Luca Pedersoli e Anna Tomasi firmano la ''prima'' del Bardolino

Luca Pedersoli e Anna Tomasi firmano la ”prima” del Bardolino

Il Rally del Bardolino ha il suo primo Re ed in questo caso anche la sua Regina. Con una gara perentoria che ha lasciato pochi spazi ai rivali Luca Pedersoli, con alle note Anna Tomasi su Volkswagen Polo R5, si è aggiudicato la prima edizione del rally organizzato dal Rally Club Bardolino in collaborazione con il Prealpi Master Show.

Con il successo su sette prove speciali delle otto in programma, il pilota bresciano fin dai primi chilometri di gara ha mostrato un passo difficile da seguire per i suoi seppur agguerriti ed accreditati rivali.

Arrivato sulle rive del Lago di Garda con l’intenzione di testare e sviluppare la sua nuova Volkswagen Polo R5, il due volte Campione Italiano Rally WRC si è detto molto contento di questo risultato.

“Era la prima volta che provavo in gara una vettura di classe R5, è un’auto molto diversa dalla WRC che solitamente utilizzo – spiega all’arrivo il vincitore – ma devo dire che mi sono trovato subito bene, la gara ci è servita per fare vari test, tanto che sul secondo passaggio abbiamo fatto delle regolazioni che non si sono rivelate particolarmente azzeccate, il terzo giro invece ci ha soddisfatto. Il rally mi è piaciuto molto, devo dire che il percorso è stato veramente bello!”.

Parole di soddisfazione arrivano anche dal secondo classificato Luca Tosini navigato da Roberto Peroglio: “Era da molto che non correvo, dovevo togliermi della ruggine di dosso, e posso dire di essere contento di questo risultato, con la Skoda Fabia R5 mi sono trovato bene ed il percorso mi è piaciuto molto”.

Terzo assoluto e l’unico in grado di rompere l’egemonia di Pedersoli, anche se solo sull’ultima prova in programma, il vicentino Michele Griso affiancato da Elia De Guio su Ford Fiesta R5 si è detto alla fine appagato del suo risultato. “Era da tempo che non salivo in macchina e la Fiesta ha un limite veramente molto alto, sulle prime prove l’ho trovata leggermente scivolosa, poi le cose sono migliorate e mi sono comunque divertito”.

Quarti assoluti e primo equipaggio di casa al traguardo Federico Bottoni e Sofia Peruzzi su Skoda Fabia R5, autori di un’ottima rincorsa dopo che hanno visto sfumare i loro sogni di vittoria già sulla seconda prova a causa di un testacoda che costava loro circa 15 secondi in termini cronometrici dal vertice, facendoli cadere in settima piazza assoluta. Senza perdersi d’animo il pilota veronese risaliva poi fino ai piedi del podio. Quinta piazza per lo svizzero Mike Coppens navigato dal francese Jerome Degout, sesto conclude uno dei favoriti della vigilia, il trentino Giorgio De Tisi con alle note Fabio Turco.

Completano la top ten, in settima piazza Adriano Lovisetto navigato da Christian Cracco con l’unica Skoda Fabia R5 EVO in gara, ottava piazza per il locale Roberto Righetti con al fianco Arianna Faustini su Citroen DS3 R5, Andrea Zenoni con Manuel Ferrarin chiudono noni assoluti, seguiti al decimo posto da Michele Degani e Daniele Marai.