ERC, Canarie: Zelindo Melegari alla resa dei conti

ERC, Canarie: Zelindo Melegari alla resa dei conti

Movisport alla resa dei conti del Campionato Europeo Rally. Zelindo Melegari il portacolori della corsa continentale del sodalizio reggiano nella ERC-2, questo fine settimana sarà al via dell’ultimo atto della serie, il 44° rally delle Isole Canarie, a Las Palmas de Gran Canaria, divenuto l’ultima prova per via che è stato annullato il rally di Spa (Belgio) causa emergenza Covid-19, decisione presa in seguito all’aggravarsi della situazione sanitaria in Belgio.

Un cambio di programma nel plateau del campionato che potrebbe essere vincolante, per Melegari, nel tentativo di far suo il titolo, nella cui classifica adesso è secondo in classifica di otto punti dietro all’ungherese Erdi Jr.

Melegari, di nuovo affiancato da Manuel Fenoli, in una gara che ha già disputato due volte (un secondo posto l’anno scorso ed un rituro per rottura motore nel 2018) si presenterà di nuovo al volante della Alpine A110 RGT, esemplare preparato dalla francese Chazel Technologie Course, vettura che ha portato al debutto continentale al Rally Fafe Montelongo (Portogallo) ad inizio ottobre, scelta che in questo caso si ritiene efficace per affrontare gli asfalti isolani in mezzo all’atlantico per aggiudicarsi il titolo continentale.

“Tutto è ancora aperto – commenta Melegari alla vigilia dell’evento – otto punti di scarto dal leader non sono molti, ma sicuramente il fatto che non si corra in Belgio, quindi avendo una possibilità in meno per lottarcela, non è che ci lascia tranquilli. Abbiamo scelto di tornare sulla Alpine in quanto ritenuta efficace per affrontare l’asfalto delle Canarie, una gara che nel passato mi ha dato sensazioni forti e che quest’anno avrà di sicuro un’aria… “pesante” perché ci si giocherà il senso di un’intera stagione. Strategie? Una sola, quella di stare davanti al mio avversario, nulla altro”.

Alla gara sono iscritti in 70, con 46 equipaggi dell’ERC, a sottolineare la continua popolarità della serie continentale. Sono 17, le prove speciali da affrontare, per 201.790 chilometri cronometrati, sul totale del percorso che ne misura 559.310. Il via, con la cerimonia di partenza alle 20,30 di giovedì 26 novembre dall’Estadio de Gran Canaria, Las Palmas, mentre il via alle “ostilità2 sarà l’indomani, 27 novembre dalle 9,15 ed arrivo della prima tappa dalle ore 19,01. Start della seconda ed ultima tappa alle ore 09,00 di sabato 28 novembre l’arrivo finale sarà dalle 16,28.