Rally di Croazia

Beneficenza: il Rally di Croazia aiuta un ospedale

Gli organizzatori del Rally di Croazia, che si terrà dal 22 al 22 aprile, hanno lanciato un’iniziativa benefica per poter rimettere in piedi un ospedale colpito pesantemente alla fine del 2020 da un terremoto. In stretta collaborazione con la Croce Rossa croata, l’organizzatore ha chiesto aiuto agli appassionati del WRC di tutto il mondo per sostenere questa campagna denominata “Insieme per un obiettivo comune”.

“Gli edifici ospedalieri, le attrezzature mediche, l’inventario e le scorte di medicinali sono stati danneggiati. Con il passare del tempo, cerchiamo di organizzare e fornire il più alto livello possibile di assistenza sanitaria a tutti i residenti della contea di Sisak-Moslavina”, ha commentato il direttore dell’ospedale Tomislav Dujmenović. “Ci vorrà sicuramente molto impegno, tempo e risorse per l’ospedale per ricominciare a lavorare a pieno regime”.

Il sette volte Campione del Mondo Sébastien Ogier, Teemu Suninen e Thierry Neuville hanno approvato questa campagna di raccolta fondi per rinnovare l’ospedale di Sisak. La struttura è collocata a 60 km dalla capitale Zagabria, che ospiterà il terzo evento del World Rally Championship.

Daniel Šaškin, Presidente del comitato organizzatore del rally, ha invitato la famiglia del WRC a fornire assistenza e aiuto: “Fin dall’inizio dell’organizzazione e del trasporto del WRC in Croazia, abbiamo cercato di utilizzare tutto per dare un ulteriore contributo alla nostra comunità attraverso le nostre campagne”.

“Questo è il motivo per cui la nostra visione del rally fin dall’inizio va oltre i confini della competizione sportiva. Oltre alla promozione del nostro Paese e alla ricca offerta turistica, siamo convinti di poter incoraggiare i cittadini a mostrare di nuovo il loro grande cuore e ad aiutare insieme coloro che hanno un disperato bisogno di aiuto”. Chiunque desideri donare al fondo ospedaliero, può effettuare un pagamento entro e non oltre il 30 aprile.