Kalle Rovanpera, day 2 Rally Estonia 2021

Il leader del Rally Estonia Kalle Rovanpera: ”Guida intelligente”

Kalle Rovanperä è ripartito carico del sacro fuoco del 20 anni e ha ricominciato come un martello pneumatico questa settima prova del FIA World Rally Championship con un vantaggio di 8″5 sull’irlandese Craig Breen e lo ha allungato a 35″7 dopo quattro PS sulla terra vicino a Tartu. In pratica, ha scavato un fosso tra sé e i rivali e ora parla di rallentare, di alzare il piede di guida intelligente. Viene da riflettere sui vantaggi del nuovo motore Hyundai, che doveva essere più veloce del precedente e che ha debuttato proprio in Casa di Ott Tanäk. Ma pensiamo alla gara, ci sarà tempo dopo per fare altre eventuali riflessioni.

Rovanperä ha fatto una partenza sensazionale con la Toyota Yaris, vincendo la PS Peipsiääre di apertura, e staccando Breen, di 14″3. Il secondo miglior tempo sulle PS Mustvee e Raanitsa ha allargato ulteriormente il margine prima che Breen riguadagnasse qualche decimo nell’ultima PS Vastsemõisa della mattina, poiché Rovanperä ha tirato i remi in barca dando un approccio più misurato.

“Penso che dopo questo distacco possiamo iniziare a essere più intelligenti in gara”, ha detto il ventenne finlandese. “Non è facile darsi una misura e gestirsi in questo tipo di rally, con queste lunghezze devi solo avere un buon ritmo. Sono rimasto un po’ sorpreso dalla fase prova di apertura. Nelle prime parti non mi sembrava così veloce, ma dopo la prima parte ho iniziato a guidare correttamente e a spingere di più. Ci mancano ancora molti chilometri prima della fine e non puoi davvero rilassarti, ma devi cercare di essere ragionevole”.

Breen era tutt’altro che scoraggiato alla sua terza uscita della stagione con la Hyundai i20. “Quel ragazzo – dice riferendosi a Rovanpera – è in macchina molto più spesso di me. Ho fatto tutto il possibile e ho cercato di spingere. Su queste strade strette nei boschi, ma passare più tempo sul sedile aiuterebbe davvero. Kalle ha fatto un lavoro fantastico e devo levare il cappello davanti a lui”.

Gli sforzi dell’irlandese sono stati sufficienti per estendere leggermente il suo vantaggio a 46″3 sul compagno di squadra i20 Thierry Neuville al terzo posto. Il belga è rimasto coinvolto in un duello con il leader del campionato Sébastien Ogier. Neuville ha cercato disperatamente di proteggere il suo sottile vantaggio guadagnato durante la notte e ha scambiato i tempi per tutta la mattinata prima di tornare al parco assistenza di metà gamba a Tartu con un vantaggio di 4″5.

Ogier è stato cauto durante le nuove prove a nord di Tartu, ma il suo ritmo è stato sufficiente per aumentare il distacco dal compagno di squadra Elfyn Evans a 23″2. Evans ha ammesso che gli manca ancora qualcosa per eguagliare il ritmo di quelli davanti. Teemu Suninen ha mantenuto il sesto posto con la Ford Fiesta, nonostante un testacoda iniziale nella foresta, con Pierre-Louis Loubet settimo su una i20. Alexey Lukyanuk ha continuato ad aumentare il suo vantaggio in WRC3 in ottava posizione assoluta con il leader WRC2 Andreas Mikkelsen nono. Mads Østberg è stato ritardato dopo essersi fermato sulla scena del ritiro di Nikolay Gryazin, ma il norvegese ritroverà il tempo per inserirsi al decimo posto.