Tänak mantiene il comando, ma le Toyota sono in agguato

Questo Rally Finland ci sta regalando una entusiasmante lotta al vertice, con quattro piloti racchiusi in 15″5. Al comando, dopo le prime quattro prove di questa mattina, c’è sempre il campione del mondo 2019 Ott Tänak, al volante della Hyundai I20 Rally1. L’estone è stato bravo a difendersi dai vari attacchi sferrati dal giovane Kalle Rovanperä (Toyota), riuscendo anche allo stesso tempo ad allungare, seppur di poco, sul suo più diretto avversario, ovvero Esapekka Lappi con la Toyota Yaris. Il finnico si era portato a soli 6″8 dalla vetta, ma Tänak è stato bravo a firmare il miglior tempo sulla PS14 mettendo tra se e Lappi un certo margine di sicurezza.

Quest’ultimo però deve iniziare a guardarsi le spalle dal prepotente ritorno di Rovanperä, vincitore nella mattinata di ben due prove speciali. Una situazione completamente differente rispetto alla giornata di ieri, visto che il leader del Mondiale non ha più l’arduo compito di dover aprire tutte le prove speciali ed ora il suo distacco da Tänak è di soli 12″9. Ai piedi del podio troviamo Elfyn Evans, ancora in piena lotta per un risultato di prestigio, essendo a 8″4 dal compagno di team Lappi. Dopo i primi quattro si apre una voragine, con Thierry Neuville e la sua Hyundai I20 ad occupare la quinta posizione, ma con un ritardo di 1’28″5. Alle sue spalle si trova Takamoto Katsuta con la Toyota Yaris, il quale proverà il sorpasso sul pilota Hyundai visto che è di poco più avanti, circa 5″2.

In settima ed ottava posizione ci sono le due Ford Puma di Pierre Louis Loubet e Gus Greensmith. Per il team M-Sport è stata una mattinata difficile a causa del ritiro di Craig Breen a seguito di una toccata sulla PS12 quando era in quinta posizione. Chiudono i primi dieci Teemu Suninen ed Emil Lindholm, con quest’ultimi due in piena lotta per il primato nel WRC2.