Toyota Yaris Rally1 di Kalle Rovanpera

Costruttori incerti: il WRC del futuro è in mano loro

Il problema è che l’attuale situazione economica mondiale, crea grande incertezza nell’industria automobilistica, e questo rende più difficile per i Costruttori decidere di partecipare a livello ufficiale a uno dei Campionati più costosi al mondo, il WRC. E forse, la FIA dovrebbe lavorare proprio sulla riduzione dei costi.

Gli uomini della FIA sono fiduciosi, anche perché sembrano aver ridotto le proprie ambizioni rispetto a quanto affermato in campagna elettorale. Il direttore della Commissione Rally sostiene che al WRC, a partire dal 2025, si uniranno altri Costruttori. Di questa ipotesi ne abbiamo parlato in un altro articolo.

Il problema è che l’attuale situazione economica mondiale, crea grande incertezza nell’industria automobilistica, e questo rende più difficile per i Costruttori decidere di partecipare a livello ufficiale a uno dei Campionati più costosi al mondo, il WRC. E forse, la FIA dovrebbe lavorare proprio sulla riduzione dei costi.

La FIA vorrebbe da tre a cinque Case in ogni livello della piramide in cui si strutturano adesso i rally. Essendo questo un obiettivo a lungo termine, si potrà pensare di fornire una risposta solo quando i risultati degli incontri della FIA con i Marchi potenzialmente interessati al percorso proposto dal WRC dei prossimi anni saranno conclusi. E quando saranno conclusi? Quando ci sarà una chiara definizione di ciò che vuole l’industria automobilistica e questa è una direzione che richiederà, purtroppo, molto tempo per esistere.

Per ora, l’unica buona notizia è l’arrivo della Toyota al secondo livello, Rally2, nel 2023, di gran lunga il la classe più interessante della piramide. Come si può vedere la Rally1 è al minimo, di Rally2 ce ne sono solo due, di Rally3 solo due, di Rally4 ce ne sono quattro e di Rally5 solo due.

Basso-Granai Hyundai i20 N Rally2 c
Basso-Granai Hyundai i20 N Rally2

La piramide dei rally

  • Rally1: Ford, Hyundai, Toyota
  • Rally2: Citroën, Ford, Hyundai, Skoda, Volkswagen e nel 2023 Toyota
  • Rally3, Ford Fiesta Rally3, Renault Clio Rally3
  • Rally4: Ford Fiesta Rally4, Opel Corsa Rally4, Peugeot 208 Rally4, Renault Clio Rally4,
  • Rally5: Ford Fiesta Rally5, Renault Clio Rally5,
  • Rally5e: Opel Corsa Rally5e