien Loeb, appunto, su Citroen C4 WRC, a causa soprattutto di una sciagurata uscita di strada nel penultimo rally della stagione in Irlanda. Porterà comunque, assieme a Mikko Hirvonen, il secondo titolo costruttori alla Ford.

A fine 2007, il finlandese decide di ritirarsi dalle competizioni e saluta ufficialmente la carovana del Mondiale WRC. Il 6 luglio 2008 ha debuttato nel Campionato europeo di rallycross partecipando al GP di Svezia al volante di una Fiesta ST ERC del Ford Team RS Europe, (una vettura della potenza di circa 600 cavalli), vincendo la prova.

In seguito ha disputato altre gare di rallycross e, a partire dal 2011, ha preso parte al Global Rallycross Championship dove è giunto secondo assoluto nel campionato. Nel 2012 ha vinto due gare sulle tre disputate.