Marquito Bulacia e Meteco vincono San Marino per la discriminante

CIR, San Marino: tra grandi assenze e ghiotte occasioni

Elenco iscritti ricco di protagonisti quello del Rally di San Marino, gara valida come quarto round del Campionato Italiano Rally Sparco con coefficiente 1.5 e terzo del CIRT e del CIR Junior. Una gara che offre ghiotte occasioni, considerate le tante assenze più o meno giustificate nel CIR tra budget risicati, scelte di squadra e allergia alla terra di diversi pretendenti, basti pensare che su 19 pretendenti (parliamo di iscritti con le R5/Rally2) al via saranno solamente in sette.

Assenze importanti soprattutto quelle del secondo della generale Craig Breen e del terzo Stefano Albertini. Partirà col numero 1 sulle fiancate Giandomenico Basso (Skoda Fabia Rally2) che avrà l’ingrato compito di pulire le strade, dietro di lui partiranno Fabio Andolfi (Skoda Fabia R5), Andrea Crugnola (Hyundai I20 NG R5), Damiano De Tommaso (Citroen C3 Rally2), Marco Pollara (Skoda Fabia Rally2), Andrea Mazzocchi (Skoda Fabia R5) e Alessio Profeta (Skoda Fabia Rally2), questi sono i piloti che possono prendere punti nel CIR Sparco.

Nel CIRT tutti presenti i protagonisti più attesi con Paolo Andreucci, Bruno Bulacia, Enrico Oldrati (Skoda Fabia Rally2), Umberto Scandola e Giacomo Costenaro (Hyundai I20 NG R5), Simone Campedelli (VW Polo GTi R5), Tamara Molinaro e Rachele Somaschini (Citroen C3 Rally2) che proveranno ad inserirsi nella lotta al successo e alla top ten. Al via anche altri pericolosi outsider come il padrone di casa Daniele Ceccoli e lo svedese Stig Andervang.

Nel CIR Junior tutti presenti i pretendenti al titolo con sfide che si annunciano interessantissime, così come quelle nel CIR 2WD con Andrea Nucita che dovrà vedersela con due esperti terraioli come Jacopo Trevisani e Nicolò Marchioro.

RS e oltre di giugno 2021: condividiamo passione

Copertina RS e oltre giugno 2021