Yoann Bonato trionfa ad Antibes-Côte d’Azur

Reduce da due ritiri consecutivi nei primi appuntamenti del Campionato Francese Asfalto, il quattro volte campione francese Yoann Bonato si riscatta e va a vincere il terzo appuntamento del CFR ad Antibes-Côte d’Azur.

Il pilota CHL ha corso un rally all’attacco, soprattutto nella prima giornata di gara dove ha vinto cinque delle sette prove in programma chiudendo la giornata con un vantaggio di 30” sul primo degli inseguitori, il giorno seguente forte di questo vantaggio ha amministrato il vantaggio sul resto del gruppo, togliendosi lo sfizio di firmare due scratch. Un successo importantissimo quello di Bonato che lo rilancia in classifica, dopo i due pesantissimi ritiri di inizio stagione. “Questa vittoria è un buon risultato per noi, ringrazio tutto il team. Il Campionato non è completamente riaperto, ma questo risultato ci rilancia visto che mancano ancora sei gare al termine della stagione. Aver corso alle Canarie ci ha aiutato tantissimo”.

Alle spalle di Bonato, chiude un solido Quentin Giordano. Il vincitore Charbonnières-Rhône dopo un inizio in salita a causa di una foratura, ha dovuto correre una gara “full-attack” agguantando la seconda posizione. Risultato che gli permette di portarsi al comando del Campionato con 65 punti, allungando su Nicolas Ciamin solo ottavo al traguardo. Una gara da dimenticare quella del nizzardo, vittima di problemi al servosterzo della sua i20 Rally2 che lo hanno rallentato pesantemente, a questo problema, va anche aggiunta una penalità di 20”.

Bravo e fortunato ad approfittare dei problemi occorsi a Ciamin e ad Hugo Margaillan (uscito di strada quando era terzo assoluto) è stato Cédric Robert, che ha chiuso terzo assoluto e ha portato a casa il suo secondo podio stagionale con l’Alpine A110 RGT. Completano la top 5 rispettivamente in quarta e quinta posizione Julien Saunier (Alpine A110 RGT) e Pierre Roché (C3), nel trofeo Clio successo per Thomas Chauffray, mentre tra le lady la vittoria è andata a Sarah Romeau.

Più che positive le prestazioni per gli equipaggi italiani in gara, tredicesimo assoluto e nono di classe Rally2/RC2 per Simone Niboli e Battista Brunetti su Skoda Fabia Rally2, mentre Gianni Anassarette e Antonello Moncada chiudono quarantaquattresimi assoluti e terzi di classe R2 con la piccola Peugeot 208 R2. Ritiro per noie meccaniche per Simone Calzia e Fabrizio Filicicchi, i due al momento del ritiro occupavano una splendida trentasettesima posizione assoluta e quarta di RC4.