Articoli

Rally delle Colline Metallifere anticipa al 28 marzo

Modifica sul programma del 6° Rally delle Colline Metallifere e della Val di Cornia, ciò dovuto alla concomitanza del referendum elettorale previsto per domenica 29 marzo. L’organizzazione di MaremmaCorse 2.0 ha dovuto mettere mano all’evento e modificarne lo svolgimento anticipando tutto di un giorno, proponendolo quindi per venerdì 27 e sabato 28 marzo, con base ancora a Piombino.

La concomitanza con la consultazione elettorale non avrebbe permesso la chiusura delle strade per la competizione, al fine di garantire a tutti i cittadini di esercitare il diritto al voto. MaremmaCorse 2.0, trovando ampia collaborazione con le istituzioni, ha rivisto perciò il programma, annunciando di aver operato alcune modifiche sulla parte logistica oltre che nelle date, anticièate di un giorno rispetto al programma originario.

Per il quarto anno la gara farà base a Piombino, dove è stata trovata ampia accoglienza sia dall’Amministrazione Comunale come pure dagli operatori economici, avendola appunto interpretata come ottimo veicolo per l’immagine della città e del suo hinterland ed evidentemente come volano per l’indotto turistico-ricettivo.

Verifiche amministrative e tecniche e “shakedown” saranno venerdì 27 a partire dalle ore 15 in Piazza Bovio a Piombino. Da evidenziare che ci sarà un’altra sessione di verifiche sabato mattina alle 8,00 alle 9,30 per chi non potesse il venerdì.

Cambia lo spazio assistenza, che sarà in via dei Calzolai a Venturina ed è inoltre previsto un nuovo riordino presso il Centro Gomme a Venturina.

Sport e promozione del territorio i capisaldi dell’organizzazione nel pensare la gara, che quest’anno avrà due importanti novità: l’apertura alle vetture storiche (1° Valdicornia Historic Rally) e l’allungamento delle sfide del sabato, oltre ad accettare anche le vetture “All stars”.

La partenza del rally avrà luogo alle 11,30 di sabato 28 marzo dal Parco Assistenza di Venturina, l’arrivo sarà a Piombino in serata, dalle 20,25.

Il programma di gara prevede 2 prove speciali da ripetere 3 volte + 1 da ripetere 2 volte, oltre alla “super prova speciale”, prevista come ultimo impegno cronometrato alle 20,25, un’ora prima dello sventolare della bandiera a scacchi. Il totale competitivo è dunque di 9 prove speciali per 79,560 sul totale del tracciato che ne misura; 256,360.

Il Memorial Leonardo Tucci

La gara sarà di nuovo intitolata a Leonardo Tucci, il driver originario della bassa provincia livornese, prematuramente scomparso nel 2012, uno sportivo di alto livello e carisma, il cui ricordo è ancor oggi molto forte. Sarà la quarta edizione del “memorial” a lui dedicato.

I comuni coinvolti al fianco dell’organizzazione, oltre a Piombino, sono quelli dell’intera area della Val di Cornia: Campiglia Marittima, Monteverdi, Sassetta e Suvereto.

L’edizione del 2019 conobbe la vittoria degli elbani Bettini-Acri, con una Skoda Fabia R5, con il resto del podio andato a Paolini-Nesti (Renault Clio R3) ed a Sinibaldi-Vallini (Peugeot 207 S2000).

Rally Colline Metallifere torna a marzo: c’è fermento

Tutto già pronto, per il 6° Rally delle Colline Metallifere e della Val di Cornia, in programma per il 28 e 29 marzo, con base ancora a Piombino. L’organizzazione, MaremmaCorse 2.0, annuncia di avere anticipato la data della gara, per meglio inserirla nel contesto del calendario regionale e dopo aver operato lo scorso anno il passaggio della gara come evento “nazionale”, quindi con presupposti di ulteriore crescita, la ripropone con la stessa importanza ed anzi, la arricchisce di novità.

Per il quarto anno la gara farà base a Piombino, dove è stata trovata ampia accoglienza sia dall’Amministrazione Comunale come pure dagli operatori economici, avendola appunto interpretata come ottimo veicolo per l’immagine della città e del suo hinterland ed evidentemente come volano per l’indotto turistico-ricettivo. Sport e promozione del territorio i capisaldi dell’organizzazione nel pensare la gara, che quest’anno avrà due importanti novità: l’apertura alle vetture storiche (1° Valdicornia Historic Rally) e l’allungamento delle sfide del sabato, oltre ad accettare anche le vetture “All stars”.

