Articoli

Guglielmo De Nuzzo e il week-end da record a Casarano

18 aprile 2021, una data che difficilmente dimenticherà Guglielmo De Nuzzo. Il 25enne pilota di Casarano, al suo debutto al volante di una vettura R5/Rally2, entra nella storia locale, diventando il primo pilota di Casarano a vincere la gara di casa, giunta ormai alla sua ventiseiesima edizione. Una vittoria costruita di forza, dal giovane pilota Aci Team Italia, che va di pari passo all’ottima prestazione al recente Rallye Sanremo, dove al debutto sulle strade matuziane ha conquistato un buon quinto posto tra gli iscritti (ben 11) al CIR Junior. Prossimo impegno per Gabriele, sarà il Rally Italia Sardegna (day1) che si disputerà a Olbia dal 3 al 4 giugno.

Ciao Gabriele, partiamo dal Casarano: debutto su R5 e vittoria sulle strade di casa. Si può dire un week-end perfetto?

“Ciao Matteo! Sì, dici bene, se tiriamo le somme si può dire senz’altro che è stato un week end perfetto, è la realizzazione di un sogno, soprattutto perché un casaranese fino ad oggi non aveva mai vinto tra le strade di casa. Finalmente sfatiamo un mito!”.

Come scritto sopra eri al debutto con la Skoda Fabia Rally2. Ci racconti com’è stato l’impatto con la vettura ceca?

“L’impatto è stato sensazionale, incredibile quante emozioni possa regalare la meccanica e quindi una vettura così performante, mi sono divertito tanto ed ho paura di non riuscire più a guidarne altre” (ride).

Il 2021 ti vede impegnato anche nel CIR Junior. La scorsa settimana hai debuttato nella serie, disputando il Sanremo, concludendolo in quinta piazza. Puoi tracciare un bilancio del tuo fine settimana matuziano?

“Francamente sono molto felice di come abbiamo concluso il Rallye Sanremo, innanzitutto per la mia esperienza che è pari a zero in un CIR, per l’approccio ad una nuova auto, per la qualità dei compagni “avversari” e per le insidie che si nascondevano all’interno delle storiche liguri. Credo che non avrei potuto fare molto di più”.

Prossima gara in calendario sarà il Rally Italia Sardegna, in programma ad inizio giugno a Olbia. Sarà un’altra prima volta per te: questa gara rappresenterà il tuo debutto sui fondi sterrati. Come ti preparerai a questo importante appuntamento?

“Innanzi tutto col rispetto che si deve dare ad una gara così difficile e ricca di insidie e trabocchetti. Mi sto aiutando con i camera-car cercando di immaginare come sia diversa la guida su terra, ma mi approccerò a questa sfida in punta di piedi avendo come sola pretesa la pedana di arrivo”.

La vittoria al Casarano ti porta al comando del CRZ 7. Questo campionato può diventare un tuo obiettivo, oppure il Casarano resta una uscita spot?

“Bella domanda! Chi lo sa? La vittoria a Casarano ha generato sicuramente entusiasmo, però non è l’anno in cui risulta facile pianificare cose di questo genere, cercherò di cogliere tutte le opportunità, ma al momento non ho progetti/programmi per quel che riguarda la settima zona”.

Guglielmo De Nuzzo padrone del Rally Città di Casarano

L’equipaggio formato da Guglielmo De Nuzzo e Gabriele Passaseo su Skoda Fabia R5 preparata dalla Erreffe Rally Team si è aggiudicato la vittoria nella ventisettesima edizione del Rally Città di Casarano, manifestazione organizzata dalla Scuderia Automobilistica Casarano Rally Team in collaborazione con l’Automobile Club Lecce e valida quale prova d’apertura della Coppa Rally ACI Sport di Settima Zona.

I settantacinque partenti hanno assai vivacizzato il confronto sul campo della gara riproposta dopo un anno di stop e che si è svolta a porte chiuse, nel pieno e rigoroso rispetto della normativa di contenimento del contagio da Covid-19, con attenzione a tutti gli aspetti del protocollo sanitario curato da ACI Sport, riguardante le competizioni automobilistiche.

