Sebastien Ogier: ''Penso al mondo che soffre, ma tornerei a Monza''

Sébastien Ogier e l’inizio perfetto del WRC in Grecia

Terzo la sera della prima tappa, e soprattutto a meno di quattro secondi dalla testa, il pilota francese è logicamente felice di questa giornata inaspettata. “Ero piuttosto pessimista prima di iniziare, mi aspettavo di soffrire su strade asciutte e tanto spazzamento. Ma ho dato tutto per scontato, un po’ come il primo giorno in Sardegna, credo che fossimo davvero al limite. Siamo stati bravi anche nei tratti più friabili, anche se non erano moltissimi, soprattutto nel secondo passaggio della PS2 (PS4 quindi, ndr). Ho perso qualche secondo. Ma riportiamo la macchina tutta intera al parco chiuso. In questo tipo di rally è importante!”.

Durante questa giornata, il pilota Toyota ha anche segnato un miglior tempo, anche se il suo feeling era tutt’altro che eccellente sulla speciale di Thiva. “È stato divertente guidare. La PS5 è stata la più difficile perché il grip era davvero minimo e abbiamo avuto molte difficoltà con la macchina, quindi non è stato molto divertente. Alla fine siamo riusciti a vincere la speciale, e proprio non mi aspettavo questo risultato. Non qui, non oggi. Sono felice di essere terzo e di essere così vicino alla testa della classifica. È davvero inaspettato, è un inizio perfetto per il nostro rally”.

Con le battute d’arresto dei suoi più stretti rivali per il titolo, Elfyn Evans e Thierry Neuville, il sette volte campione del mondo di rally è in una posizione perfetta per il titolo, ma la voglia e la tentazione di giocarsi la vittoria ovviamente ci sono, anche se probabilmente resteranno lì. “Vedremo cosa possiamo fare. Mi concentro sul mio rally e non guardo cosa fanno gli altri. Siamo in una buona posizione per il campionato, ma le cose possono cambiare così velocemente nel motorsport, che non posso permettermi di rischiare tutto. Quando la sensazione è buona come oggi, vado”.

La tua passione è la nostra passione

Copertina RS RallySlalom Settembre 2021