Memory Fornaca, lotta dura a La Grande Corsa

memoryfornaca montisavonesi

Sarà La Grande Corsa, l’ultimo appuntamento stagionale a delineare le classifiche del Memory Fornaca AL Giro dei Monti Savonesi bottino pieno per Marco Bertinotti

L’esito del recente Giro dei Monti Savonesi che si è corso nel recente fine settimana ad Albenga (SV), consegna una classifica assoluta del Memory Fornaca che promette un finale pirotecnico fra una quindicina di giorni, quando si disputerà l’edizione 2023 de La Grande Corsa, gara di chiusura che grazie al coefficiente 2 metterà in palio punti raddoppiati e in virtù del quale la matematica tiene in gioco più di una dozzina di piloti.

Dodici gli equipaggi che si sono presentati in gara ad Albenga tra i quali anche il neo Campione Italiano Matteo Musti, costretto però al ritiro per un problema alla Porsche 911 che divideva con Claudio Biglieri. Ad incassare i 30 punti del miglior classificato del trofeo organizzato dagli “Amici di Nino” è stato Marco Bertinotti con la Porsche 911 sulla quale lo navigava la moglie Barbara Ravelli, e col punteggio acquisito risale qualche posizione. Notevole è stata la sfida che ha visto protagonisti Luca Delle Coste e Bruno Graglia: il varesino, in coppia con Giuliano Santi sulla Ford Escort RS ha preceduto il torinese della BMW M3 condivisa con Roberto Barbero ed ha ripreso il comando dell’assoluta tirandosi in scia il rivale che ora lo tallona a due soli punti. Musti resta terzo e va a raggiungere Da Zanche e compie un balzo in avanti anche Giovanni Nucera, in gara con Christian Soriani su Porsche 911, ora sesto assoluto e ampiamente in gioco per il podio finale. Alle sue spalle nella generale ora ci sono Massimo e Matteo Migliore (Opel Kadett GT/E) a pari punti con Tiziano Nerobutto. Punti preziosi li marcano anche “MGM” con Marco Torlasco (Porsche 911) e Paolo Pastrone con Tiziano Pieri (Opel Kadette GT/E), che vanno a completare la top-ten.

Nelle classi, resta tutto come prima fino alla “1600” mentre nella “2000” torna al comando Delle Coste e Migliore, ora terzo, è ad un’incollatura da Questi. Graglia consolida il primato nella “oltre 2000” mentre nella femminile vanno a punti Veronica Gaioni ma soprattutto Isabella Rovere che ora è terza a sole due lunghezze da Zanchetta e a 20 dalla leader Zambiasi.

Delle Coste conduce anche tra gli “under 40” e annuncia il duello finale con Nucera che però accusa 32 punti di gap, mentre tra gli “over 60” Graglia dorme sonni tranquilli grazie ai 30 punti che lo distanziano da Giudicelli e Nerobutto. Tra le scuderie dilaga il Team Bassano già certo del titolo mentre il “Trofeo Opel” sarà un’altra di quelle categorie che promettono scintille a La Grande Corsa: Questi e Migliore condividono il primato con Pastrone, ora a 20 punti, e Villani a 24 che si giocheranno il tutto per tutto nella gara del 25 novembre.