,

Tommaso Sandrin sorride al Rally Cluj in Romania

Il trevigiano Tommaso Sandrin, figlio d’arte, vince al Rally Cluj in Romania nel monomarca Dacia con Maurizio Barone al suo fianco.

Era alla ricerca di una svolta, di un fine settimana che potesse riportare il sorriso dopo due battute a vuoto nel Romanian Rally Championship. Il Rally Cluj, andato in scena lo scorso fine settimana, ha portato alla ribalta delle cronache un altro giovane figlio d’arte, Tommaso Sandrin, che ha colto il suo primo successo in carriera. Alla sola terza partecipazione in un rally il pilota di Villorba si è regalato una vittoria che lo ripaga degli ultimi bocconi amari digeriti.

Che la prima su asfalto potesse dare frutti interessanti lo si era già inteso dai primi impegni cronometrati del sabato dove il pilota trevigiano, con Maurizio Barone sulla Dacia Sandero Stepway di Vărù Nicu Motor Sport, si candidava nella rosa dei pretendenti al monomarca. Al termine della prima giornata di gara Tommaso Sandrin chiudeva in seconda posizione nella serie ed in Dacia Newcomer, settimo in Romania Newcomer, ottavo in classe RC5N ed ai piedi della top ten tra gli Junior, condendo il tutto con una classifica assoluta che lo vedeva balzare dal sessantesimo della speciale di apertura al quarantanovesimo di fine tappa.

“Sulle prime due prove del sabato siamo partiti cauti – racconta Sandrin – ed abbiamo puntato a trovare un buon passo, rimanendo in sicurezza. Nel secondo giro, man mano che il feeling aumentava, abbiamo iniziato a spingere e ci siamo portati in buone posizioni”. Bastava soltanto un crono alla domenica, quello di “Valea Fericirii”, per il sorpasso decisivo con Sandrin che prendeva il comando delle operazioni nel monomarca ed in Dacia Newcomer, recuperando ben sei posizioni nella generale e risalendo in sesta piazza nella classe RC5N. I rimanenti tre impegni della frazione conclusiva confermavano quanto di buono già visto in precedenza per una classifica che non smetteva mai di regalare soddisfazioni. Mantenendo saldamente la vetta della coppa riservata alle Sandero ed in Dacia Newcomer il trevigiano continuava a macinare riscontri importanti, vedi il ventottesimo assoluto sull’ultimo crono domenicale, che gli consentivano di concludere in trentasettesima posizione assoluta, quinto di classe RC5N, quarto in Romania Newcomer e nono tra gli Junior.

“Alla domenica siamo partiti forte subito – aggiunge Sandrin – ed abbiamo cercato di portarci avanti in classifica. La soddisfazione più grande è stata indubbiamente quella di segnare il ventottesimo assoluto e secondo di classe nell’ultima prova speciale, consolidando la nostra vittoria nel trofeo riservato alle Dacia. Mi sono divertito molto sull’asfalto con questa vettura, soprattutto nei tratti più veloci perchè avevo maggiore confidenza con il mezzo e perchè si adattavano bene al mio stile di guida. Un particolare ringraziamento lo voglio fare al team Vărù Nicu Motor Sport perchè mi ha messo a disposizione una vettura che non ha dato nessun tipo di problema a Cluj. Grazie anche a tutta la ST12 Motorsport, a Maxmark ed a tutti i partners che ci sostengono. Vincere al terzo rally della mia vita, al primo su asfalto, è bellissimo”.