Un particolare orifinale della S4 di Toivonen all'asta

Delta S4 numero 202 di Henri Toivonen all’asta il 24 ottobre

Il 24 ottobre a Londra, la casa di aste inglese RM Sotheby’s consentirà al migliore offerente di portarsi in garage un esemplare della Lancia Delta S4 originale. Si tratta di uno dei soli due modelli che Lancia riuscì a completare in tempo per partecipare all’ultima gara mondiale di rally nel 1985. Questa vettura sostituì la Lancia 037 e riuscì a vincere con alla guida il pilota Henri Toivonen.

Il numero di telaio del modello battuto all’asta a fine ottobre è il 202, proprio quello con cui il pilota finlandese vinse assieme al suo navigatore Neil Wilson. L’anno dopo, la stessa Lancia Delta S4 venne usata da Henri Toivonen e da Markku Alen come vettura da ricognizione in diverse prove del Campionato del Mondo Rally.

La Lancia Delta S4 numero 202, nella sua ormai lunga storia, fu acquistata da diversi collezionisti nel corso degli anni, in varie parti del mondo. Passò, anzi ripassò anche da Torino. Questo esemplare ha preso parte anche al Rallylegend a San Marino e al Group B Rallylegend in Austria. È stata anche guidata da Harry Toivonen, fratello minore di Henri, durante uno show organizzato in occasione del Rally di Finlandia del 2016 in ricordo del fratello scomparso 30 anni prima.

La S4 utilizzava anche un ingegnoso sistema di “twin chargin”, in base al quale un compressore funzionava in sequenza con un turbocompressore per ridurre il turbo lag e migliorare la guidabilità, mentre la potenza del prodigiosamente potente motore da 550 CV veniva trasmessa sulla strada tramite un sofisticato motore e altrettanto sofisticata di trazione integrale.

Furono costruite circa 28 Delta S4 Gruppo B, di cui la maggior parte è stata usata dalla Squadra Lancia Martini della Casa e le altre sono state usate dal team semiufficiale Jolly Club e dall’altro team satellite Grifone. Inoltre, sono state costruite 200 versioni stradali per ottenere l’omologazione necessaria a correre in Gruppo B.

Articolo tratto da Storiedirally.it