,

Zampata Toyota nel day2 in Finlandia: comanda Evans

Il day2 del Secto Finland Rally si chiude sotto il segno del gallese Elfyn Evans. Il pilota di Toyota Gazoo Racing dà spettacolo vincendo ben sei speciali sulle nove in programma è chiude la giornata al comando con un vantaggio di 9”1 sul primo degli inseguitori, l’estone Ott Tanak.

Evans è partito fortissimo e ha dimostrato ancora una volta il suo reale valore, anche su strade veloci come quelle finniche: “E’ stata una giornata assolutamente positiva – commenta al termine della giornata – ovviamente la battaglia per la vittoria è ancora apertissima e la strada è ancora lunga. Domani sarà una giornata intensa”.

Seconda piazza come detto per Ott Tanak, staccato di 9”1 dal pilota gallese, ma assolutamente soddisfatto degli ottimi progressi fatti dalla sua Hyundai I20 sulle strade finlandesi: “Nel secondo giro di prove sono cambiate totalmente le strade e di conseguenza sono riuscito a gestire molto meglio la vettura. Sono veramente contento dei progressi fatti dal Team, essere al passo di Toyota in Finlandia è molto bello”.

Terza piazza per l’altra Hyundai I20 WRC in gara quella dell’irlandese Craig Breen, che non nasconde la sua delusione per una giornata che non è andata secondo le sue aspettative: “Penso che sia stata una giornata sostanzialmente buona, dobbiamo essere felici. Era la terza volta che chiudevamo una giornata al comando del rally e per un motivo o per l’altro non riusciamo a tenere questa posizione. Il livello è molto alto, certo fa male perché per raggiungere il top ci manca sempre qualcosina”. Va detto che il pilota irlandese nell’urto con una balla di paglia che ha danneggiato l’aerodinamica anteriore della sua i20 e questo danno ha influito sulla sua prestazione nelle fasi successive.

Esapekka Lappi chiude la giornata in quarta posizione, nonostante i ripetuti attacchi di Thierry Neuville. Proprio il belga nel corso della PS13 nel disperato tentativo di ricucire il gap con EP, atterra male in un salto e danneggia la sua vettura, dovendosi di conseguenza ritirare. Il ritiro del belga spiana la strada ad un attento e pulito Sébastien Ogier, autore dell’ennesima gara in cui ha corso più con la testa che con il piede, non per nulla ha vinto sette titoli mondiali.

Sesta e settima piazza per i due alfieri M-Sport, con Gus Greensmith in sesta posizione e il francese Adrien Fourmuax in settima. Ritiri pesanti per Kalle Rovanpera e Takamoto Katsuta, autori di due uscite di strada, per entrambi ci dovrebbe essere il ritorno nella giornata di domani con la formula del super rally.

Nel WRC2 al comando troviamo Teemu Suninen, seguito a 8” da Mads Ostberg. Il norvegese si giocherà il tutto per tutto nella giornata di domani, completa il podio Jari Huttunen. Da segnalare il ritiro, l’ennesimo in stagione per Oliver Solberg, autore di una cruenta uscita di strada, fortunatamente senza conseguenze per l’equipaggio.