WRC: Toyota cerca il primo successo in Sardegna

Dopo il bruciante successo ottenuto allo scorso Rally de Portugal è già tempo di nuove sfide per il team Toyota GR WRT. Il team nipponico giunge in Sardegna, teatro del quinto atto del WRC con un doppio obiettivo. Il primo è quello di rafforzare il primato sia nella classifica Piloti che in quella Costruttori e in secondo luogo quella di sfatare il tabù RIS, gara che dal ritorno di Toyota nel WRC non è stata mai vinta.

Il Rally Italia Sardegna torna quest’anno nella sua tradizionale data di inizio giugno, dopo che l’edizione 2020 si era svolta nel mese di ottobre in seguito all’emergenza sanitaria Covid-19. Si annuncia una gara molto difficile soprattutto per la tenuta dei pneumatici e dei mezzi, visto la natura molto accidentata e difficile delle strade sarde e visto quello che è successo in Portogallo.

Le prove si annunciano più veloci rispetto al 2020, ma restano comunque le tantissime incognite legate ai muretti, agli alberi e alle rocce presenti a bordo strada che non permettono il minimo errore agli equipaggi.

Jari-Matti Latvala team principal Toyota si dice “preoccupato” per le possibili difficoltà che potrebbero trovare Séb e Elfyn nella prima giornata di gara quando saranno chiamati a pulire le strade: “Arriviamo in Sardegna reduci da un bellissimo risultato ottenuto al Portogallo. Questo ci dà un’ulteriore carica, ma dobbiamo comunque essere realisti. Séb e Elfyn il primo giorno puliranno le strade, e sappiamo quanto è difficile fare questo in una gara come quella sarda, soprattutto quest’anno che il rally è tornato a corrersi a giugno. Nonostante un’avvio molto difficile, in Portogallo siamo riusciti a reagire molto bene portando a casa un risultato importantissimo. Cercheremmo di ripetere questo anche in Sardegna, anche se sappiamo che per noi sarà dura”.

Obiettivo punti pesanti anche per Sébastien Ogier, che avrà l’ingrato compito di aprire le strade nella giornata di venerdì: “Sono sicuro che la Sardegna sarà un rally molto difficile per noi, persino più del Portogallo. Nonostante questo sono felicissimo di essere in testa al Campionato Italiano WRC, anche in Sardegna cercherò di portare a casa più punti possibili e di rafforzare il mio primato in classifica. In Portogallo ho raccolto un buon risultato, anche se non mi reputo soddisfatto del mio passo gara. Era la prima volta che utilizzavo i nuovi pneumatici su fondo sterrato, spero di poter acquisire maggiore confidenza in questa gara”.

Chi si aspetta una gara molto dura è Elfyn Evans, reduce da una bellissima vittoria in Portogallo: “In Portogallo per noi è arrivato un risultato pazzesco e importantissimo. Abbiamo fatto ottimi progressi e siamo riusciti a trovare il giusto compromesso tra vettura e tenuta dei pneumatici. Sappiamo che sarà un week-end difficile quello che ci attende, soprattutto nella giornata di venerdì dove transiteremmo secondi sulle strade. Se farà caldo e secco sarà un grosso svantaggio per noi”.

Sulla stessa linea d’onda dei compagni di team anche il giovane Kalle Rovanpera, reduce da due gare da dimenticare in Croazia e Portogallo: “Dopo un Portogallo da dimenticare, l’unico obiettivo è quello di portare a casa una prestazione positiva al Sardegna. Le tappe si annunciano dure e molto difficili, qui ho vinto nel 2019 nel WRC2 Pro, ma il mio stile di guida si adatta poco alle speciali sarde. Lo scorso anno per noi fu un’evento da dimenticare, quindi dovremmo lavorare duramente per migliorare e tenere il giusto ritmo per tutto il rally. In Portogallo il day1 è stato durissimo, visto che non avevamo un giusto grip, il sabato purtroppo ci siamo dovuti fermare e quindi abbiamo usato la domenica per fare test in ottica Sardegna. Speriamo di portare a casa un buon risultato”.

Dal 5 giugno 2021 in edicola. Non lo trovi? Prenotalo tramite il tuo edicolante di fiducia!

Copertina RS e oltre giugno 2021