L’evento ha conosciuto un grande agonismo e tanto spettacolo nelle sette prove speciali disputate. Assai accese le varie fasi della gara tant’è che per conoscere la composizione del podio finale si è dovuto attendere il passaggio sulla prova conclusiva che ha eletto vincitore il duo portacolori della scuderia organizzatrice dell’evento che per tutta la prima parte di gara, aveva lottato a spada tratta con il detentore del titolo d’area in zona 7 Carmine Tribuzio in coppia con Fabiano Cipriani, anche loro su una Skoda Fabia R5.

Il frusinate era passato al comando con un attacco sulla seconda ps, vinta con oltre 11 secondi di vantaggio su De Nuzzo che era stato rallentato da una pericolosa intraversata. Poi sul secondo passaggio di Palombara, De Nuzzo sferrava la controffensiva riprendendosi con un’ azione di forza il comando senza più lasciarlo, mentre il frusinate nel tentativo di recuperare, incappava nel successivo crono di Miggiano in una uscita di strada che lo costringeva al ritiro, spianando contemporaneamente la strada al futuro vincitore.

Il computo delle vittorie parziali vede il pilota inserito nel progetto ACI Team Italia, il programma della Federazione sportiva ACI che si prefigge l’obiettivo di rilanciare i giovani piloti italiani a livello internazionale, vincitore di 5 di speciali (le altre due andate a Tribuzio). Per De Nuzzo, 26 anni il prossimo settembre si tratta del suo primo successo assoluto in carriera ed è il primo pilota casaranese a iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della competizione.

Altrettanto appassionante è stata la lotta per la conquista del secondo posto risolta al fotofinish in favore della coppia siciliana formata da Luigi Bruccoleri e Ilaria Rapisarda su un’altra Skoda Fabia R5, che hanno avuto la meglio su Francesco Laganà e Maurizio Messina in gara su una Volkswagen Polo Gti R5. Il pilota barese, autore sempre di ottimi tempi, tra cui due secondi posti, ereditata la seconda posizione dal ritiro di Tribuzio, ha subito il perentorio recupero di Bruccoleri sull’ultima ps dove i due si erano presentati con un divario di un secondo e quattro decimi.

Il pilota agrigentino ha comunque viaggiato fortissimo, ed è stata la vera sorpresa di questo rally, facendo segnare, nonostante qualche errore che avrebbe potuto anche costargli caro, tempi di assoluto valore considerato che affrontava le impegnative strade salentine per la prima volta. Gara piuttosto tribolata quella di Gianluca D’Alto che in coppia con Marco Lepore erano alla loro prima esperienza sulla Volskwagen Polo GTi R5.

Attardati prima dai problemi alla turbina e poi da una errata scelta di gomme e da un lungo con conseguente spegnimento della vettura, hanno chiuso quarti precedendo la Skoda Fabia R5 di un altro sfortunato protagonista della gara Maurizio Di Gesù che in coppia con Cristian Quarta ha fatto una gara d’attacco ma ha lasciato per strada molti secondi sia per via di una serie di errori, che per un eccesso di prudenza che ne hanno penalizzato il risultato finale che comunque non sminuisce l’alto livello di competitività dimostrato.

Altra piacevole sorpresa della gara è il sesto posto colto da un’altra coppia siciliana, quella formata da “Pinopic” e Roberto Longo che dopo un avvio a rilento per via della poca conoscenza delle strade e della vettura, sono risaliti progredendo di prova in prova e migliorando costantemente i loro riferimenti cronometrici. Straordinaria la performance di cui si sono resi autori Giorgio Liguori e Rosario Navarra che hanno piazzato la loro Renault Clio RS ProdS3 al settimo posto assoluto risultando anche vincitori di gruppo e primi sia tra le due ruote motrici che tra gli Under 25.

