Pierre Louis Loubet

Loubet al lavoro per tornare nel WRC dalla Svezia

Il francese Pierre-Louis Loubet spera di tornare a calcare le strade del WRC già dal prossimo Rally di Svezia in programma a febbraio. Il corso sta recuperando da un serio infortunio all’anca destra, avvenuto lo scorso mese di ottobre a Parigi, quando era stato investito da un’auto. L’incidente ha costretto l’ex campione del mondo WRC2 ad un lungo periodo di riposo e di riabilitazione, costringendolo a dover rinunciare alla partecipazione agli ultimi due round del WRC 2021 disputati in Spagna e a Monza.

Nello stesso periodo è arrivata la separazione da 2C Competition, team che aveva permesso al 24enne di mettersi in gioco con una Hyundai i20 Coupé WRC. Ma, in questi due anni i risultati tanto attesi non sono mai arrivati complici i tanti errori di guida e di affidabilità del mezzo, unici di risultati di rilievo sono i due settimi posti conquistati in Sardegna nel 2020 e in Estonia lo scorso anno. A questi si aggiungono i podi (se pur simbolici visto i pochi partecipanti) conquistati al Roma Capitale e ad Alba nel 2020 e al Sanremo nel 2021.

“Sono contento di esser tornato al volante – dichiara Loubet – certo l’Andros Trophy è fatto solamente di sei giri in un circuito, il WRC a livello fisico è ben diverso. Per non è stato possibile competere al MonteCarlo, ma spero di essere al via del prossimo round in programma a febbraio. Il periodo tra ottobre e novembre è stato molto duro, sono contento di esser tornato a far sport e alle competizioni. Con 2C Competition avevamo un contratto di due anni ed è terminato lo scorso anno (2021). Stiamo lavorando per tornare nel Mondiale, sono molto ottimista. Lo scorso anno è stata una stagione molto difficile, abbiamo dimostrato di poter competere ad alti livelli come avvenuto nel 2019, anno in cui ho vinto il WRC2″.