Yoann Bonato sulla sicurezza: ”L’Ungheria sembra un grande scherzo”

Ricordate quanto accaduto al nostro Fabio Andolfi in Polonia un paio di stagioni or sono? Il portacolori ACI Team Italia all’epoca impegnato nel WRC2 si trovò davanti (in controprova) un camion dei pompieri e per poco rischiò il frontale. Per questo e altri motivi la Polonia perse successivamente la validità del WRC. Ebbene, quest’oggi è capitato un’episodio forse peggiore a Yoann Bonato, impegnato in Ungheria dove è in scena il penultimo atto del Campionato Europeo.

Durante la speciale che apriva la giornata, la Erdőbénye, il pilota transalpino si è trovato dal nulla davanti a lui un’ambulanza entrata in prova a seguito dell’uscita di strada di Herczig. Il pilota francese al termine della prova ha rilasciato dichiarazioni di fuoco contro gli organizzatori della gara.

“Penso che questo rally sia tutto un grande scherzo! Nessuno ci ha avvertito della presenza dell’ambulanza dentro la speciale – ha denunciato -. Non erano presenti né bandiere gialle, né tantomeno quelle rosse lungo la speciale. Siamo stati fortunati che questo è avvenuto in un tratto lento, se questo accadeva nel tratto veloce di prova sarebbe stato pericoloso. I commissari lungo la speciale non ci hanno avvertito, non hanno sbandierato per segnalare il pericolo… Eppure erano presenti sulla prova. Tutto questo è veramente folle”. Insomma un’episodio molto grave, che fortunatamente non ha avuto conseguenze che potevano essere gravi.

Foto: Bastien Roux