Alle loro spalle nella graduatoria assoluta ha chiuso la Skoda Fabia R5 di Fabrizio Mascia e Ilaria Puzzovio vittime di una foratura sulla ps3 che non gli ha consentito di rimanere in scia dei migliori. La seconda vettura a due ruote motrici a transitare sul traguardo è stata la Renault Clio Rs condotta da Riccardo Pisacane che ha corso per la prima volta in coppia con la fidanzata Federica Colitti. Per il pilota leccese si è trattato di una prova da incorniciare con tempi decisamente ottimi visto anche il parterre di vetture e piloti presenti.

Hanno chiuso in nona posizione assoluta ottenendo anche il secondo posto di classe ProdS3 e tra gli Under 25. A chiudere i primi dieci dell’assoluta la Renault Clio S1600 di Massimo De Rosa e Antonio Anastasia, bravi a risalire la classifica dopo il dritto compiuto sul primo passaggio di Palombara. Sono stati cinquanta i concorrenti che hanno portato a termine la gara, tra i ventisei ritirati oltre a Tribuzio, anche Adamuccio-Tridici su Skoda Fabia R5, usciti di strada sulla ps 5 quando occupavano la sesta posizione assoluta.

La Coppa Rally ACI Sport di Settima Zona riprenderà il suo cammino tra poco più di un mese, il 21 e 22 maggio incrociando i destini del Campionato Italiano WRC nella disputa, sempre in provincia di Lecce, del 53°Rally del Salento.

Classifica Rally Città di Casarano

1.De Nuzzo-Passaseo (Skoda Fabia R5) in 38m01.4s
2.Bruccoleri-Rapisarda (Skoda Fabia R5) +40.3s
3.Laganà-Messina (Volkswagen Polo Gti R5) +41.8s
4.D’Alto-Lepore (Volkswagen Polo Gti R5) +59.7s
5.Di Gesù-Quarta (Skoda Fabia R5) +1m51.9s
6.”Pinopic”-Longo (Volkswagen Polo Gti R5) +2m01.6s
7.Liguori-Navarra (Renault Clio Rs ProdS3) +2m56.5s
8.Mascia-Puzzovio (Skoda Fabia R5) +3m06.3s
9.Pisacane-Colitti (Renault Clio Rs N3) +3m36.9s
10.De Rosa-Anastasia Renault Clio S1600 +3m40.8s

Coppa Rally ACI Sport 7^Zona

1.De Nuzzo 10 punti; 2.Bruccoleri 8 punti; 3.Laganà 6 punti; 4.D’Alto 5 punti; 5.Di Gesù 4 punti; 6.”Pinopic” 3 punti; 7.Liguori 2 punti; 8.Mascia1 punto.

Guglielmo De Nuzzo dal 1000 Miglia nel CIR Junior

Guglielmo De Nuzzo toglie i veli al 2020 e annuncia una stagione di ambiziose novità. Dopo varie annate contraddistinte dalla partecipazione a diverse gare di zona, vissute sempre da protagonista e culminate con la conquista dei titoli interregionali riservati agli Under 23 e 25 colti dal 2014 al 2016, la nuova stagione del giovane alfiere casaranese si aprirà il prossimo 17 aprile con la partecipazione al 44° Rally 1000 Miglia, prova d’apertura del Campionato Italiano Rally Junior che quest’anno compie il suo sessantesimo anno di disputa.

E proprio la massima espressione delle corse su strada italiane  sarà lo scenario principale del programma di De Nuzzo (che è uno dei piloti inseriti quest’anno nell’Aci Team Italia, ossia  la Nazionale top class che la Federazione Sportiva Aci ha istituito per scoprire e valorizzare giovani talenti che vogliono crescere e dimostrare le proprie ambizioni)  con l’obiettivo di lottare per la conquista del Campionato Italiano Rally Junior, prestigioso contesto tricolore che identifica i migliori talenti sotto la soglia del ventiseiesimo anno di età.

De Nuzzo che difenderà i colori della Scuderia Automobilistica Casarano Rally Team, si affiderà per la scansione dei tempi e delle informazioni tecniche di guida, all’amico  Maurizio Iacobelli, salentino anche lui, di Acquarica del Capo.

