Presentazione Rally Piancavallo, quarant’anni di emozioni

Rally Piancavallo, quarant’anni di emozioni

Celebrati da un libro fotografico con pillole di memoria, i quarant’anni di emozioni del Rally Piancavallo hanno avuto l’onore di una passerella a Pordenone Legge, con cerimonia officiata da Federica Masolin e ospiti d’onore Carlo Cavicchi e Maria Leitner. Edito da Knife Racing, il libro racconta per immagini l’epopea della corsa e certifica la volontà dell’associazione maniaghese di proseguire nel solco della tradizione, rinnovando un patto con vecchi e nuovi protagonisti.

Masolin, volto Sky della Formula 1, ha dato ritmo fresco e incalzante alla serata di giovedì 16 settembre nella tensostruttura al parco Galvani, gremita in ogni ordine di posti concessi dalle prescrizioni Covid e parecchie persone all’esterno, curiose e interessate all’evento. Cavicchi (ex direttore di Autosprint e Quattroruote) e Leitner (conduttrice di Tg2 Motori) si sono alternati in opinioni, racconti e variegati aneddoti dal particolare all’universale, parlando di rally, competizioni, passato, presente e futuro dell’automotive.

Il Piancavallo sempre sullo sfondo, gara nobile fin dall’inizio, quando fu partorito nella sede della Pordenone Corse e venne svezzato da Max Sghedoni e Giorgio Barban, con Gianni Pelliccioni primo direttore di gara. Il genio e l’estro di Maurizio Perissinot, nonché l’appoggio di Giancarlo Predieri presidente dell’azienda turistica di Piancavallo, arrivarono subito dopo, facendo crescere il rally fino alla massima validità per il Campionato Europeo.

Ora a raccogliere il testimone dall’Automobile Club Pordenone ci ha pensato Knife Racing con la sua giovanile baldanza e intraprendenza. Il libro è un omaggio al passato guardando al futuro, la strada già fatta e nuovi traguardi da raggiungere.