WRC3 Junior all’atto finale: in sei per il titolo

Finale poco adatto ai deboli di cuore con sei equipaggi in lizza per il titolo, dato che la gara avrà coefficiente maggiorato. In palio per il vincitore un programma di quattro gare nel WRC2 2023 con una Fiesta Rally2.

Saranno gli sterrati di Lamia (Grecia) ad assegnare il titolo WRC3 Junior. Un campionato combattuto che si risolverà all’ultimo atto, visto che la gara ellenica avrà coefficiente maggiorato e assegnerà un punto per ogni speciale vinta. Per il vincitore il premio è di assoluto prestigio, quattro round WRC2 2023 con una Fiesta Rally2 compresi di test e una fornitura di pneumatici Pirelli.

Il favorito per esperienza – numeri alla mano – è Sami Pajari, il talentino finlandese (su cui ha messo gli occhi Latvala) punta a bissare il titolo vinto lo scorso anno nell’ultimo anno dello Junior corso con vettura a due ruote motrici. Il pilota finlandese comanda la generale con 84 punti (a pari merito) con il britannico Jon Armstrong. Al momento Pajari può contare su due vittorie ottenute in Portogallo e Estonia, mentre il pilota dell’Ulster ha trionfato nel primo round stagionale corso in Svezia.

Ad un punto di distanza, troviamo Robert Virves. Il 22enne pilota estone, in questa stagione non ha ancora vinto un rally, ma ha collezionato tre podi in quattro uscite, altro pilota che ha possibilità di portare a casa il titolo è Lauri Joona, vincitore in Portogallo. Tra i quattro piloti ci sono appena sei punti di distacco, motivo per cui la sfida tra loro quattro sarà sicuramente incandescente e dovrà essere seguita con molta attenzione.

La matematica tiene in gioco anche l’irlandese William Creighton e il keniota Mcrae Kimathi, ma per entrambi le possibilità di portare a casa il titolo sono ridotte al lumicino.