Se, infatti, lo scorso anno nella giornata di sabato si corse la sola “Superprova” nelle adiacenze del porto di Piombino, quest’anno oltre ad essa (prevista intorno alle ore 20,00), il 28 marzo, verranno corse altre due prove speciali “classiche”, due passaggi sulla stessa “piesse” (lunga 5,000 Km) di cui uno certamente con l’imbrunire.

Domenica 29 marzo la restante porzione di gara, con altre due prove speciali da ripetere tre volte, rispettivamente di 11,000 e 11,900 Km. La partenza del rally avrà luogo alle 16,00 di sabato 28 marzo dal Parco Assistenza di Venturina, l’arrivo sarà a Piombino l’indomani dalle 16,30. Il percorso totale della gara misura circa 310 chilometri, dei quali 80 di prove speciali, nove in totale.

Il programma del Rally Colline Metallifere

Sabato 28 marzo 2020

-9:00-13:30 Verifiche in Piazza Bovio a Piombino

-10:30-14:00 Shakedown (tratto iniziale PS 1-2)

-16:01 Partenza rally dal Parco Assistenza di Venturina, a seguire una PS ripetuta due volte, poi SPS a Piombino alle 20:00 circa

-Passaggio sulla pedana per commento della prima giornata di gara

-Riordino Notturno a Piombino

Domenica 29 marzo

-2 Prove Speciali ripetute 3 volte (di 11,0 e 11,9 km)

-Arrivo a Piombino alle 16:30

Premio Rally Aci Lucca post Colline Metallifere

E’ una classifica che non ha subito significative variazioni, quella redatta a conclusione del Rally Colline Metallifere, secondo appuntamento del 14° Premio Rally Aci Lucca, andato in scena nei giorni 13-14 aprile a Piombino. A comandare le classifiche assolute sono ancora i due “terzetti” di conduttori che – sull’asfalto della manche inaugurale del Rally del Ciocco – hanno approfittato dell’occasione offerta dalla versione “tricolore”, dedicata al confronto di Campionato Italiano Rally.

Una situazione che, in entrambe le classifiche assolute, offre equilibrio. Un lotto di esponenti che ha capitalizzato al meglio l’avvio della kermesse, assecondato da un distacco rimasto invariato a conclusione del confronto livornese. Con Daniele Campanaro, Andrea Simonetti ed Andrea Taddei a rivestire i ruoli di capofila tra i piloti –  tutti accomunati dal medesimo punteggio – e con il primo lotto di inseguitori distante cinque lunghezze, ad assumere ulteriore rilevanza sarà il Rally della Valdinievole, prossimo appuntamento in programma nei giorni 18/19 maggio. Nella classifica “rosa” dedicata al sedile sinistro, a comandare è ancora Giulia Serafini, con tre soli punti di vantaggio sulla diretta avversaria Luciana Bandini. Tra i piloti Under 25, la leadership è in mano ad Andrea Taddei, con un distacco di undici punti su Simone Borgato.

Nella classifica dedicata ai copiloti, l’”attico” è monopolizzato da Irene Porcu, leader anche nella classifica femminile navigatori, con Federico Riterini e Michael Salotti a condividerle una leadership legittimata dall’asfalto di Mediavalle e Garfagnana, teatro del “Ciocco”. Il Rally Colline Metallifere ha, tuttavia, garantito al confronto assoluta incertezza, proiettando a sole tre lunghezze di ritardo dal vertice Nicola Perrone, terzo di classe N2 su Peugeot 106. Nella classifica riservata ai copiloti Under 25, il comando è affidato a Michael Salotti, con Andrea Matteucci e Nicola Biagi ad inseguire, “staccati” rispettivamente di dieci ed undici punti.

Un confronto, il Rally delle Colline Metallifere, che ha proposto una vera e propria alternanza di condizioni di fondo, reso mutevole dalle condizioni atmosferiche che hanno interessato il territorio nell’intero weekend. A capitalizzare al meglio l’appuntamento in ottica Premio Rally Automobile Club Lucca è stato Michele Pardini, vincitore della classe N1 al volante della MG Rover 25. Un successo condiviso con Giulia Antongiovanni, con il punteggio conseguito che proietta la copilota “in scia” agli inseguitori sia nella classifica assoluta copiloti che in ottica di categoria, con due lunghezze di ritardo dall’ultimo gradino del podio provvisorio. Grande selettività anche nella classe N2, con Elio Giannarini “a punti” grazie alla quarta piazza conquistata sul sedile destro della Peugeot 106 di Luca Padovani. Un impegno che ha confermato l’elevato tasso tecnico offerto dalla serie, articolata sulle prove speciali più impegnative della regione.