“Figlio d’arte”, classe 1995, Guglielmo De Nuzzo è tra i giovani più interessanti del panorama nazionale; ha debuttato non appena diciottenne in qualità di navigatore per poi cambiare subito sedile e si è imposto in questi anni a suon di vittorie di categoria e di prestazioni al di sopra delle righe. Nelle ultime due edizioni del Rally Città di Casarano si è piazzato (sempre in coppia con Iacobelli) al quinto posto assoluto, vincendo nel 2018 la classe S1600 e l’anno seguente la S2000, imponendosi in entrambe le occasioni nella graduatoria riservata agli Under 25. 

La vettura che accompagnerà l’equipaggio Casarano Rally Team (identica e in mono gestione per tutti i partecipanti al CIR Junior) sarà la Ford Fiesta Mk8 R2 allestita e messa a disposizione da Motorsport Italia, una  macchina che ha esordito in Italia lo scorso anno, che eroga una potenza di duecento cavalli che la porta ad essere tra le più performanti della sua categoria.

Il calendario del tricolore Junior  presenta 6 gare equamente divise tra asfalto e terra (superfice quest’ultima del tutto sconosciuta alla coppia salentina)  due delle quali  presentano un alto coefficiente di punteggio. Un passo avanti importante dunque quello si appresta a compiere il giovane talento casaranese, che dovrà fare tesoro dell’opportunità mettendo nuovamente in luce le sue riconosciute doti  e fare esperienza in vista del suo futuro.

“È una grande soddisfazione e sono molto orgoglioso di far parte dei piloti selezionati per comporre la squadra di Aci Team Italia – ha dichiarato De Nuzzo – Sono felicissimo che la Federazione Sportiva ACI mi dia la possibilità di dimostrare le mie qualità confrontandomi con i miei coetanei nel campionato tricolore di vertice. Sarà anche un modo per crescere e per vedere a che livelli sono. Al di là di tutto ciò, so comunque di essere al centro di un progetto importante, ma sono anche consapevole che ci sarà molto lavoro da fare, anche perché sono tutte gare che affronterò per la prima volta. Cercherò di apprendere il più possibile, e spero che il sostegno di tutti: Federazione, Team, Scuderia, Sponsor, navigatore, famiglia e amici, mi possa aiutare a progredire durante tutto l’anno”.

“Come Scuderia è una nostra prerogativa quella di puntare molto sui giovani – afferma il Presidente della  Casarano Rally Team Pierpaolo Carra – sono convinto che con Guglielmo De Nuzzo ci toglieremo qualche bella soddisfazione  perché dispone di talento e della mentalità ideale per far bene”.

Il Campionato Italiano Rally Junior prende forma

Il Campionato Italiano Rally Junior, cuore dei programmi sportivi 2019 di ACI Team Italia, tornerà nel 2020. I giovani equipaggi con i colori di ACI Team italia che parteciperanno al CIR Junior 2020 gareggeranno nuovamente su Ford Fiesta R2B con il supporto di Motorsport Italia, struttura tecnica che seguirà costantemente i piloti e le vetture durante il corso della stagione. Per lo sviluppo del progetto sarà confermata anche l’importante partnership con Pirelli.

Le gare in calendario per i giovani del CIR Junior saranno sei appuntamenti selezionati dal tricolore rally. Si comincerà dal Rally Mille Miglia, si proseguirà poi sulla terra Mondiale del Rally Italia Sardegna (valida solo la prima tappa), passando ancora su fondo sterrato del San Marino, per poi tornare sugli asfalti, quelli del Rally di Roma Capitale e poi su quelli del Rally due Valli. A chiudere la stagione Junior sarà la terra del Tuscan Rewind.

Questi i primi nomi dei piloti confermati che potrebbero mettersi in evidenza con i colori di ACI Team Italia.

  • Giorgio Cogni classe 1995 Lodi
  • Guglielmo De Nuzzo classe 1995 Casarano
  • Michel Della Maddalena classe 1997 Sondrio
  • Andrea Mazzocchi classe 1994 Piacenza
  • Salvatore Lo Cascio classe 1998 Caltanissetta
  • Riccardo Pederzani classe 1998 Varese
  • Marcel Porliod classe 1995 Aosta
  • Emanuele Rosso classe 1994 Asti