,

Camilli graziato al Rallye du Mont Blanc

Sedici equipaggi penalizzati al Rallye du Mont Blanc Morzine per eccesso di velocità, registrato dal sistema di tracking, durante le ricognizioni della gara francese. Eric Camilli, si è visto prima assegnare oltre cinque minuti di penalità, poi scesi ad uno solo.

Piovono multe e penalità al Rallye Mont Blanc Morzine (ben 232 iscritti solo nel rally moderno!), sesta prova del massimo Campionato francese, che è in programma per questo fine settimana. Nel tardo pomeriggio di giovedì 31 agosto il Collegio dei Commissari sportivi ha pubblicato le decisioni prese in seguito alle infrazioni commesse da alcuni equipaggi durante le ricognizioni.

Nello specifico, si fa riferimento agli eccessi di velocità registrati al sistema di tracking – utilizzato anche nelle ricognizioni oltre che in gara – nei tratti espressamente segnalati nel road book. Le penalità inflitte, come dichiarato, sono quelle previste dal Regolamento dei rally della FFSA.

Sei equipaggi, autori di una sola infrazione, hanno ricevuto una multa di 135 euro e dieci secondi di penalità, altri tre equipaggi pagheranno sempre 135 euro ma si ritroveranno sul groppone venti secondi mentre cinque partecipanti al Mont Blanc Morzine ai 135 euro dovranno aggiungere ben un minuto di penalità.

È andata decisamente peggio al “pesce grosso” che è stato pizzicato dal tracking, ovvero Eric Camilli, in gara assieme a Benjamin Veillas (lo scorso anno navigatore di Sebastien Ogier) su una Citroën C3 Rally2 con il numero 2 sulle fiancate. Con lui anche l’equipaggio numero 170, quello “rosa” composto da Monique Ehrensperger e Crystal Dizier con una Mitsubishi Lancer Evo V. Per la prima infrazione Camilli e la Ehrensperger hanno ricevuto la multa dei “soliti” 135 euro ed i dieci secondi di penalità, per la seconda era previsto un pagamento di 270 euro e ben cinque minuti di penalità per un totale, quindi, di 405 euro e 5 minuti e dieci secondi di “zavorra”.

Per Cemilli la situazione è cambiata molto nella mattinata di venerdì 1° settembre, giorno della partenza. Gli stessi commissari, giudicando troppo pesante la penalizzazione che, peraltro, verrà rivista nei regolamenti della prossima stagione, hanno deciso di infliggere al pilota di Nizza ed alla Ehrensperger una multa di 405 euro ed una penalità di “soli” un minuto e dieci secondi.

Dopo cinque prove del Campionato francese Camilli, che il 6 settembre compirà 36 anni e che per diverse stagioni è stato protagonista nel WRC2, occupa la seconda posizione con 85 punti contro i 92 di Yohan Bonato, attualmente in testa. Al terzo posto, con 75 punti, Hugo Magaillan.