A Fafè spartiacque importante per il FIA ERC

Sulla splendide strade di Fafè (Portogallo), già teatro di epiche sfide nel Mondiale Rally, il Campionato Europeo Rally vivrà il suo sesto appuntamento stagionale e ultimo su fondo sterrato. Gli occhi di tutti saranno puntati sul leader del campionato, il norvegese Andreas Mikkelsen reduce dal successo alle Azzorre.

Il leader del FIA ERC si presenta a Fafè, forte di un’ottima conoscenza delle speciali (in quanto già affrontate in parte nel WRC) e con un vantaggio importante in classifica sui suoi inseguitori. Il pilota Toksport dovrà vedersela in primis con lo spagnolo Dani Sordo (Hyundai I20 R5) che correrà nuovamente per il team MRF Tyres e con il russo Alexey Lukyanuk (Citroen C3 Rally2), quest’ultimo in cerca di riscatto dopo una serie abbastanza pesante di passaggi a vuoto che lì sono costati in pratica il campionato e con i locali Armindo Araujo (Skoda Fabia rally2) e Bruno Magalhanes (Hyundai I20 rally2). Proveranno a rosicchiare punti e di conseguenza a tenere aperto il discorso titolo Norbert Herczig, Efrén Llarena e Miko Marczyk.

Tante le altre R5/Rally2 iscritte alla gara lusitana, tra queste spiccano i nomi del francese Yoann Bonato, dell’iberico Nil Solans e del ceco Erik Cais. Nutrita la pattuglia Tricolore al via della gara con Umberto Scandola e Danilo Fappani (Hyundai I20 R5) che proveranno a bissare l’ottimo risultato ottenuto a Fafè. Ritorno sulle strade ERC per Simone Campedelli e Tania Canton alla prima uscita con la Skoda Fabia Rally2 e per il giovane Alberto Battistolli navigato da Simone Scattolin, anche loro sulla berlinetta ceca. Chiudono i debuttanti Alessandro Taddei e Andrea Gaspari sulla seconda Hyundai I20 R5 dello Hyundai Rally Team Italia in gara.

Igor Widłak continua il suo apprendistato con la Ford Fiesta Rally3, mentre l’ERC2 promette grandi battaglie tra il nuovo leader Javier Pardo e i suoi inseguitori in classifica Victor Cartier, Dmitry Feofanov e Joan Vinyes. Tra le vetture 2WD Jean-Baptiste Franceschi (Renault Clio Rally4) cercherà di difendere il primato nell’ERC3 dagli attacchi dello spagnolo Pep Bassas (Peugeot 208 Rally4). Attenzione anche ai Pedro Almeida ed Ernesto Cunha, che proveranno il colpaccio sulle strade di casa. A caccia di punti anche Łukasz Lewandowski e Ola Jr Nore, mentre al debutto assoluto nell’ERC troviamo il turco Çelik Çağlayan su una Renault Clio Rally5.