hyundai 1

Hyundai conferma il suo impegno nel WRC ibrido

Dopo le conferme di Toyota e di M-Sport Ford, anche il team Hyundai Motorsport conferma la sua presenza al WRC ibrido del 2022. Il team coreano, dopo un periodo di riflessione sul da farsi in vista della nuova era ibrida del WRC, ha sciolto le sua riserve, annunciando la partecipazione al WRC nei prossimi tre anni. Questo conferma che si parte con tre Costruttori nel 2022 e probabilmente si concluderà con tre Costruttori nel 2024, quando si potrebbe (dovrebbe?) essere pronti per l’ibridazione totale dei rally.

Lungi dal fare polemiche, ma l’ibrido non doveva servire a portare più Costruttori nel WRC? Perché se si volevano abbattere i costi, si sarebbe potuto partire da una “base R5” evolvendole (una WRC Plus non ibrida è una vettura da circa 1 milione di euro, una WRC Plus ibrida è un’auto da circa 1,2/1,3 milioni di euro, una R5 costa non più di 300.000 euro). Così, magari a team si poteva proporre di disputare anche gare più lunghe.

Tornando al team coreano che sarà al via della nuova stagione, e su cui francamente c’erano pochi dubbi, la squadra dell’ingegnere Adamo ha afferrato nelle ultime due stagioni il titolo Costruttori (2019 e 2020), mentre ha sfiorato in più occasioni quello piloti con Thierry Neuville arrivato ben cinque volte secondo nella classifica riservata ai Piloti. Per Hyundai, attualmente insegue Toyota nella classifica del WRC, si tratta di una nuova intrigante sfida.

Hyundai Motorsport esiste per supportare gli obiettivi globali prefissati da Hyundai Motor Company – ha detto Andrea Adamo, ingegnere di Cuneo – fornendo una piattaforma credibile per sostenere le tecnologie automobilistiche presenti e future. Attraverso i rally possiamo influenzare e guidare lo sviluppo delle future vetture stradali Hyundai, questo per noi è un onore e un ruolo che prendiamo sul serio”.

“Siamo felici di supportare la nuova strada intrapresa dalla FIA e dal Promoter WRC con i nuovi regolamenti ibridi che partiranno dalla stagione 2022. Svilupperemo la nostra vettura attorno alla Hyundai I20 N, a sua volta ispirata dall’attuale successo nel Mondiale WRC. Come detentori del titolo Costruttori, accogliamo con favore questa nuova sfida e non vediamo l’ora di portare in alto la bandiera Hyundai in questa nuova era”.