Ritardo nei test delle WRC ibride, a breve collaudo del roll-bar

Toyota: Yaris Rally1 a marzo, sognando la Rally2 e la Rally3

Due piedi nel presente e la testa nel futuro: la Yaris Rally1 subito, la Rally2 e la Rally3 sono più che un semplice pensiero. Toyota Gazoo Racing si organizza in vista dell’ingresso nel WRC delle motorizzazioni ibride. Come confermato a Rallit.fi dal nuovo team manager Jari-Matti Latvala, la nuova Yaris GR4 a quattro ruote motrici potrebbe essere utilizzata sia come Rally 2 sia come Rally 3. “Ci stiamo riflettendo, ma non c’è ancora nulla di definito. Non sarebbe comunque difficile convertire l’auto”, ha spiegato Latvala.

L’idea di partenza, ma ancora nulla è stato definito in merito, sarebbe quella di privilegiare la serie più piccola che secondo Jari-Matti Latvala “è più interessante, anche se per adesso preferiamo concentrarci sullo sviluppo della WRC. Quindi ciò potrebbe succedere nella stagione 2023”. I problemi di calendario e dei regolamenti, oltre allo stop delle attività causato dell’emergenza sanitaria, hanno costretto le Case a rivedere molte priorità, dando precedenza i tempi di lavoro in base alle scadenze più immediate.

“Abbiamo un nuovo spazio alla base di Jyväskylä. In questo modo, tutti i reparti sono uniti sotto lo stesso tetto. Ciò rende più facile comunicare. Sulla ibrida? Parteciperò attivamente allo svezzamento della Rally1, nel senso che la proverò volentieri, ma Juho Hänninen è un ottimo collaudatore e ci affideremo a lui.